1. Il regolamento del Forum è stato ripristinato e aggiornato, lo puoi trovare in ogni momento in basso a destra cliccando su "Termini e Condizioni d'uso del sito". Ti preghiamo di leggerlo e di rispettarlo per mantenere il forum un luogo piacevole ed accogliente per tutti. Grazie!
    Chiudi

11 settembre 2001: versione ufficiale o cospirazionista?

Discussione in 'Attualità e Cultura' iniziata da Gian_Ibanez, 3 Novembre 2008.

  1. Gian_Ibanez

    Gian_Ibanez
    Expand Collapse
    mattagazzu titoletto

    Registrato:
    25 Novembre 2006
    Messaggi:
    3.584
    "Mi Piace" ricevuti:
    613

    15 Novembre 2008

    oltre le strutture completamente diverse e di diverse dimensioni, c'è da tenere in considerazione che l'incendio al pentagono è stato spento, quello delle torri no. non è il semplice impatto che ha fatto crollare le torri (non solo quello almeno), ma è l'incendio che successivamente ha causato l'ammorbidimento dei sostegni d'acciaio
     
  2. The Riddle Master

    The Riddle Master
    Expand Collapse
    Member

    Registrato:
    25 Marzo 2008
    Messaggi:
    357
    "Mi Piace" ricevuti:
    11

    15 Novembre 2008

    Non ho ancora visto i video della conferenza di Attivissimo per mancanza di tempo e concentrazione necessaria..appena ho l'occasione giusta lo guardo.
    Gian,tu dici che l'incendio nelle torri abbia raggiunto il calore e l'intensità necessarie per deformare tutte le strutture portanti in acciaio di entrambe?
    C'è la questione della foto di persone che si affacciano dal buco provocato dall'aereo...a meno che non siano bufale anche quelle,mi sembra un tantino improbabile che lì ci fosse un incendio con temperature così elevate.
    Sai se è stato smentito anche questo fatto?
     
  3. Asperger

    Asperger
    Expand Collapse
    Banned
    BANNATO

    Registrato:
    24 Ottobre 2007
    Messaggi:
    8.114
    "Mi Piace" ricevuti:
    1

    15 Novembre 2008

    Se vuoi, ti posso rispondere io. Non è stato smentito, c'erano veramente delle persone che si affacciavano dal buco dell'aereo, ma devi contare che l'aria era si molto calda, ma non aveva la temperatura di fusione dell'acciaio. I metalli infatti hanno un calore specifico molto più basso di quello dell'aria, per cui se esposti al fuoco tendono a riscaldarsi senza riuscire a disperdere rapidamente il calore nell'aria. Un esempio di questo potrebbe essere semplicemente... l'acqua per la pasta, che non riscalda più di tanto l'ambiente (la temperatura aumenta forse di un grado, ma sicuramente non arriva ai 100 gradi dell'acqua o alla temperatura ancora maggiore della pentola esposta all'aria). Poi, l'incendio era nelle parti all'interno della torre, mentre all'esterno la temperatura era più bassa, grazie anche al fatto che il fuoco riscaldava l'aria sopra di se che saliva e si generava un risucchio di aria fresca dentro allo squarcio prodotto dall'aereo.
     
  4. dreamer15

    dreamer15
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    7 Aprile 2005
    Messaggi:
    12.915
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.763

    15 Novembre 2008

    E' stata tenuta in considerazione la quantità di moto? L'aereo dell'incidente di Amsterdam viaggiava a velocità inferiore ma pesava molto di più...
    A prescindere dalle considerazioni puramente scientifiche, io sono combattuto! Personalmente, nonostante lo schianto spaventoso, non sono così certo che le torri sarebbero venute giù in condizioni "normali"! Se non sbaglio, dopo un'analisi dei resti della struttura, si è scoperta una quantità notevole di zolfo, il che fa pensare alla presenza di esplosivi! In ogni caso la presenza di zolfo avrebbe danneggiato la struttura: lo zolfo è infatti un componente dannoso per le strutture in acciaio!
    Razionalmente mi verrebbe istintivo pensare ad un attentato "genuino" (scusate l'uso di un termine così poco appropriato), una mente umana sana mai potrebbe pensare neanche lontanamente che un Paese faccia morire di proposito 3000 persone per scopi politici...però il dubbio rimane...non so...
     
