1. Il regolamento del Forum è stato ripristinato e aggiornato, lo puoi trovare in ogni momento in basso a destra cliccando su "Termini e Condizioni d'uso del sito". Ti preghiamo di leggerlo e di rispettarlo per mantenere il forum un luogo piacevole ed accogliente per tutti. Grazie!
    Chiudi

Libri

Discussione in 'Intrattenimento' iniziata da madcap, 7 Aprile 2004.

  1. corpsegrinder jon

    corpsegrinder jon
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    11 Luglio 2007
    Messaggi:
    9.046
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.913

    4 Marzo 2023

    Si,in quei capitoli fa davvero venire voglia di approfondire gli album per come ne parla.
    Io coi Genesis sono fermo alle primissime cose,prima o poi mi butto almeno su Duke:hihi:
     
    A alexmai piace questo elemento.
  2. visidivi

    visidivi
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    3 Ottobre 2007
    Messaggi:
    1.689
    "Mi Piace" ricevuti:
    810

    6 Marzo 2023

    Letto la bambina che amava Tom Gordon, e nel frattempo arrivati un paio di Wu ming e sotto la porta dei sussurri di Klune. Quest'ultimo lasciatomi dal postino sotto il diluvio universale e per fortuna che era avvolto nel cellophane altrimenti lo potevo usare tranquillamente come carta igienica
     
    A alexmai piace questo elemento.
  3. Dwight Fry

    Dwight Fry
    Expand Collapse
    Cialtrone

    Registrato:
    20 Gennaio 2009
    Messaggi:
    10.074
    "Mi Piace" ricevuti:
    10.788

    13 Marzo 2023

    Finito “Per chi suona la campana”.

    Parliamo di un classico, per di più di Hemingway.
    Ultime 50-60 pagine eccezionali, per ritmo e intensità. Finale perfetto. Ma quello che c'è prima ha i suoi difetti, secondo me: alcune parti sono troppo verbose, certi soliloqui non finiscono mai e dal momento che nel romanzo non accade quasi nulla per 400 pagine... qualche sbadiglio è inevitabile.
    Aggiungo che ho mal sopportato alcuni dialoghi sentimentali, quasi imbarazzanti per la quantità di melassa, roba che al confronto il contest sull'AOR sembra un contest sul crust-punk.
    Ho letto in giro che il film tratto dal romanzo, con Cooper e la Bergman, si concentra soprattutto sulle vicende sentimentali: lieto di averlo sempre evitato.

    Un bel romanzo, quindi, però per i miei gusti è inferiore a “Addio alle armi” (volendo restare nei paraggi di Hemingway e su quel filone narrativo, è chiaro che non posso paragonarlo a “Il vecchio e il mare”).
    Ah: mi ha stupito il ritratto negativo che Hemingway fa degli anarchici, nel contesto della guerra civile spagnola.
     
    A corpsegrinder jon piace questo elemento.
  4. The Thunder God

    The Thunder God
    Expand Collapse
    Samurai che profuma di girasoli

    Registrato:
    29 Giugno 2012
    Messaggi:
    6.173
    "Mi Piace" ricevuti:
    5.525

    13 Marzo 2023

    Lo sto leggendo anch'io, sono a metà, e mi trovo d'accordo.

    In generale comunque ho sempre considerato i dialoghi romantici di Hemingway come il suo punto debole.
    "Oh ti amo, ti amo tanto, ma tu non mi ami"
    "Ti amo"
    "Oh tu non mi ami, non mi ami ma io ti amo così tanto"
    "Ti amo"
    "Oh allora amami, se mi ami, ma non mi ami come ti amo io"
     
  5. corpsegrinder jon

    corpsegrinder jon
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    11 Luglio 2007
    Messaggi:
    9.046
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.913

    13 Marzo 2023

    D'accordo anche io,Addio alle Armi e' proprio su un altro livello.
    Visto anche il film,un mattonazzo da più di 3 ore maronn,giusto evitarlo:facepalm:
    A pensarci mi manca leggere Hemingway,anche se le cose più famose le ho lette,a memoria manca giusto Festa mobile e poco altro.
    Ma per adesso ho tanto in coda,sono in mezzo a Vineland di Pynchon e poi approfitterò di diverse ebook gratuiti su Prime Reading..a proposito se a qualcuno interessa,tra le altre cose,ci stanno diversi lavori della Ernaux(premio nobel per la letteratura l'anno scorso),Il Colibrì di Veronesi ecc..
     
