1. Il regolamento del Forum è stato ripristinato e aggiornato, lo puoi trovare in ogni momento in basso a destra cliccando su "Termini e Condizioni d'uso del sito". Ti preghiamo di leggerlo e di rispettarlo per mantenere il forum un luogo piacevole ed accogliente per tutti. Grazie!
    Chiudi

Iron Maiden

Discussione in 'Heavy Metal' iniziata da Daniele "dani66" D'Adamo, 22 Settembre 2011.

  1. Zerotolerance70

    Zerotolerance70
    Expand Collapse
    Higher. Further. Faster.

    Registrato:
    6 Settembre 2008
    Messaggi:
    13.440
    "Mi Piace" ricevuti:
    7.362

    11 Settembre 2015

    Beh, Angus, leggi un po' di recensioni qui su TM: quanti dischi hanno preso voti di piena insufficienza? Io ne vedo davvero pochissimi. Non mi dirai mica che la media qualitativa reale delle uscite è così buona, su. Ormai si è capito che nella fascia sotto il 70/100 vengono collocati i dischi only for fans, in altri termini quelli tranquillamente evitabili. Il commento poi è ancora più duro.
     
  2. Vecchio Rocker

    Vecchio Rocker
    Expand Collapse
    Member

    Registrato:
    15 Maggio 2013
    Messaggi:
    99
    "Mi Piace" ricevuti:
    34

    11 Settembre 2015

    Grande risposta man!!! :applause::applause::applause:
     
  3. Vince Summers

    Vince Summers
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    9 Giugno 2010
    Messaggi:
    4.417
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.534

    11 Settembre 2015

    Bah, io tra l'altro non vedo ancora tutta sta negatività nella recensione.. ne parlate come se fosse una super bocciatura, ma non lo è. Si sottolineano lati negativi e lati positivi, per cui la sufficienza ci sta.
    E poi, da che mondo è mondo, il 6 significa sufficienza, non sarà mica truemetal a cambiare le regolamentazioni scolastiche :D
     
    A Night_Writer piace questo elemento.
  4. TheWorld

    TheWorld
    Expand Collapse
    Trallallà Metaller

    Registrato:
    6 Giugno 2004
    Messaggi:
    5.934
    "Mi Piace" ricevuti:
    365

    11 Settembre 2015

    Piu' che altro a me pare che si parli della recensione molto piu' che del disco... da fin troppe pagine.
     
    A forza panino e maxthecat piace questo messaggio.
  5. Blitz

    Blitz
    Expand Collapse
    < Ghost in the Ruins >

    Registrato:
    30 Agosto 2011
    Messaggi:
    15.633
    "Mi Piace" ricevuti:
    8.074

    11 Settembre 2015

    Gli ascolti proseguono. Sta migliorando, lo sto assimilando... ma alcune cose non riesco ancora a farmele piacere fino in fondo. Vedremo se si tratterà del disco che devi ascoltare BENE più è più volte o il giudizio cambierà.

    Ah, non so come siano messi i due dischi nella versione standard, ma in quella a libro sono praticamente uno sopra l'altro. Scomodissimo, se voglio ascoltare il cd2 (che sta sotto). Potevano studiarsela meglio.
     
  6. Zerotolerance70

    Zerotolerance70
    Expand Collapse
    Higher. Further. Faster.

    Registrato:
    6 Settembre 2008
    Messaggi:
    13.440
    "Mi Piace" ricevuti:
    7.362

    11 Settembre 2015

    Mi ricordo che in quarta liceo ci era capitata una professoressa di filosofia piuttosto giovane, che aveva uno strano modo di gestire i voti: le insufficienze non esistevano. Per prendere un "sei" praticamente bastava che ti presentassi in classe il giorno dell'interrogazione. Una volta un mio compagno cannò quasi completamente l'interrogazione, era evidente che non aveva studiato: gli diede 7. Ci rimase di stucco per primo lui, gli pareva di aver vinto una partita con un rigore regalato al 90°. Ma era evidente a tutti che quel 7 equivaleva ad un 5 secco, nella sua strana scala di valori, perchè se uno aveva studiato davvero, allora fioccavano voti altissimi. C'era gente con la media del 9, fai te.

