1. Il regolamento del Forum è stato ripristinato e aggiornato, lo puoi trovare in ogni momento in basso a destra cliccando su "Termini e Condizioni d'uso del sito". Ti preghiamo di leggerlo e di rispettarlo per mantenere il forum un luogo piacevole ed accogliente per tutti. Grazie!
    Chiudi

Libri

Discussione in 'Intrattenimento' iniziata da madcap, 7 Aprile 2004.

  1. Dwight Fry

    Dwight Fry
    Expand Collapse
    Cialtrone

    Registrato:
    20 Gennaio 2009
    Messaggi:
    10.546
    "Mi Piace" ricevuti:
    11.282

    7 Dicembre 2023

    Gesù, quant'è grave il tuo covid?
    Devo preoccuparmi?

    Si scherza, eh. Non ho letto nessuno dei tre, mai provato interesse nei loro riguardi. Ma un giorno chissà.
    E qui si torna al discorso di @corpsegrinder jon : quanto tempo abbiamo per leggere? La lettura è un'attività impegnativa e diversa da ogni altra (motivo per il quale non prendo sul serio chi l'accosta alla fruizione della musica), quindi tanto vale comprare/leggere solo ciò che cattura tutto il nostro interesse, foss'anche per l'istante che ci occorre per fermare le dita che scorrono sui dorsi, quando siamo in libreria, o a inserire un titolo nel carrello quando ci troviamo davanti al monitor del PC.
     
    #16816
    Ultima modifica: 7 Dicembre 2023
  2. corpsegrinder jon

    corpsegrinder jon
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    11 Luglio 2007
    Messaggi:
    9.054
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.915

    7 Dicembre 2023

    Il tempo è sempre poco,anche se io in realtà non ero messo male fino a qualche mese fa..riuscivo a leggere almeno un'ora e 30 al giorno con la giusta concentrazione.
    Ecco il problema è proprio questo,ho meno attenzione per il momento e magari non riesco a godermi le letture come vorrei,come prima(penso alla "bocciatura" di Paradiso di cui parlavi qualche giorno fa),magari prima lo avrei affrontato meglio.
    Il prossimo anno spero di tornare alle solite abitudini per poter avere più tempo e dedicarmi meglio a uno dei miei hobby preferiti.


    Inviato dal mio 2201117TY utilizzando Tapatalk
     
  3. Dwight Fry

    Dwight Fry
    Expand Collapse
    Cialtrone

    Registrato:
    20 Gennaio 2009
    Messaggi:
    10.546
    "Mi Piace" ricevuti:
    11.282

    14 Dicembre 2023

    Finito “Pet sematary”.

    Ogni volta che leggo un romanzo di King mi colpiscono due cose:

    - la grande capacità di affrontare temi e situazioni narrative scottanti, materiale che a maneggiarlo ti ritrovi con le mani ustionate, e che colloca il Re del Maine tra i grandi della letteratura contemporanea in generale, non solo di quella horror;
    - l'incapacità totale di gestire le ultime pagine delle sue storie, con sottofinali tirati incredibilmente per le lunghe ed epiloghi che spesso lasciano l'amaro in bocca (quello di “Pet sematary” non fa eccezione), sia quando virano sull'happy end sia quando virano sul finale cupo e tragico.

    Peccato, per 300 pagine circa (su 416) questo romanzo è un capolavoro, poi degrada. Al netto delle ultime 5 o 6, ho faticato un po' a leggere ciò che accade
    dopo che il protagonista rimane solo e decide di esumare il cadavere del figlio
    e ho trovato di un ridicolo involontario
    l'idea che un bambino di 3 anni (!) possa avere la meglio su due adulti, grazie al solo utilizzo di un bisturi. Potrà anche essere stato posseduto dal wendigo ma King non fa riferimenti a un'eventuale forza eccezionale del piccolo, dice anzi che il corpicino è già in putrefazione. In quanto tale, avrebbe potuto avere la meglio sul vicino e sulla madre solo se armato di un mitra.

    Rimane comunque un ottimo romanzo, nell'insieme. Finirà nella mia top 5 del 2023.
     