  5. The Riddle Master

    The Riddle Master
    Expand Collapse
    Member

    Registrato:
    25 Marzo 2008
    Messaggi:
    357
    "Mi Piace" ricevuti:
    11

    15 Novembre 2008

    Io sinceramente questa fiducia nel genere umano,specialmente in quelli facente parte del ponte di comando del mondo in generale,non c'è l'ho.
    Non mi sembra una cosa da escludere a priori,al di là di come siano andate realmente le cose quel giorno.
     
  6. street sinner

    street sinner
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    18 Dicembre 2005
    Messaggi:
    2.883
    "Mi Piace" ricevuti:
    1

    15 Novembre 2008

    ma dov'era questo zolfo? si hanno filmati? foto? dacchè mi risulta no.
    E poi la teoria dell'esplosivo non regge dato che le esplosioni non sono silenziose, anzi. Ovviamente, potete confrontarlo con ogni video su youtube, non ci sono rumori di esplosioni.
    L'alternativa sarebbe la termite. In effetti è sicuramente più valida come ipotesi anche se ciò implicherebbe che nei giorni precedenti all' 11/9 una squadra di persone avesse posizionato su ogni piano, esattamente sui pilastri portanti di acciaio (quindi spicconando sui muri e lavorandoci parecchio), il tutto, senza essere visti o senza restare sospetti. Non è così semplice.
    Senza contare il fatto che le torri hanno incominciato a cedere proprio dal punto in cui l'aereo vi si è schiantato...
     
  7. Gian_Ibanez

    Gian_Ibanez
    Expand Collapse
    mattagazzu titoletto

    Registrato:
    25 Novembre 2006
    Messaggi:
    3.584
    "Mi Piace" ricevuti:
    613

    15 Novembre 2008

    sì me lo son chiesto spesso pure io... in apparenza è molto strano. comunque dai un'occhiata qui: undicisettembre: Zerobubbole 13: Una donna si affacciò dalla breccia d'impatto, quindi gli incendi non erano molto caldi

    è la prima volta che sento parlare di zolfo.. dov'è l'hai sentito?
     
  8. Zerotolerance70

    Zerotolerance70
    Expand Collapse
    Higher. Further. Faster.

    Registrato:
    6 Settembre 2008
    Messaggi:
    13.446
    "Mi Piace" ricevuti:
    7.370

    15 Novembre 2008

    Le posizioni negazioniste in merito agli attentati dell'11 settembre mi hanno sempre fatto ridere (sia pure amaramente). Secondo voi, persone sane di mente architetterebbero contro la loro stessa gente una serie di attentati al solo scopo di dichiarare guerra all'Afghanistan (di cui molti americani ignorano persino la posizione sulle carte geografiche) - no, dico, all'Afghanistan, mica alla Cina o all'India o alla Russia -? Dall'11 Settembre in poi, gli americani mica dicono "quanto siamo stati bravi, forti e cazzuti a far crollare il regime talebano"; piuttosto dicono "ma come cavolo abbiamo fatto a lasciarci sorprendere da un pugno di bombaroli? Vuoi vedere che non siamo poi così forti e sagaci come credevamo di essere?" Che cosa ci avrebbe guadagnato, quindi, Bush (visto che secondo le "tesi" negazioniste sarebbe implicato pure lui...)? Risposta: niente, anzi, ci ha rimesso la faccia, il prestigio, e un mare di soldi pubblici, investiti per finanziare una guerra al terrorismo da lui stesso scatenata. Senza contare che le recenti crisi finanziarie ed economiche affondano le loro radici proprio negli avvenimenti di quel giorno e in tutte le sue conseguenze.
    Io, poi, non do alcun peso alle opinioni di sedicenti intellettuali o esperti di vario genere (assimilabili agli sciacalli, visto che approfittano della tragica morte di 3000 persone per scrivere libri e articoli con la LORO "verità" sull'11 settembre e lucrarci sopra); non sono pochi gli "intellettuali" che si affannano da 60 anni a negare l'Olocausto, e tentano pure di dimostrarlo con dati a loro stesso dire "inconfutabili". Questo è solo uno di quei casi. D'altra parte, come si fa a vendere un libro scrivendo dell'11 settembre, se non cercando di raccontare di chissà che complotti e misteri che facciano il solletico all'interesse morboso della gente?
     
