1. Il regolamento del Forum è stato ripristinato e aggiornato, lo puoi trovare in ogni momento in basso a destra cliccando su "Termini e Condizioni d'uso del sito". Ti preghiamo di leggerlo e di rispettarlo per mantenere il forum un luogo piacevole ed accogliente per tutti. Grazie!
    Chiudi

Libri

Discussione in 'Intrattenimento' iniziata da madcap, 7 Aprile 2004.

  1. Lorerock

    Lorerock
    Expand Collapse
    Bianco Che Abbraccia Il Nero

    Registrato:
    23 Aprile 2014
    Messaggi:
    6.189
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.568

    1 Maggio 2023

    Un libro che da tanto volevo leggere, e finalmente ci sono riuscito “Se questo è un uomo” - Consigliatissimo..
     
    A Dwight Fry piace questo elemento.
  2. Dwight Fry

    Dwight Fry
    Expand Collapse
    Cialtrone

    Registrato:
    20 Gennaio 2009
    Messaggi:
    10.074
    "Mi Piace" ricevuti:
    10.788

    2 Maggio 2023

    Finito di leggere “Shining” di King.

    Potrei scrivere un papiro, mi limiterò a dire che capisco meglio il giudizio freddino del Re sul capolavoro dell'altro Re: Kubrick non solo ha fatto uno splendido lavoro di editing cinematografico ma ha anche aggiunto elementi che funzionano alla grande, lavorando intelligentemente con le allusioni e il non-detto, laddove King spiega sempre tutto (troppo).
    Il film invece asciuga, lasciando che a emergere sia l'essenza, l'orrore nudo e crudo.

    Da questo punto di vista, meglio il film, del resto gli elementi più paurosi sono lì e non nel libro: i monologhi di Danny davanti allo specchio, i giri col triciclo, le cascate di sangue davanti all'ascensore, le gemelle nel corridoio...

    Certamente qualche copia in meno il libro l'avrebbe venduta, se a determinare il suo successo anche al di fuori dell'ambito letterario fosse stato un film fedele al romanzo (la miniserie televisiva di Garris, per capirci) e non la gemma “infedele” realizzata da Kubrick.
    Ma pur coi suoi difetti, specie di ritmo (incredibile quanto si dilunghi nelle ultime 100 pagine), il romanzo merita. Non è un capolavoro, tuttavia aggiorna efficacemente la lezione di Poe, Shirley Jackson e Marasco.

    Ora sto leggendo il mio Atlante Giunti sul punk, iniziato stamattina e già divorato per metà, complice un blackout di quattro ore qui in zona che mi ha impedito di fare altro.
     
    A alexmai piace questo elemento.
  3. corpsegrinder jon

    corpsegrinder jon
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    11 Luglio 2007
    Messaggi:
    9.046
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.913

    3 Maggio 2023

    Quindi tecnicamente King boccia il film di Kubrick perché migliore del libro:hihi:
    Ci può stare una volta tanto,io non ho il romanzo freschissimo quindi non saprei,certo il film e' assolutamente iconico le prove attoriali, l'atmosfera e diverse scene indimenticabili.
    Io invece ho concluso il primo King per quest'anno,Le Notti di Salem.
    Anche qui mi sento di dire che non e' un capolavoro assoluto,un ottimo libro invece si.
    Lentuccio a partire,poi ti trascina come al solito,momenti sinistri come pochi nonostante l'antagonista più vecchio del mondo..
     
    A alexmai piace questo elemento.
  4. Dwight Fry

    Dwight Fry
    Expand Collapse
    Cialtrone

    Registrato:
    20 Gennaio 2009
    Messaggi:
    10.074
    "Mi Piace" ricevuti:
    10.788

    3 Maggio 2023

    Lo definì una bella auto senza motore, se ricordo bene.
    Per me è esattamente il contrario: il romanzo è una bella auto multiaccessoriata, da città. Il film invece è una macchina con meno optional ma molto più sportiva e "performante".
    Non so se mi spiego.