    #16818
    Ultima modifica: 14 Dicembre 2023
    A alexmai piace questo elemento.
  4. Carnival900

    Carnival900
    Expand Collapse
    A New Level

    Registrato:
    23 Agosto 2010
    Messaggi:
    14.101
    "Mi Piace" ricevuti:
    6.295

    14 Dicembre 2023

    Inauguro io :già:

    NUMERO LIBRI LETTI NEL 2023
    : 26 (ma contando "Il Signore degli Anelli" e "Le Cronache di Narnia" come rispettivamenti titoli singoli)
    NUMERO LIBRI COMPRATI: (inclusi quelli da regalare ad altri): direi una dozzina

    DIVISIONE TRA NARRATIVA, SAGGISTICA E POESIA: Anche quest'anno più o meno 50 e 50 tra i primi due generi
    GENERI MAGGIORMENTE ESPLORATI: biografie, fantasy, horror

    L'AUTORE DEL QUALE HO LETTO PIÙ ROBA: C.S. Lewis (grazie al ca')
    IL MEGA-CLASSICO CHE FINALMENTE HO LETTO: Apparte i due già sopra citati, direi "I dolori del giovane Werther", "Il Grande Gatsby", "Frankenstein", "American Psycho", "Paura e Disgusto a Las Vegas" e "Il Diario di Anna Frank".

    I TITOLI CHE MI SONO PIACIUTI MAGGIORMENTE (max 5): "I dolori del giovane Werther", "Come migliorare il proprio stato mentale, fisico e finanziario (di Anthony Robbins)", "Frankenstein", "Il coraggio di rischiare (di Richard Branson)" e "Die Wahrheit über Katzen".
    I TITOLI CHE MI HANNO FATTO RIFLETTERE: "Autobiografia di uno yogi"

    I TITOLI CHE MI HANNO DIVERTITO MAGGIORMENTE: "Die Wahrheit über Katzen" e "Le Cronache di Narnia" (anche se tra alti e bassi e con un finale che se lo sapevo prima neanche lo cominciavo)
    I TITOLI CHE MI HANNO ANNOIATO MAGGIORMENTE: "Il cigno nero" e "La figlia del capitano"

    NUMERO DI LIBRI COMPRATI NEL 2023 CHE PERÒ NON HO LETTO: "Lean Thinking. Come creare valore e bandire gli sprechi"
    IL LIBRO GIÀ COMPRATO CHE PIÙ MI SPIACE DI NON AVER LETTO: "Il Conte di Montecristo" (comprato 20 anni fa e ripreso quest'anno)

    IL LIBRO CHE MI È COSTATO DI PIÙ: Non so, non ricordo (cit.)
    IL LIBRO CHE HO IMPIEGATO PIÙ TEMPO A LEGGERE: "Il Signore degli Anelli"

    IL LIBRO CHE HO RILETTO: nessuno, ma se potessi sarebbe "Frankenstein"
    L'ULTIMO LIBRO DELL'ANNO: "Autobiografia di uno yogi"

    IL LIBRO CHE SO GIÀ DI VOLER COMPRARE NEL 2024: "Elon Musk" di Walter Isaacson e un'edizione seria e/o con dei bei disegni de "Lo Hobbit".


    :byebye:
     
    A Dwight Fry piace questo elemento.
  5. Dustx85

    Dustx85
    Expand Collapse
    L'elettrizzante

    Registrato:
    14 Giugno 2018
    Messaggi:
    3.515
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.984

    15 Dicembre 2023

    Sarà una coincidenza ma secondo me la sua dipendenza dall'alcool ha influito parecchio sui finali delle sue storie (e l'editor sarà stato pigro o compiacente). Nella sua autobiografia se non sbaglio dice addirittura di non ricordare di aver scritto Cujo. Di romanzi post disintossicazione ho letto solo Cell (di cui ho pochissimi ricordi) e un paio della torre nera (che non mi sono piaciuti) quindi non so se quel frangente é risolto.

    Solo ammore :love:

    Se non lo conosci (e ne hai bisogno) prova a dare un occhio a questo
    Amazon.it

    A me all' epoca ha aiutato parecchio con problemi di stress. Ora invece sto provando a meditare e devo dire che i primi tentativi sono incoraggianti.
     