  6. Idol

    Idol
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    11 Dicembre 2020
    Messaggi:
    5.095
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.517

    13 Marzo 2023

    Allora adesso che inizieranno i gironi ti tagghero' sempre per partecipare :sisi::lookaround:
     
  7. DarkWing

    DarkWing
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    21 Novembre 2003
    Messaggi:
    23.345
    "Mi Piace" ricevuti:
    4.682

    13 Marzo 2023

    Su Hemingway sono nella medesima posizione. Ho letto le cose più famose, ho Festa Mobile da leggere e qualcos'altro. E sarà banale, ma Il Vecchio e il Mare per me resta un capolavoro totale.
    Vineland sono stato a un passo dal comprarlo cartaceo qualche giorno fa curiosando in una libreria. Ma poi ho veramente troppa roba arretrata da leggere e di accollarmi qualcosa di così impegnativo non me la sono sentita
     
  8. Quintus Horatius

    Quintus Horatius
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    6 Luglio 2013
    Messaggi:
    1.401
    "Mi Piace" ricevuti:
    572

    13 Marzo 2023

    Hemingway partecipò alla guerra civile spagnola, al pari di alcuni altri volontari (soprattutto intellettuali, ma non solo), più per un'avversione nei confronti del fascismo che non per una vera e propria adesione a una delle correnti del socialismo, nonostante corteggiasse di tanto in tanto il movimento comunista "ufficiale". Se non ricordo male, vedeva addirittura in D'Annunzio, che io preferisco chiamare "il Rapagnetta", una possibile guida della resistenza italiana contro la politica di Mussolini.
    Come sai, durante la guerra civile spagnola, si combatterono due battaglie: una contro le milizie franchiste e l'altra, articolata in diverse fasi, in seno al movimento antifranchista. I repubblicani e i democratici, genericamente antifascisti, sovente aborrivano le politiche, avviate a un'immediata collettivizzazione, del POUM e degli anarchici della CNT/FAI (questi ultimi si macchiarono poi di una colpa troppo spesso taciuta::accettare posti di potere assieme alla coalizione mista; quella però è, come si suole dire, un'altra, e complessa, storia...). Oltre all'astio, malcelato o espresso che fosse, dei repubblicani, il POUM e la CNT/FAI attirarono l'ira del movimento comunista "ufficiale" (leggasi i tirapiedi di Stalin) e infatti, cosa risaputa, vennero falcidiati dalle milizie miste, con il beneplacito di Dolores Ibarurri.
    Tutto questo -scusa la lunga digressione storica- per dire che il clima culturale sfavorevole alle forza spagnole più radicali, corroborato dalle campagne democratiche e staliniste, condizionò parecchi intellettuali e scrittori (e pure tanti lavoratori giunti volontariamente in Spagna per ingrossare le fila degli antifranchisti).
     
  9. The Neuromancer

    The Neuromancer
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    22 Aprile 2010
    Messaggi:
    3.899
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.219

    13 Marzo 2023

    Siccome pensavo che Hemingway fosse simpatizzante del POUM non mi aspettavo neanch'io questa antipatia, però va detto che gli anarchici spagnoli fecero la loro parte di violenze come distruzione di chiese, profanazione di cimiteri, scoperchiamento delle tombe dei chierici, e così via. Però condivisero con il POUM l'essere nel mirino delle purghe: morirono anarchici importanti in queste operazioni come Buenaventura Durruti, Camillo Berneri e probabilmente anche altri di cui non mi ricordo.

    Su D'Annunzio invece volevo solo precisare che fu visto come un possibile "Duce" alternativo a Mussolini da molti fascisti intransigenti come Farinacci, e specie quando si faceva strada l'idea di formare un governo di unità nazionale con Mussolini a capo gli istransigenti spinsero sempre per D'Annunzio al fine salvare il fascismo dal compromesso mortale con le forze antifasciste. Di tutto questo credo che D'Annunzio non ne sapesse nulla, o che glie ne fregasse assai poco.
     
