1. Il regolamento del Forum è stato ripristinato e aggiornato, lo puoi trovare in ogni momento in basso a destra cliccando su "Termini e Condizioni d'uso del sito". Ti preghiamo di leggerlo e di rispettarlo per mantenere il forum un luogo piacevole ed accogliente per tutti. Grazie!
    Chiudi

Anticristianesimo

Discussione in 'Nordheim' iniziata da MetalWarrior87, 23 Marzo 2004.

  1. Hierophant

    Hierophant
    Expand Collapse
    Member

    Registrato:
    1 Marzo 2007
    Messaggi:
    356
    "Mi Piace" ricevuti:
    7

    12 Marzo 2009

    aveva ragione schopenhauer o si pensa o si crede---:)
    la befana esiste perchè io credo che esista...se tu reinhart non ci credi è perchè non hai nel tuo animo la predisposizione spirituale a crederci...d'altronde è inutile che sottolinei le contraddizioni dei libri scritti dalla befana...
     
  2. REINHART

    REINHART
    Expand Collapse
    Sommo Doomster

    Registrato:
    12 Settembre 2003
    Messaggi:
    3.698
    "Mi Piace" ricevuti:
    73

    12 Marzo 2009

    In compenso, fortunatamente abbiamo la predisposizione razionale a non crederci :sadic:
     
  3. Hierophant

    Hierophant
    Expand Collapse
    Member

    Registrato:
    1 Marzo 2007
    Messaggi:
    356
    "Mi Piace" ricevuti:
    7

    12 Marzo 2009

    purtroppo io credo come già detto che nell'uomo ci sia una predisposizione a "credere"...così si spiega il fenomeno religioso ma anche superstizione, magia, sette,etc..
     
  4. artaserse

    artaserse
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    24 Febbraio 2009
    Messaggi:
    59
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    12 Marzo 2009

    lo sai il motivo per cui oggi noi siamo cristiani ? perchè un certo imperatore chiamato costantino ha deciso che questa era la religione che favoriva il suo potere. e lo sai perchè lo favoriva ? perchè era incentrata principalmente sull'ubbidienza alla divinità. se tu ubbidisci a dio, se tu ubbidisci ai suoi dettami arriverai al regno dei cieli e non puoi sperare di fregare dio perchè lui vede tutto e sente tutto. è tutta una manovra politica, tutto un mezzo di controllo. nulla di più. la religione cristiana è quindi una religione dittatoriale che mira al controllo. per motivi storici proprio.

    durante il corso di tutta la storia la religione cristiana è mutata secondo quanto conveniva all'autorità, passando dalle crociate alle indulgenze a pagamento.

    non ti bastano le prove storiche confutate ed evidenti per capire l'irrazionalità del credere alla religione cattolica ?

    i dogmi che tu conosci ora sono completamente pervertiti dal significato originale, i vangeli che tu ora leggi, sempre se li hai letti, sono stati o modificati o selezionati dai padri/imperatori dei primi decenni della religione cattolica. che significato ha credere a qualcosa che nemmeno tu conosci ?

    e quindi ... ? cioè cos'è: dovrei ritirare le mie tesi perchè tu le trovi ''pesanti'', perchè sarei un ''cattivo interlocutore'' ? ho usato con te tutta la diplomazia che avevo a mia disposizione, senza riderti in faccia, senza insultarti, motivando le mie tesi, esponendole e ricevendo risposte che o tentavano di svincolare il discorso o di pervertirlo secondo quanto ti conveniva. sofismi spicci che speravo di non dover leggere sinceramente. e poi sarei io a essere il ''cattivo interlocutore'' ?
    io insieme a molti altri prima e meglio di me ti ho spiegato l'irragionevolezza delle tue idee eppure tu continui a crogiolarti in questa tua irragionevolezza.
    ma questa tua fede non è nulla di speciale, questa tua consapevole/non consapevole irrazionalità si chiama bipensiero e ti consiglio di leggere 1984 di orwel per sapere di cosa sto parlando, sempre che tu non lo sappia già.


    continuo a non essere affatto convinto che gli scienziati non siano riusciti a scoprire come mai l'uomo ama, ma se anche così fosse ? ci sono tante cose che l'umanità non ha ancora scoperto/riuscito a capire: dio è presente in tutto ciò che non sappiamo ? secondo me tu non sai cosa stai dicendo, secondo me cerchi di farti scudo ad idee mistico-filosofiche agostiniane, che sono in buonissima parte inadeguate per l'epoca moderna, dimostrando di non conoscerle appieno. questo tuo continuo riferirti all'amore non rende il tuo discorso migliore, forse più stucchevole ma assolutamente non più ragionevole.
     