    Racconto questo aneddoto per dire che anche a scuola possono esserci scale di valori parecchio di manica larga nel valutare le performance; su questo sito per me è la stessa cosa.

    Io più ascolto il disco più mi piace, e non sono certo un fan boy dei Maiden, dato che da No prayer for the dying compreso in poi sono davvero pochissimi i dischi che salvo. Vedo che questo mio giudizio è confermato dalle molte recensioni positive che l'album sta ricevendo un po' ovunque, e di conseguenza mi fa sempre più strano sapere che uno dei pochissimi siti ad averlo commentato negativamente è proprio questo qui.
    E penso che sia anche questo, uno dei motivi per cui di questa cavolo di recensione si parla così tanto.
     
  7. Vecchio Rocker

    Vecchio Rocker
    Expand Collapse
    Member

    Registrato:
    15 Maggio 2013
    Messaggi:
    99
    "Mi Piace" ricevuti:
    34

    11 Settembre 2015

    Dopo il 7o ascolto, la mia top list della discografia IM cambia così:
    1 Killers
    2 the Number of the Beast
    3 Piece of mind
    4 Iron Maiden
    5 Somewhere in time
    6 Powerslave
    7 Book of souls
    8 Seventh son of a Seventh son
    :deal:
     
    A maxthecat piace questo elemento.
  8. ReunionDay

    ReunionDay
    Expand Collapse
    Active Member

    Registrato:
    13 Luglio 2012
    Messaggi:
    923
    "Mi Piace" ricevuti:
    223

    11 Settembre 2015

    Ammazza sto disco piace parecchio...e io devo aspettare ancora fino a domenica per sentirlo...cheppalleeee!
     
  9. Battleangel

    Battleangel
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    4 Novembre 2012
    Messaggi:
    8.152
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.636

    12 Settembre 2015

    Addirittura davanti a.....:-o:-o:-o :lookaround:
     
  10. Blitz

    Blitz
    Expand Collapse
    < Ghost in the Ruins >

    Registrato:
    30 Agosto 2011
    Messaggi:
    15.633
    "Mi Piace" ricevuti:
    8.074

    12 Settembre 2015

    È uno scherzo vero?

    Inviato con LG G3 da Tapatalk.
     
  11. Battleangel

    Battleangel
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    4 Novembre 2012
    Messaggi:
    8.152
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.636

    12 Settembre 2015

    probabile....:lookaround:


    Spero oh!
     
  12. Federico95

    Federico95
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    11 Agosto 2009
    Messaggi:
    17.385
    "Mi Piace" ricevuti:
    6.903

    12 Settembre 2015

    Ma sarà anche libero di avere le sue preferenze :lookaround:
     
    A Vecchio Rocker piace questo elemento.
  13. Vince Summers

    Vince Summers
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    9 Giugno 2010
    Messaggi:
    4.417
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.534

    12 Settembre 2015

    Angry Metal Guy da' a Book Of Souls 2.5 su 5... recensione interessante.
     
  14. Flea

    Flea
    Expand Collapse
    Fanboy

    Registrato:
    2 Aprile 2005
    Messaggi:
    15.693
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.389

    12 Settembre 2015

    Dopo un ulteriore ascolto completo (comunque le singole tracce le ho ascoltate parecchio separatamente in questi giorni), mi sento pronto per un track-by-track con voto delle relative canzoni dell'album:

