1. Il regolamento del Forum è stato ripristinato e aggiornato, lo puoi trovare in ogni momento in basso a destra cliccando su "Termini e Condizioni d'uso del sito". Ti preghiamo di leggerlo e di rispettarlo per mantenere il forum un luogo piacevole ed accogliente per tutti. Grazie!
    Chiudi

..ma la crisi?

Discussione in 'Attualità e Cultura' iniziata da Necrophelia, 27 Dicembre 2008.

  1. Necrophelia

    Necrophelia
    Expand Collapse
    Sleepwalker

    Registrato:
    23 Giugno 2007
    Messaggi:
    6.144
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    27 Dicembre 2008

    mah, guarda che i negozi vuoti erano pure quelli low cost mica si parlanva di Armani o Valentino (e non credo che i fantomatici dati parlassero di alta moda). Quindi come dice dani66 o la crisi non c'è, oppure non ancora seriamente, e quindi sono i media che come loro uso devono sempre esagerare fino all'inverosimile propinandoci una realtà virtuale che fanno passare per quella reale, oppure non si spiega...e comuque se non compri teconologia spudoratamente di marca, trovi gli stessi prodotti (o almeno che hanno il medesimo uso) anche a prezzi ragionevoli con un buon rapporto qualità prezzo (vedi cellulari, vedi lettori mp3 e di altro tipo, vedi computer portatili, etc. etc). Il tenore di vita te lo puoi pure fare su misura a mio avviso...;)
     
    #16
  2. Acid Rain

    Acid Rain
    Expand Collapse
    Oldo

    Registrato:
    14 Luglio 2006
    Messaggi:
    10.730
    "Mi Piace" ricevuti:
    473

    27 Dicembre 2008

    La crisi c'è, ed è dovuta ad una perversa percezione della vita.
    Osserviamo le famiglie che conosciamo (penso che chiunque abbia dei buoni esempi di quanto dico attorno):
    Mutuo (o affitto);
    Auto a rate (queste due voci sono le uniche per le quali pago a rate...), ma mica un'utilitaria, eh?
    Televisione LCD da 42'' (a rate...)
    Internet flat (spesa mensile)
    Sky
    Mobili (a rate)
    ricariche cellulare spesso e volentieri (ma guai a rinunciare ad inviare MMS idioti!)
    PC nuovo (a rate)
    telefonino di ultima generazione (a rate)
    palestra!! (spesa mensile)

    tralascio l'infausta eventualità che esistano figli (vestiario naturalmente firmato..., pannolini, latte, asilo)

    Banche e finanziarie? Via con i prestiti!
    Poi naturalmente, a 1000 + 1000 euro al mese non ci si sta dentro (è IMPOSSIBILE) e cominciano a saltare le rate. Vai con altri prestiti da tutte ste cazzo di agenzie di prestadenaro!
    E banche e finanziarie? Cominciano a non vedersi arrivare rate che erano già a bilancio.
    Ok, ma ci sono le ipoteche che saltano. E a cosa portano? Ad avere surplus di immobili che puntualmente svendono perchè non li sanno gestire.
    Et voilà, un po' di crisi per tutti.
    Lo so che è semplicistico, ed è a metà tra parodia e schema semplificato, ma non è molto distante dalla realtà.
    Una cosa utile sembra averla portata: la fine del sogno di avere tutto (tanto lo paghiamo un po' alla volta...). Forse, e sottolineo forse, si torna al vivere secondo le proprie possibilità. Finalmente.
     
    #17
  3. HeadlessChild

    HeadlessChild
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    20 Gennaio 2003
    Messaggi:
    5.565
    "Mi Piace" ricevuti:
    11

    27 Dicembre 2008

    Ma se ti dico che negli ultimi 6 mesi tutti gli indici della bosrsa italiana sono scesi almeno del 35% sto dicendo parole vuote?

    - Se i riflessi sull'economia reale fossero diretti significherebbe che ..l'italia è del 35% più povera
    - I riflessi per fortuna si vedono a rate ma si vedono. I cittadini per lo più hanno dei risparmi. I risparmi in azioni valgono il 35% in meno. I risparmi in obbligazioni idem laddove (come normalmente succede) le obbligazioni devono essere vendute perché serve liquidità
    ...riguardo a queste cose garantisco che so quello che dico. Non sono teorie opinabili.