    #14584
    Ultima modifica: 12 Marzo 2009
  5. Dreki

    Dreki
    Expand Collapse
    Heart of Steel

    Registrato:
    28 Giugno 2005
    Messaggi:
    10.278
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.412

    12 Marzo 2009

    ma strano... io pensavo che fossi tu il fanatico della natura umana... il satanista-umanista.
    E com'è che questo lato invece lo disprezziamo? :D

    L'uomo ha la facoltà di porsi domande, e se ne pone anche di natura ultraterrena. Un motivo ci sarà, no?
     
  6. Hierophant

    Hierophant
    Expand Collapse
    Member

    Registrato:
    1 Marzo 2007
    Messaggi:
    356
    "Mi Piace" ricevuti:
    7

    12 Marzo 2009

    perchè nell'uomo c'è la capacità di dare dei giudizi sui propri comportamenti forse? nessuno crede che la natura umana sia buona o perfetta...



    certamente come detto centinaia di pagine addietro il fenomeno religioso è il più umano dei fenomeni...prova ne è la sua diffusione nello spazio e nel tempo, il motivo è altrettanto umano e risiede appunto nell'ontologia dell'uomo..come detto teologia non è altro che antropologia..
     
  7. REINHART

    REINHART
    Expand Collapse
    Sommo Doomster

    Registrato:
    12 Settembre 2003
    Messaggi:
    3.698
    "Mi Piace" ricevuti:
    73

    12 Marzo 2009

    Perchè è sbagliato!

    :beer:
     
  8. Dreki

    Dreki
    Expand Collapse
    Heart of Steel

    Registrato:
    28 Giugno 2005
    Messaggi:
    10.278
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.412

    12 Marzo 2009

    Artaserse: io continuo a pensare che tu stia SBAGLIANDO completamente modo di leggere i miei post...:sgrat:
    perché altrimenti non mi spiego certe frasi.

    comunque, ti rispondo e al diavolo le incomprensioni... cerco di fare chiarezza per come mi è possibile, e spero che dove non ci riesco tu non ti senta offeso/a :happy:


    sì, è vero.
    è la stessa ragione, peraltro, che ha spinto alla conversione molti re (i filologi mi perdonino se questa parola è "improrpia") germanici nel corso del medioevo.
    Lo spiega molto bene anche Rousseau, mi pare (può essere nel "Contratto sociale"? non mi ricordo a memoria): il cristianesimo è una religione che fa il gioco dei potenti, dei capi, perché è basata su un modello gerarchico.
    VERISSIMO.
    ;)


    no, aspetta: durante il corso di tutta la storia LA CHIESA è mutata -non la religione.
    la chiesa ha venduto le indulgenze e le tonache, la chiesa ha venduto anche la croce a volte a chi la voleva portare per i suoi fini. C'è una bella differenza.
    Sfondi una porta spalancata. :(
    Ma la differenza non è sottile, eh.


    no, ma me ne bastano meno di un decimo per farmi indignare per ciò che è stato fatto, e per farmi implorare che prima o poi l'istituzione religiosa che dovrebbe guidare i suoi fedeli decida di intraprendere un SERIO esame di coscienza. :(:(

    per quanto riguarda il resto... comprendo bene il discorso.
    l'unico motivo per cui non mi sono mai definito anticristiano era perché il Cristianesimo era una delle tante religioni che io consideravo fandonie, e dunque mi bastava definirmi ateo... quindi, tutto ciò che dici mi suona più che familiare :)


    quel "se li hai letti" non l'ho capito. li ho letti, anzi li rileggo ogni tanto, quando il tempo me lo consente, maledetto lavoro e maledetto heavy metal.

    vangeli modificati? ehm: tradotti. Parli come se avessi fonti precise... me le citi?
    io spero che tu non ti appoggi, nel parlare, a teorie tipo Den Braun o libri "dotti" tipo quel tomo che compare negli scaffali degli autogrill, quello "che la tua chiesa non ti farebbe mai leggere".
    insomma: a che ti riferisci? fonti?