  10. Dwight Fry

    Dwight Fry
    Expand Collapse
    Cialtrone

    Registrato:
    20 Gennaio 2009
    Messaggi:
    10.074
    "Mi Piace" ricevuti:
    10.788

    13 Marzo 2023

    Non è banale: è vero.

    Ma figurati. Repetita iuvant. Il fatto è che avendo letto alcune cose di Chomsky e Orwell ho maturato un'idea un po' diversa ma non è questo il topic giusto per parlarne.

    A Hemingway riconosco comunque la straordinaria capacità letteraria di saper trascinare (in una prospettiva dal basso) il lettore nelle pieghe nascoste della guerra, quelle in cui i buoni e i cattivi non esistono e tutto, piaccia o meno, diventa grigio e tragico.
    Le ultime 50 pagine di "Per chi suona la campana" te la fanno odiare sul serio, la guerra.
     
    A Quintus Horatius piace questo elemento.
  11. Quintus Horatius

    Quintus Horatius
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    6 Luglio 2013
    Messaggi:
    1.401
    "Mi Piace" ricevuti:
    572

    13 Marzo 2023

    Bisogna anche tenere conto delle violenze perpetrate per secoli dal clero spagnolo, influente e legatissimo al potere temporale, ai danni di braccianti e contadini nelle campagne.
    Sì, perse la vita anche Andres Nin, figura carismatica del POUM, nonché moltissimi lavoratori e lavoratrici antistalinisti. A chi fosse interessato e volesse saperne di più sul periodo, consiglio, tra i tanti, i lavori dello storico Agustin Guillamon.

    Certo, ma da loro te lo saresti aspettato, meno da Hemingway, benché avesse sempre avuto un rapporto di amore e odio con il Rapagnetta, il quale trascorse anni isolato e guardato con sospetto dal regime.
     
  12. The Neuromancer

    The Neuromancer
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    22 Aprile 2010
    Messaggi:
    3.899
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.219

    13 Marzo 2023

    Sì ma io propendo per il movente "clima della guerra civile": storicamente il clero sarà stato duro ma dubito che si possano giustificare certe azioni basandosi sull'assunto dell'oppressione secolare, per me è molto più logico pensare che stavano gli uni contro gli altri e se le davano di santa ragione. Non parlo solo degli anarchici.

    Comunque per tornare in topic, non ho mai letto niente di Hemingway, solo Orwell, anche lui simpatizzante del POUM.
    Però ora che invece sto leggendo "I Proscritti" di Ernst Von Salomon, mi rendo conto di quanto sia importante avere prima una biuona infarinatura sulla storia del periodo, altrimenti si rischia di prendere la memoria individuale come Verità...
     
  13. Quintus Horatius

    Quintus Horatius
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    6 Luglio 2013
    Messaggi:
    1.401
    "Mi Piace" ricevuti:
    572

    13 Marzo 2023

    Punto di vista interessante, che non condivido. Magari riprenderemo nella sezione "Storia", per non appesantire questa discussione dedicata ai libri.
     
  14. corpsegrinder jon

    corpsegrinder jon
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    11 Luglio 2007
    Messaggi:
    9.046
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.913

    13 Marzo 2023

    Guarda io volevo approcciarlo da tempo e mi sono deciso.
    Sono andato a recuperare alcuni messaggi interessantissimi di @The Transgressor (a proposito non posta da un po':D) e co. su mattoni e postmodernismo e appunto ho scelto Vineland che veniva consigliato perchè tra i più semplici di Pynchon.
    In effetti non trovo difficoltà di sorta a parte stranezze nella trama e nelle situazioni,poi appunto del contenuto se ne può parlare:hihi:
     
  15. Dwight Fry

    Dwight Fry
    Expand Collapse
    Cialtrone

    Registrato:
    20 Gennaio 2009
    Messaggi:
    10.074
    "Mi Piace" ricevuti:
    10.788

    15 Marzo 2023

    Presi oggi:

    "La peste" di Camus.
    "E Johnny prese il fucile" (quello di One dei Metallica, per la cronaca) di D. Trumbo.
    "Pian della Tortilla" di Steinbeck.
     

Condividi questa Pagina