    - Il crollo della borsa crea una paralisi (nonché rischi fallimenti, anche se in Italia sono molto bassi.. ma faccio notare che se una banca fallisse sarebbe un massacro, ed il fatto che una banca europea sia fallita e diverse stiano provvedendo a ristrutturazioni, sommate agli aiuti pubblici, non è sintomo di normalità) in quegli organismi che erogano prestito. Questi organismi si NUTRONO di mercati azionari, e se questi crollano gli manca di che vivere... come possono rpestare? Se non prestano, il punto non è tanto che uno deve aspettare due anni per chiedere il mutuo per la casa. Il punto è che qualunque impresa sistematicamente vive di prestiti... fa parte del normale ciclo di produzione di una impresa sana: ci son periodi di vendite in cui i soldi abbondano, ci son periodi di "preparazione" in cui languono, il prestito bancario viene usato come cuscinetto. Se manca questo ed un'impresa non può "preparare le vendite", non ha i soldi per pagare gli stipendi in determinati periodi, non li paga. Cassaintegrazione o fallimento.

    ...riguardo a questa questione, anch'essa non opinabile e riportata per onore di realismo, mi rendo conto che l'entità del problema non è ad ora conoscibile, e c'è la possibilità che tutto si risolva in modo non particolarmente doloroso... così com'è possibile che si verifichino cose a cio non voglio pensare.
    Ad ogni modo, tu hai superato bene tante crisi (se non sbaglio, comunque, sei dipendente pubblico.. questo significa che avrai le tue beche ma il posto è abbastanza sicuro), ma non sempre è così. Mio padre durante una crisi economica (aveva tre figli ed aveva la tua età, età in cui molti sisentono "sistemati) è stato licenziato.
    ..è stato bravo a ricominciare, ma non era così scontato. Ora il licenziamento non lo rischia più, è lavoratore autonomo.. fa un lavoro che lo mette in relazione diretta - con informazioni di prima mano - con l'andamento dell'industra pesante.
    Non è tranquillo.
     
    #18
  4. Inferno77

    Inferno77
    Expand Collapse
    Active Member

    Registrato:
    5 Febbraio 2006
    Messaggi:
    2.771
    "Mi Piace" ricevuti:
    16

    27 Dicembre 2008

    Beh è più difficile che la crisi raggiunga quei posti dove il settore dell'industria (che è quello che è stato maggiormente colpito) è meno "sviluppato" nel territorio!
    Noi dell'NordEst, polo industriale dell'Italia l'abbiamo avvertito eccome!!
     
    #19
  5. Inferno77

    Inferno77
    Expand Collapse
    Active Member

    Registrato:
    5 Febbraio 2006
    Messaggi:
    2.771
    "Mi Piace" ricevuti:
    16

    27 Dicembre 2008

    Quoto tutto, ma tutto tutto tutto :D

    Purtroppo non ci si rende conto che il potere d'acquisto delle famigli si sta sempre più indebolendo!

    20 anni fa bastava un reddito per mandare avanti una famiglia senza fargli mancare niente (vacanze, attività varie ecc... comprese)
    Adesso per tirare avanti sono necessari 2 stipendi, e tra non molto non basteranno più neanche 2 stipendi (se non hai avuto la fortuna di ereditare la casa dei tuoi).
     
    #20
  6. Acid Rain

    Acid Rain
    Expand Collapse
    Oldo

    Registrato:
    14 Luglio 2006
    Messaggi:
    10.730
    "Mi Piace" ricevuti:
    473

    27 Dicembre 2008

    La settimana scorsa sono andato a farmi un giro per Treviso, con famiglia ed un amico.
    Siccome sono un buon osservatore, notavo come, nonostante il centro fosse colmo di gente (si faticava a camminare) quasi nessuno avesse borse contenenti nuovi acquisti sotto braccio.
    Ed era il week end prima di Natale.
    Se non è un segnale forte questo...
     
    #21
  7. Druso Italico

    Druso Italico
    Expand Collapse
    Ardet nec consumitur

    Registrato:
    29 Novembre 2005
    Messaggi:
    5.733
    "Mi Piace" ricevuti:
    33

    27 Dicembre 2008

    Una volta tanto non posso che sottoscrivere qeul che dici, Acid. Pienamente d'accordo.
    Molti voglion vivere al di sopra dei propri mezzi, e quando i nodi vengono al pettine, la chiamano crisi.
    Certamente i problemi della liquidità delle banche e della disoccupazione esistono,e sono drammatici, ma oggi quel che manca a molti è la percezione di cosa serve e cosa e superfluo e di quanto valore hanno i soldi.
    Poi certo, per un disoccupato, oggi, ci sono al 99% porte in faccia e lavoro nero se va bene. Ma questo anche prima di questa "crisi".
     