    If Eternity Sould Fail - Un'opener un po' atipica, come lo era anche Satellite 15...The Final Frontier: una corposa intro per addentrarci nelle atmosfere e nel tema dell'artwork dell'album, poi la canzone vera e propria che, anziché partire a cannone come tipico dei brani di apertura, mantiene un ritmo più da mid-tempo. La differenza con l'album precedente però è che Eternity ha un'intro più breve ed accessibile, che non annoia l'ascoltatore e soprattutto che poi la canzone vera e propria stavolta è bella :) Anzi, direi proprio ottima, anche perché non si mostra al 100% da subito, ma cresce ad ogni ascolto e si apprezzano sempre di più i riff ed il ritornello. Molto bella anche la parte strumentale, dove da subito si nota il basso di Harris che pompa come ai bei tempi e che ha la particolarità di non contenere assoli, che vengono invece relegati in sottofondo all'ultimo refrain...scelta forse opinabile, visto che si fa più fatica ad apprezzarne la qualità, ma che ho gradito comunque.
    Ammetto che in genere preferisco le opener più dirette e veloci, come lo erano The Wicker Man (che rimane la miglior #1 del post-reunion) e Different World, ma la grandezza di questo brano trascende il gusto personale su come dovrebbe iniziare un album, per cui è promosso con VOTO 8.

    Speed Of Light - Inizialmente mi aveva preso il giusto, ma nonostante la sua struttura da singolo promozionale, cresce di molto anche con gli ascolti e alla fine ti entra in testa ed impari ad apprezzarne anche le imperfezioni, come la voce di Bruce che fa evidentemente fatica, ma senza ricorrere a ritocchi in studio, canta ogni parte vocale in presa diretta (caratteristica di tutto l'album), così che ogni ritornello ed ogni bridge risultano leggermente diversi l'uno dall'altro. Tornando al pezzo in questione, veramente superlativo il riff che fa da sottofondo al bridge e che poi viene riproposto in tutto il suo splendore dopo l'ottima sezione strumentale. VOTO 7.

    The Great Unknown -
    Altro brano che inizialmente mi aveva convinto poco, oltre ad essere quello in cui Bruce fa più fatica e soprattutto nel bridge si sente che è davvero al limite. Però col passare degli ascolti, sebbene non si arriva ad un punto di eccellenza assoluta, le qualità del brano vengono fuori, come la bellissima sezione strumentale che si apre a 3/4 di brano e di fatto lo porta a termine, forse in modo anche un po' troppo brusco. Probabilmente la chiusura che poi è un reprise dell'intro è l'unica parte un po' troppo lunga (circa 1 minuto e mezzo) e poteva essere almeno dimezzata, ma per il resto rimane una bella canzone. VOTO 6,5.

    The Red And The Black -
    Ne ho decantato le lodi sin da subito e ne ho già descritto le caratteristiche fino alla nausea. Il mio parere non cambia: è il mio brano preferito dell'album e sono convinto che fosse stato contenuto in un qualsiasi altro disco da 30 anni fa in avanti sarebbe stato un instant classic. E' tutto assolutamente perfetto: dalle linee vocali, sempre doppiate dalle chitarre, ai tanti riff che compongono la splendida parte strumentale, che ogni volta vorrei non finisse mai per quanto è bella! Ho trovato un senso persino all'odiatissima intro/outro di basso, vedendola come una sorta di firma di Harris che non ci regalava un capolavoro di questo calibro da Blood Brothers (parlo ovviamente di quelle firmate solamente a suo nome). VOTO 10.

    When The River Runs Deep -
    Altra perla dell'album, su cui avevo già speso qualche parola in precedenza. In realtà è un brano abbastanza standard, ma molto trascinante e veloce (penso sia la canzone più veloce del disco, almeno nelle strofe), con un bel riff "punkettone" che ad un certo punto prende piede e non molla più la canzone^^ Ancora una volta ottimi gli assoli nella parte strumentale, ma questa è praticamente una costante per tutto il disco. VOTO 8.