    :sgrat::sgrat:
    se mi dici DOVE ho tentato di "svincolare il discorso"... mi fai un favore.
    io non ho detto, né penso, che tu sia un cattivo interlocutore.
    ho detto che spesso ci si lamenta che invece i cristiani lo sono: e io cerco invece di dimostrare che non è così.
    va meglio così?

    Io "perverto" i discorsi? Scrivo su questo topic da non so quanto... e tu vuoi farmi passare per quello che svicola? Ma guarda... caschi male.
    Non ritirare le tue tesi: tranquillo/a.
    Vacci pure giù pesante quanto cazzo vuoi: VA BENISSIMO, non ti chiederò mai di abbassare i toni. :happy:



    ho letto "1984" due volte. ma non solo... come ti ho detto, ho letto (e ADORATO!) Nietzsche e Rousseau. Ho versato ogni sorta di insulto sulla Chiesa e sulla religione cristiana. Quindi... SI, so cosa stai dicendo.

    Di quel romanzo di Orwell, trovo affascinante l'idea della neolingua, se proprio devo dirti la verità. Ma andiamo OT... e io non voglio svicolare.

    Tu mi dici che mi "crogiolo nell'irragionevolezza": no, non è vero, altrimenti chi cazzo me lo farebbe fare di risponderti alle 23,14 di sera?
    No. io amo il confronto e mi sta benissimo confrontarmi sulle posizioni. Sono pieno di dubbi, come la stragrande maggioranza dei cristiani, e non mi crogiolo in nessuna irragionevolezza.
    Semplicemente: la accetto.
    Capisco che la mia ragione ha dei limiti, e che esistono cose che vanno al di là della mia comprensione.
    Cose anche... brutte.

    Tante volte l'esistenza di Dio, a vederla razionalmente, non ha ragioni a suo favore. C'è chi porta a esempio il male nel mondo, chi delle guerre... ma la morte di un bambino tre minuti dopo il parto è una ragione altrettanto valida.
    Crogiolarsi in cose come queste... fa schifo. Cercare di capirle, no.



    a volte mi sembra che parli di Cristianesimo come se fosse panteismo. Non è quello, la presenza di una divinità "nelle" cose non ha molto a che vedere col pensiero cristiano.

    essendo uno che detesta dimostrare l'esistenza di Dio (forse proprio perché non esiste modo valido... sennò, che cazzo staremmo qua a discutere?), delle tesi agostiniane non me ne frega nulla.
    C'è un utente qua che mi ha già urlato contro di tutto, per questo.
    Eppure... ti deludo, e te lo dico: delle tesi mistiche me ne frego.
    (e per quanto riguarda la parola "filosofico" che tu hai usato quasi buttata lì... mi piacciono molto più i filosofi radicalmente opposti al cristianesimo).

    il discorso "stucchevole" dell'amore (che spero vivamente che qua non sia inteso in senso di romanzo rosa, santo cielo!) si rifà a questioni già emerse... forse andava rispiegato, ho fatto male a non farlo.


    SPERO di essermi spiegato, questa volta con chiarezza.
     
    #14588
    Ultima modifica: 13 Marzo 2009
  9. Dreki

    Dreki
    Expand Collapse
    Heart of Steel

    Registrato:
    28 Giugno 2005
    Messaggi:
    10.278
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.412

    12 Marzo 2009

    azz... mi tocca quotarti!
    :beer: pure io!


    Hiero, su questo sono d'accordo. Ma infatti è ESATTAMENTE il dicorso che feci duecento pagine fa o giù di lì, quando iniziai a scrivere qua sopra... chiedendo perché l'astio fosse proprio per il Cristianesimo e non, appunto, per la religiosità in sé.

    Non voglio ritirare fuori quei discorsi, sia chiaro.
    Era solo per spiegarti che... su questo, sono d'accordo.
     