    #22
  8. Inferno77

    Inferno77
    Expand Collapse
    Active Member

    Registrato:
    5 Febbraio 2006
    Messaggi:
    2.771
    "Mi Piace" ricevuti:
    16

    27 Dicembre 2008

    Aspettano i SALDI!!!
    Mica stupidi!!
     
    #23
  9. Necrophelia

    Necrophelia
    Expand Collapse
    Sleepwalker

    Registrato:
    23 Giugno 2007
    Messaggi:
    6.144
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    27 Dicembre 2008

    la stessa cosa io, sabato 20 dicembre ero in centro commerciale a Roma (Porte di Roma, ben 250 negozi più Ikea - Le Roy Merlin - Cinema 13 sale), ed invece avevano tutti i carrelli o borse piene, si faceva letteralmente a botte...ora, dimmi tu esistono due Italie? :sgrat:
     
    #24
  10. Inferno77

    Inferno77
    Expand Collapse
    Active Member

    Registrato:
    5 Febbraio 2006
    Messaggi:
    2.771
    "Mi Piace" ricevuti:
    16

    27 Dicembre 2008

    Per questo discorso bisogna passare sul topic della padania :hihi:
     
    #25
  11. Necrophelia

    Necrophelia
    Expand Collapse
    Sleepwalker

    Registrato:
    23 Giugno 2007
    Messaggi:
    6.144
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    27 Dicembre 2008

    :rotfl::rotfl::rotfl:
     
    #26
  12. HeadlessChild

    HeadlessChild
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    20 Gennaio 2003
    Messaggi:
    5.565
    "Mi Piace" ricevuti:
    11

    27 Dicembre 2008

    Forse bisogna aspettare l'uscita di dati numerici.. :P
    Entrambe le cose possono essere vere. Il comportamento sotto natale ad ogni modo non è un grande indicatore... il natale è palesemente un momento in cui il cittadino vive al di sopra delle proprie possibilità, e la scelta di spesa dipende più da fattori psicologici che dal potere d'acquisto...
     
    #27
  13. Necrophelia

    Necrophelia
    Expand Collapse
    Sleepwalker

    Registrato:
    23 Giugno 2007
    Messaggi:
    6.144
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    27 Dicembre 2008

    probabile...:) però io nelle statistiche e nei dati numerici non ci credo più, la statistica non è una scienza esatta e i dati che passano per le mani dei mezzi di informazione a mio avviso c'è poco da fidarsi (leggi alterazione voluta di comodo)...:(
     
    #28
  14. Inferno77

    Inferno77
    Expand Collapse
    Active Member

    Registrato:
    5 Febbraio 2006
    Messaggi:
    2.771
    "Mi Piace" ricevuti:
    16

    27 Dicembre 2008

    Comunque con il natale arriva anche la tredicesima, che per chi lavora vuol dire un grosso sospiro di sollievo e qualche capriccetto!
     
    #29
  15. Acid Rain

    Acid Rain
    Expand Collapse
    Oldo

    Registrato:
    14 Luglio 2006
    Messaggi:
    10.730
    "Mi Piace" ricevuti:
    473

    27 Dicembre 2008

    Non so che dirti.
    Io osservo quanto ho visto e lo confronto con quanto ho visto negli stessi luoghi in passato. Forse il discorso di Inferno sui luoghi più industrializzati maggiormente colpiti dalla crisi non è poi così campato per aria, no?
    E anche qui si tratta di accesso al credito.
    La crisi è innanziutto finanziaria, e la importiamo pari pari dagli Stati Uniti.
    Trovo giustissima questa cosa: abbiamo passato decenni ad inseguire il sogno americano, è giusto che ora fuggiamo dallo stesso incubo.

    Da parte mia posso dire che la crisi, in modo del tutto egoistico, non mi fa male, anzi!
    Le ultime volte che ho fatto la spesa ho risparmiato, e neanche poco.
     
    #30

Condividi questa Pagina