    Alla luce del romanzo, comunque, anche il film ha dei difetti: il ruolo di Hallorann, per esempio. Se è vero che King gli dà uno spazio finanche eccessivo, descrivendo minuziosamente tutto quello che fa, dice e pensa (in particolare da quando riceve la richiesta d'aiuto di Danny), è vero pure che Kubrick lo ridimensiona fino a renderlo quasi una comparsa.
    Non ho mai amato il sottofinale girato in esterna, inoltre, ma il film ha quella chiusura genialoide che secondo me King s'è mangiato le mani quando l'ha visto: per quanto surreale, è in armonia con alcuni fatti narrati nel romanzo.

    Per quanto riguarda gli attori, nessuno che abbia letto il romanzo penserebbe mai a Nicholson e alla Duvall come protagonisti. Su questo, King ha in parte ragione. Paradossalmente non sono le facce giuste per un film tratto dal libro: lo diventano, però, in un film che si limiti a prendere il cuore del romanzo, tracciando nuove vie. Ecco allora che senza Nicholson e Shelley Duvall, il film perderebbe un buon 50% del suo valore.
    In estrema sintesi:
    E' come se si fossero sfidati sul medesimo terreno ma ciascuno con la sua arma. Per me vince Kubrick, anche in virtù dei due finali.
    Che poi
    vorrei capire per quale motivo dei fantasmi in grado di aprire una porta chiusa a chiave e liberare l'uomo lì segregato, non siano poi capaci di girare la manovella per abbassare la pressione di una caldaia, senza il bisogno di ricorrere al corpo martoriato di Jack

    "Le Notti di Salem" mi manca, però una vita fa ho visto il film (noiosetto) di Larry Cohen.
    Non è uno dei suoi libri che vorrei leggere nell'immediato, mi mancano ancora titoli più importanti come "Cimitero vivente", "La zona morta", "Misery", "L'ombra dello scorpione" e le raccolte di racconti brevi (Mucchina a suo tempo mi ha consigliato "A volte ritornano" e altri due), quindi vedremo. Ovviamente se lo beccassi su qualche bancarella o in qualche negozio dell'usato non ci penserei due volte a comprarlo.

    Per ora con l'horror sono a posto, ho libri di Lovecraft, Matheson e Hodgson da iniziare.
     
    A corpsegrinder jon piace questo elemento.
  5. alexmai

    alexmai
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    5 Dicembre 2006
    Messaggi:
    7.517
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.055

    3 Maggio 2023

    L'ombra dello scorpione era il mio preferito assoluto di King, poi l'ho riletto a distanza di 30 anni e mi è piaciuto meno... ma la prima lettura è stratosferica...
     
    A Dwight Fry piace questo elemento.
  6. Orlando1987

    Orlando1987
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    29 Aprile 2010
    Messaggi:
    1.691
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.097

    3 Maggio 2023

    Visto che Dwight Fry ha già parlato in modo parzialmente negativo del modo che ha King di scrivere un libro,adesso faccio anch'io la stessa cosa parlando di un libro che devo ancora finire di leggere: It

    Il libro non mi mette molta voglia di leggerlo in quanto scritto con uno stile troppo confusionario e dispersivo...spero vivamente che "It" non sia così per tutte le sua circa 1200 pagine,sopratutto perchè altrimenti l'idea di mettere come antagonista un clow malvagio soprannaturale avrebbe potuto fare del libro un capolavoro.

    Uso il condizionale perchè-lo ripeto-non ho ancora letto il libro per intero.
     
  7. corpsegrinder jon

    corpsegrinder jon
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    11 Luglio 2007
    Messaggi:
    9.046
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.913

    3 Maggio 2023

    L'ombra dello Scorpione e' forse l'unico libro che ho iniziato un paio di volte per poi lasciarlo perdere(eccezione,visto quanto sono fissato col finire i libri,anche quelli che non mi prendono più di tanto),spaventato dalla mole.
    La terza e' stata quella buona,il suo migliore finora tra quelli che ho letto.
    Pet Sematary e Misery si direi qualcosina sopra Le notti di Salem.
     
    A alexmai e Dwight Fry piace questo messaggio.
  8. Dwight Fry

    Dwight Fry
    Expand Collapse
    Cialtrone

    Registrato:
    20 Gennaio 2009
    Messaggi:
    10.074
    "Mi Piace" ricevuti:
    10.788

    3 Maggio 2023

    In questo caso non è una questione di stile, semmai di struttura: normale che un romanzo complesso come "IT" abbia una struttura altresì complessa, vista la stratificazione di personaggi e sottotrame, e i balzi in avanti e all'indietro sulla linea temporale.
    Per certi versi questo è anche il suo punto forte.