    The Book Of Souls -
    La miglior title-track dai tempi di Fear of The Dark? Probabilmente sì, anzi, diciamo anche DECISAMENTE sì. Vero che da allora le title-track son state solamente 3, ma tra queste Brave New World e Dance of Death non erano facili da battere (The Final Frontier di contro è battuta già in partenza :D), ma The Book Of Souls ci riesce anche piuttosto brillantemente, proponendo un brano lungo ed epico, che si svela pian piano, cominciando in modo vagamente Powerslave, anche se con un ritmo molto più cadenzato e sviluppandosi poi in una magnifica cavalcata maideniana (subito dopo Bruce che annuncia destruction begins). Si giunge a fine brano restando a bocca aperta e questo solo al primo ascolto, perché con i successivi è garantito che tutta la prima parte farà sempre più breccia nei vostri cuori. Ah, tra l'altro a chi si chiedeva a cosa diavolo servisse la presenza di Gers negli Iron Maiden, oltre a gigioneggiare sul palco: questo brano è la risposta! Ma anche The Talisman, ma anche The Legacy, ma anche Dance of Death, ma anche Dream of Mirrors. VOTO 9,5.

    Death Or Glory - Davvero poco da dire su questo brano, che apre il secondo disco in maniera più classica rispetto al primo: canzone dritta, veloce e con un ritornello semplice ed immediato. Penso sia il brano più a facile presa di tutto l'album e forse sarebbe stato anche più adatto come singolo di apertura (detto che Speed of Light ha comunque le carte in regola per esserlo). VOTO 7,5.

    Shadows Of The Valley -
    Sì, ok l'inizio è uguale a Wasted Years, ma non è per questo che lo ritengo un gradino inferiore alla maggior parte dei brani dell'album. E' piuttosto per delle melodie e un ritornello che non lasciano tantissimo, pur non essendo disprezzabili (strano poi che invece il refrain di Benjamin Breeg cui un pochino assomiglia, mi piacca parecchio), poi però accade qualcosa a circa 4 minuti e mezzo, con la solita sezione strumentale che cambia faccia alla canzone e in cui il secondo, bellissimo, solo introduce l'altrettanto bellissima ed epica linea vocale, poi enfatizzata con il coro. Solo questa parte innalza il livello della canzone dalla semplice sufficienza a qualcosa di più. VOTO 7.

    Tears Of A Clown -
    Un capolavoro non deve per forza durare 10+ minuti: eccone la dimostrazione. Uno dei brani migliori di The Book Of Souls è proprio la sua canzone più breve, che ricorda molto lo stile del Dickinson solista, anche se il cantante non è tra gli autori del pezzo. La canzone di per sé è piuttosto semplice, ma è graziata da un riff roccioso, bellissime linee vocali, e un'interpretazione di Bruce degna delle sue migliori performace, segno che su un range vocale meno estremo, sa ancora fare la differenza e donare qualcosa di più ai brani. Poi c'è quello che da profano è per me il miglior assolo dell'album ed un testo molto toccante. Non serve altro per farne un highlight di altissimo livello. VOTO 9.

    The Man Of Sorrows -
    Ancora una volta Murray firma il pezzo più "prog" dell'album, dopo averci proposto la bellissima The Man Who Would Be King nell'album precedente. Stavolta il risultato è un pochino meno brillante, ma sempre di alto livello, perché se la traccia in questione non prende da subito, la sua struttura particolare (intro, strofa, 2 ritornelli), i sempre bellissimi assoli e le melodie raffinate, alla fine vengono fuori ed il brano riesce a farsi apprezzare anche parecchio. VOTO 7,5.