  6. Dwight Fry

    Dwight Fry
    Expand Collapse
    Cialtrone

    Registrato:
    20 Gennaio 2009
    Messaggi:
    10.546
    "Mi Piace" ricevuti:
    11.282

    15 Dicembre 2023

    La seconda che hai detto.
    Puoi avere tutti i problemi del mondo ma prima di andare in stampa un testo viene sottoposto a revisione. La colpa è molto più degli editor che di King, anche considerando che (nello specifico) quel libro uscì per una major come la Doubleday.
    Ma in nove anni di attività King era già diventato la gallina dalle uova d'oro e gli editor con le palle sono pochi.
    Poi è ovvio che io e te, come lettori che aprono il portafogli, siamo chiamati a valutare quello che ci viene proposto, non quello che avremmo potuto leggere se solo...

    Detto ciò, io affondo gli occhi nel mio ultimo libro del 2023, il pluricitato “L'esorcista” di W.P. Blatty.
     
    A alexmai e Dustx85 piace questo messaggio.
  7. Carnival900

    Carnival900
    Expand Collapse
    A New Level

    Registrato:
    23 Agosto 2010
    Messaggi:
    14.101
    "Mi Piace" ricevuti:
    6.295

    15 Dicembre 2023

    Non ne ho propriamente bisogno ma grazie.
    Più che altro la meditazione in sé sarebbe una cosa da fare con regolarità a prescindere. Vediamo dai, grande libro comunque.
     
  8. corpsegrinder jon

    corpsegrinder jon
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    11 Luglio 2007
    Messaggi:
    9.054
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.915

    18 Dicembre 2023

    Ripreso Murakami dopo diverso tempo,appena finito di leggere After Dark.
    Sicuramente inferiore ai suoi lavori più famosi, Norwegian Wood, Kafka sulla spiaggia ecc
    Comunque godibilissimo,trasmette sempre belle sensazioni nonostante la malinconia e in questo caso la/le disavventure raccontate.
    Magari la prossima volta tornerò ad uno dei lavori più famosi come 1q84 o l'assassinio del commendatore.
    credo riuscirò a leggere almeno un altro libro prima di fine anno,quindi per il resoconto aspetto


    Inviato dal mio 2201117TY utilizzando Tapatalk
     
    A Dwight Fry piace questo elemento.
  9. Dwight Fry

    Dwight Fry
    Expand Collapse
    Cialtrone

    Registrato:
    20 Gennaio 2009
    Messaggi:
    10.546
    "Mi Piace" ricevuti:
    11.282

    21 Dicembre 2023

    Non è vero, “L'esorcista” lo ha battuto sul filo di lana.

    Tra pochi giorni il film di Friedkin compie 50 anni esatti e il caso ha voluto che proprio in questi giorni divorassi il romanzo dal quale è tratto.
    Le differenze? Poca roba. Il regista americano ha davvero preso tutto ciò che di buono c'è nel libro di Blatty (mentre lo leggi ti sembra di vedere, scena per scena, il film), evitando quelle pochissime cose che in effetti potevano risultare poco efficaci su schermo.
    Diciamo che nel libro c'è più indagine investigativa, il tenente Kinderman è molto presente e la sua loquacità è causa di qualche battuta di troppo e di una sottotrama superflua
    tutta la storia di Karl e di sua figlia, unico neo del romanzo
    Regan vomita, sputa e bestemmia molto di più. Il finale rende meglio su carta, in quanto a pathos (un po' ci si commuove, dai). Inoltre padre Karras è perfino più scettico che nel film, pure all'inizio dell'esorcismo ragiona in termini di suggestione e il motivo è semplice: “L'esorcista” è un libro reazionario. Ma di brutto. Nei vent'anni precedenti alla sua pubblicazione, il diavolo era stato derubricato a barzelletta, nel migliore dei casi a metafora o a disturbo psicosomatico. Blatty invece usa la scienza per demolire la scienza; dalle macerie emerge la fede nel bene e nel male come entità, separate ma non troppo, con nomi ben precisi: Dio e Diavolo.

    Stavolta è la scienza, in particolare la psichiatria, a essere derubricata a barzelletta: concetti scientifici come “processi mentali” e “doppia personalità” vengono ritenuti concreti quanto quello di “anima”. E quando un concetto spiega ma non aiuta, ecco che bisogna ricorrere a qualcosa di più alto.

    Il libro di Blatty è pieno di riferimenti a studi e saggi sui fenomeni occulti, alcuni anche autorevoli (quello di Jung in primis), ma cade in varie ingenuità, dando credito a teorie parapsicologiche considerate già allora discutibili e oggi ciarlataneria. Ma non importa, siamo pur sempre al cospetto di un libro di fantasia (ispirato a un fatto vero che nel tempo si è rivelato l'ennesima messa in scena) e per di più scritto negli anni '60, non ci si può aspettare il rigore scientifico attuale.
    All'epoca però era un romanzo modernissimo.