    Tieni duro, vedrai che ti appassionerai alle vicende man mano che verrai guidato nelle storie private dei vari personaggi. Sulle prime è normale sentirsi un po' spaesati, King mette tanta carne al fuoco ma "IT" è un bellissimo romanzo, al netto di qualche lungaggine e del solito sottofinale/finale alla King (= poco entusiasmante).
     
    #16643
    Ultima modifica: 4 Maggio 2023
    A alexmai piace questo elemento.
  9. Lorerock

    Lorerock
    Expand Collapse
    Bianco Che Abbraccia Il Nero

    Registrato:
    23 Aprile 2014
    Messaggi:
    6.189
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.568

    3 Maggio 2023

    Io di King lessi, tanto, ma tanto tempo fa “la zona morta” davvero niente male.
     
  10. alexmai

    alexmai
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    5 Dicembre 2006
    Messaggi:
    7.517
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.055

    3 Maggio 2023

    It è un romanzo a mio avviso strepitoso, che peraltro sopravvive a una seconda lettura senza perdere molto (mentre nel mio caso L'ombra dello scorpione alla rilettura ha perso molto). La parte finale è una sorpresa totale per chi ha visto film e serie... dagli fiducia!
     
  11. Orlando1987

    Orlando1987
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    29 Aprile 2010
    Messaggi:
    1.691
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.097

    4 Maggio 2023

    @Dwight Fry e @alexmai vi ringrazio sinceramente per l'incoraggiamento a proseguire la lettura di "It".
     
    A Riky, alexmai e Dwight Fry piace questo elemento.
  12. Carnival900

    Carnival900
    Expand Collapse
    A New Level

    Registrato:
    23 Agosto 2010
    Messaggi:
    13.874
    "Mi Piace" ricevuti:
    6.163

    11 Maggio 2023

    Io invece mi ero seriamente impantanato con l'autobiografia di Henry Ford, datata originariamente 1925 e letta da me nella versione ristampata/pubblicata nel 1980. È incredibile quanto la lingua sia cambiata in quasi un secolo, ha reso tutta la lettura molto più difficile del previsto (più di una volta ho pensato di mollare).
    250 pagine che a pelle mi sono sembrate minimo il doppio se non il triplo. A tal riguardo m'è venuto a mente più di una volta "La chiave a stella" di Levi, più che altro per alcuni tecnicismi, anche se tra i due a conti fatti secondo me non c'é proprio paragone. 3,5/5, ci sono comunque delle chicche non indifferenti (:graziealcazzo:) in un mare di parole.

    Ora sotto a tutta birra con "La compagnia dell'anello" :hype:
     
  13. Vic Rattlehead

    Vic Rattlehead
    Expand Collapse
    Cortexiphan Addicted

    Registrato:
    21 Settembre 2002
    Messaggi:
    14.908
    "Mi Piace" ricevuti:
    7.459

    16 Maggio 2023

    Evviva il Capitano!
    FB_IMG_1684232429367.jpg
     
  14. alexmai

    alexmai
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    5 Dicembre 2006
    Messaggi:
    7.517
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.055

    16 Maggio 2023

    Finito ieri sera... faticoso, ma il finale premia.
    Pare che Netflix ne abbia progettato una serie tv, ma l'abbia cancellata prima della produzione
     
  15. The Neuromancer

    The Neuromancer
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    22 Aprile 2010
    Messaggi:
    3.899
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.219

    17 Maggio 2023

    @Quintus Horatius parlaci di Mea Culpa del Dott. Destouches, a.k.a Céline!

    Il sottoscritto ha letto metà della Trilogia del Nord ed è digiuno del resto, a parte il Dottor Semmelweis, che è un libercolo un po' acerbo (è la tesi di laurea romanzata).

    Siccome nel frattempo sono passato ad altro sarò costretto a riprendere daccapo il secondo romanzo, però che scrittore, ragazzi!
     
    #16650
    Ultima modifica: 17 Maggio 2023
    A Aslan piace questo elemento.

Condividi questa Pagina