    Empire Of The Clouds -
    Il fatidico pezzo da 18 minuti. Il brano più lungo dei Maiden. Quello che ommioddiosacrilegio ha scalzato The RIme Of The Ancient Mariner dal primato. C'era grande attesa e un'ancora più grande aspettattiva, credo da parte di tutti, per questo brano, compreso probabilmente chi già partiva prevenuto e lo bollava come sicuro flop.
    Sì beh...senza girarci tanto attorno, Empire of The Clouds è un capolavoro punto e basta.
    Se non vi emozionate durante l'intro di piano ed archi, controllate se nel vostro petto c'è un grosso squarcio, più o meno all'altezza del cuore, perché probabilmente ve lo hanno sostituito con un pezzo di pietra.
    La canzone racconta la vicenda e la tragedia del dirigibile R101, con un parallelismo tra parole e musica davvero da pelle d'oca e proprio per questo diventa fondamentale avere il testo davanti agli occhi (o per i più bravi comprenderlo direttamente dal cantato) mentre si segue la canzone.
    Strutturalmente il brano è in realtà anche meno complesso di quello che sembra, visto che le linee vocali non sono così numerose e la sezione strumentale propone appena 2 soli, di cui il primo arriva solo dopo 10 minuti...insomma, con il prog non c'entra nulla e questo non è affatto un difetto in realtà, visto che il punto di forza della canzone non è di certo l'innovazione stilistica, né la complessità, d'altra parte nessuna delle due cose è mai stata una caratteristica dei Maiden. Insomma, la canzone è allo stesso tempo nel pieno stile della band, ma anche così diversa da tutte le altre loro suite recenti.
    L'interpretazione di Bruce è anche qui ai massimi livelli, ma non poteva essere altrimenti da un cantante di questo calibro, appassionato di volo e pilota che narra la storia di un famoso dirigibile.
    Solo applausi e tanta, tantissima stima per questo artista che, va bene, vocalmente sarà anche calato quando deve urlare, ma che a quasi 60 anni e dopo 35 di successi in cui non deve dimostrare più niente a nessuno, si mette lì al piano e compone un pezzo del genere, quando potrebbe tranquillamente accontentarsi di metter su una serie di brani standard in stile Death Or Glory (che ripeto piacermi molto, nonostante tutto) ché tanto nessuno gli direbbe nulla. VOTO 10.

    In definitiva un grandissimo album, se non era sufficientemente chiaro dal track-by-track :D
    Il migliore di sempre dopo Seventh Son? No, dai, per tanti motivi quei 7 sono intoccabili, anche se poi per affetto sono spesso legato ad album più recenti.
    Il migliore del post-reunion? Potrebbe essere, ma sempre per ragioni affettive, tendo a considerare Brave New World sempre un pelino sopra.
    Di certo è che l'album è davvero ben strutturato e scorre via molto bene, nonostante i suoi 90 e passa minuti, senza tempi morti e senza tracce scadenti: in questo solo A Matter of Life And Death, tra i post-reunion, riusciva ad eguagliarlo, ma l'album del 2006 non aveva dei brani singoli della portata di Empire of The Clouds o The Red And The Black.
    Ci vorrà del tempo per trovare la giusta collocazione all'interno di un'ipotetica gerarchia di preferenza tra la numerosa discografia Maideniana (considerando che comunque qualcosina all'interno di questa classifica varia ancora oggi), ma d'altronde non credo sia nemmeno così fondamentale farlo. Penso basti a tutti sapere che questa band continua a sfornare dischi favolosi, come The Book of Souls. Ed ora attendiamo di vederli dal vivo suonare questi nuovi pezzi e pronti ad esaltarci al grido di SCREAM FOR ME! :headbang:
     
    #7619
    Ultima modifica: 12 Settembre 2015
    A TheDarkSide, forza panino, Zerotolerance70 e ad altre 3 persone piace questo elemento.
  15. gobbonero

    gobbonero
    Expand Collapse
    puppa-in-posa

    Registrato:
    18 Febbraio 2011
    Messaggi:
    4.054
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.382

    12 Settembre 2015

    angry metal guy è una parodia, io lo seguo da qualche anno per farmi qualche risata
     

Condividi questa Pagina