    Al di là degli obiettivi che Blatty si è posto, la storia ti prende proprio tanto e incute una discreta dose di inquietudine; aver visto e rivisto il film ovviamente ha annullato l'effetto-sorpresa, ciò nonostante è riuscito a tenermi incollato alle pagine.
    E a proposito di pagine: troppi refusi nell'edizione Fazi del 2016.
    Prendetene un'altra, se avete un'alternativa.
     
    A xavier-75 piace questo elemento.
  10. Vic Rattlehead

    Vic Rattlehead
    Expand Collapse
    Cortexiphan Addicted

    Registrato:
    21 Settembre 2002
    Messaggi:
    15.205
    "Mi Piace" ricevuti:
    7.720

    21 Dicembre 2023

    Qualcuno ha avuto modo di procurarsi The Fellowship of The King?
     
  11. Dwight Fry

    Dwight Fry
    Expand Collapse
    Cialtrone

    Registrato:
    20 Gennaio 2009
    Messaggi:
    10.546
    "Mi Piace" ricevuti:
    11.282

    22 Dicembre 2023

    E si ritorna al Mammut della Newton & Compton dedicato a Lovecraft.
    Questa estate ne ho già letto 500 pagine, sono arrivato al racconto scritto in collaborazione con Robert Bloch, il celebre autore di Psycho (altro romanzo che vorrei leggere).
    Anche se molti dei racconti presenti nella raccolta li ho già letti, temo che mi sarà impossibile finirlo prima del 31 dicembre, anche a causa di vari impegni, quindi "L'esorcista" dovrebbe rappresentare la mia ultima lettura completa per questo 2023.
     
  12. Carnival900

    Carnival900
    Expand Collapse
    A New Level

    Registrato:
    23 Agosto 2010
    Messaggi:
    14.101
    "Mi Piace" ricevuti:
    6.295

    27 Dicembre 2023

    Malloppo definitivo di Babbo Natale di questo giro:

    IMG_4179.jpeg

    IMG_4182.jpeg IMG_4181.jpeg

    :hype::seghe::ammicca:
     
    A Vic Rattlehead piace questo elemento.
  13. alexmai

    alexmai
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    5 Dicembre 2006
    Messaggi:
    7.577
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.073

    27 Dicembre 2023

    Di questi ho letto solo Lo squalo... molto bello, anche se il film forse è meglio (ha sfrondato alcune cose, vale la lettura per capirle!)
     
    A Carnival900 piace questo elemento.
  14. Mirko the fuckin' drummer

    Mirko the fuckin' drummer
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    15 Maggio 2009
    Messaggi:
    2.983
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.280

    27 Dicembre 2023

    In questi giorni, non avendo mai affrontato il medium originale del personaggio (ma ho apprezzato sia l'anime che la serie Netflix a cui è liberamente ispirata), ho letto "Arsenio Lupin, ladro gentiluomo": una lettura semplice e molto piacevole, i gialli "classici" si confermano la mia comfort zone (salvo rare eccezioni).

    Ora sto riprendendo il Neuromante di Gibson, del quale ho già alle spalle un tentativo fallito. Vorrei portarlo a termine, sia perché mi scoccia enormemente accantonare i libri, sia perché c'è qualcosa che mi intriga, eppure mi sto rendendo conto che il cyberpunk (in qualsiasi incarnazione artistica) fa parte di quei generi che sulla carta dovrei adorare e invece affronto in maniera assai faticosa. Non so perché ma li trovo sempre troppo cervelloticamente descrittivi e poco improntati all'azione, ma forse sono io che ho aspettative sbagliate. :(
     
  15. Aslan

    Aslan
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    5 Novembre 2005
    Messaggi:
    11.247
    "Mi Piace" ricevuti:
    7.128

    27 Dicembre 2023

    Ho appena terminato Leggende alla Fine del Tempo di Moorcock, e in generale non mi è piaciuto. Ieri sera ho iniziato il ciclo di Hawkmoon.
    Poi in coda alcune letture di Calvino

    Inviato dal mio SM-A145R utilizzando Tapatalk
     
    #16830
    Ultima modifica: 28 Dicembre 2023

Condividi questa Pagina