  10. Hierophant

    Hierophant
    Expand Collapse
    Member

    Registrato:
    1 Marzo 2007
    Messaggi:
    356
    "Mi Piace" ricevuti:
    7

    12 Marzo 2009

    infatti io oltre ad essere ateo reinhartiano,satanista razionalista, positivista sono antiteista..8-]
    perchè l'astio nei confronti del cristianesimo? semplice: come direbbe Hannibal Lecter "si ama, si desidera ciò che si vede" ergo a contrariis si odia ciò che si vede...e noi italiani avendo avuta la fortuna di vivere accanto a tale dottrina cosa potremmo odiare?
     
  11. Dreki

    Dreki
    Expand Collapse
    Heart of Steel

    Registrato:
    28 Giugno 2005
    Messaggi:
    10.278
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.412

    12 Marzo 2009

    si, capisco.
    è la risposta che del resto hanno dato tutti o quasi: te la prendi con questa religione perché questa è quella di cui senti più l'effetto. più che comprensibile.

    in ogni caso, questa risposta per molti versi all'epoca mi aveva un po' deluso... ma son discorsi già fatti.
     
  12. Hierophant

    Hierophant
    Expand Collapse
    Member

    Registrato:
    1 Marzo 2007
    Messaggi:
    356
    "Mi Piace" ricevuti:
    7

    13 Marzo 2009

    ciò non toglie che il discorso sulla radice ontologica della religione sia universale...come pure il mio antiteismo sia omnidirezionale...c'è da chiedersi invero se tali idee io possa esprimerle anche in arabia saudita o in iran..
     
  13. REINHART

    REINHART
    Expand Collapse
    Sommo Doomster

    Registrato:
    12 Settembre 2003
    Messaggi:
    3.698
    "Mi Piace" ricevuti:
    73

    13 Marzo 2009

    Perbacco, sono onorato 8-]
    Potrei dar vita ad una nuova branca dell'ateismo :sadic:
     
  14. Elnarion

    Elnarion
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    12 Maggio 2005
    Messaggi:
    1.069
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    13 Marzo 2009

    ora c'è una cosa Dreki che non riesco a spiegarmi del tuo pensiero:

    mi trovo d'accordo con te nella maggioranza dei ragionamenti che fai, e trovo assolutamente condivisibile la visione completa del "sentire Dio" quindi dell'impossibilità di una scoperta o solo razionale o solo sentimentale di dio, ma come qualcosa che c'è e basta, che ti riempie..

    fin qui posso dirmi molto simile a te..ma c'è un passo che io ho sempre visto come quello verso il recinto dell'illusione: il sentirsi parte di una religione.

    quindi la mia domanda, che sarà stata fatta mille volte ma della quale non riesco a comprendere la risposta è: PERCHE' LA RELIGIONE? PERCHE' IL CRISTIANESIMO?

    perchè non una spiritualità libera e indipendente dall'etica e la morale, dall'influenza sulla condotta umana? cosa c'è di più vero della nostra ragione e della nostra anima per cercare quantomeno di percepire quell'oltre che stà al di là del tempo e dello spazio? perchè affidarsi ad altri? alla storia incerta? alle parole di altri uomini?..fra tutte le verità sbandierate tra le religioni del mondo in tutto il corso della storia..cosa c'è di più certo di noi stessi al momento, quando si parla di ciò che ognuno esperisce indipendentemente?

    perchè accettare una risposta tra tante, che in realtà apre tanti dubbi quanti te ne ha risolti?

    tutte le risposte che dai, ad esempio sull'amore, sono in parte condivisibili, ma non giustificano il ricorso ad una religione..l'amore è un mistero..e quindi? e anche se fosse spiegato cosa cambierebbe? rimane sempre amore
     
  15. Dreki

    Dreki
    Expand Collapse
    Heart of Steel

    Registrato:
    28 Giugno 2005
    Messaggi:
    10.278
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.412

    13 Marzo 2009

    La risposta l'ho già data, mille volte.
    Il problema, è che la mia risposta non vi va a genio.
    Tu ti aspetteresti che io risponda qualcosa tipo: "mah, non so, sentivo il bisogno di spiritualità... e la religione è buona come qualunque altra cosa, anzi è meglio perché mi evita di pensarci da solo, è già tutto scritto...". :D


    Non vi entra proprio in testa che un credente SENTA Dio, eh?
    Che ne abbia avuto vere e proprie certezze.... "suo malgrado", ché magari le aveva ritenute cazzate fino al giorno prima.
     

Condividi questa Pagina