  9. Sixx77

    Sixx77
    Expand Collapse
    Man Must Explore...

    Registrato:
    8 Novembre 2004
    Messaggi:
    12.527
    "Mi Piace" ricevuti:
    470

    15 Novembre 2008

    Ho capito per esperienza che praticamente nel 99,9% dei casi qualsiasi teoria cospirazionista di qualsiasi ramo ed evento crolla come un "gigante dai piedi d'argilla" facendo ricordo alla sola logica.
    Anche senza scomodare un discorso tecnico.
    chi ci crede anche quando è stato messo davanti ad un ragionamento logico lo fa solo per fede.
    Perchè purtroppo il cospirazionismo è una fede!
     
  10. Sixx77

    Sixx77
    Expand Collapse
    Man Must Explore...

    Registrato:
    8 Novembre 2004
    Messaggi:
    12.527
    "Mi Piace" ricevuti:
    470

    15 Novembre 2008

    allora...
    Tra i due impatti, e quindi anche tra i due crolli, le differenze sono notevoli.

    La meno importante, ma comunque consistente, sta che gli aerei erano diversi, e tra il 757 che impattò sul pentagono e i due 767 che si schiantarono sulle due torri c'era una differenza, a pieno carico di carburante, che si aggirava intorno ai 50 mila kg.
    IL 757 del pentagono era un aereo molto più piccolo e snello(pur con un apertura alare analoga).
    E inoltre il 757 impattò sul pentagono ad una velocità molto inferiore perchè per scendere fino a quella quota e prendere correttamente "la mira" dovette rallentare vistosamente.

    questo ovviamente è il lato meno importante.

    Va tenuto presente che il Pentagono è un edificio di vecchia concezione realizzato interamente in cemento armato, retto da un infonità di colonne(come mostra chiaramente attivissimo).
    Il WTC erano invece due torri la cui volumetria era composta per circa il 90% da aria, questo perchè l'edificio era composto praticamente solo da acciaio.
    Questa nuova concezione di edifici(per l'epoca ovviamente) aveva proprio questo obbiettivo. creare un edificio alto,enorme ma allo stesso tempo con ampi spazi interni.

    Il problema è che, come tutti sanno, l'acciaio risente enormemente delle variazioni di temperatura(pensate ai classici "giunti di dilatazione" sui ponti, fatti per sopportare le sole normali escursioni termiche atmosferiche).

    Il problema degli edifici in acciaio è proprio che con un incendio il crollo diventa un rischio concreto e molto probabile.

    per questo le torri erano provviste di:
    -un sistema antiincendio efficientissimo(i classici spruzzi a sensore come quelli dei film!)
    -Uno spessisssimo strato di materiale isolante/coibentante sulle colonne di acciaio.

    L'aereo che si schiantò sulle torri però, essendo molto grande, fece un notevole danno, distruggendo completamente diversi piani e distruggendo e /o rendendo a conti fatti inutile l'impianto antincendio, e come se non bastasse tranciò, piego e "denudò dal rivestimento coibentante" oltre la metà delle colonne portanti.

    Il kerosene versato all'interno dell edificio scatenò l'incendio ma si consumò in pochissimi minuti, ma a quel punto era tutto il contenuto dell'edificio ad aver preso fuoco(arredi,ecc ecc).
    Siccome l'acciaio sottoposto a riscaldamento di deforma e ad alte temperature di indebolisce pesantemente (a circa 900 gradi ha già perso il 90% della sua resistenza) il crollo nel punto preciso in cui le colonne si erano spezzate,divelte o scoperte era inevitabile. e così accadde.

    cadde anche perchè il carico dei piani superiori era enorme.

    Il pentagono invece era un edificio di pochi piani in cemento(ma comunque anche li i piano superiori collassarono poco tempo dopo l'impatto sopra lo stesso.
     
  11. dreamer15

    dreamer15
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    7 Aprile 2005
    Messaggi:
    12.915
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.763

    15 Novembre 2008

    A dire la verità ne parlavo con un mio compagno di corso, me l'ha detto lui e anch'io ero perplesso! Lui parlava di un documentario...
     
  12. Sixx77

    Sixx77
    Expand Collapse
    Man Must Explore...

    Registrato:
    8 Novembre 2004
    Messaggi:
    12.527
    "Mi Piace" ricevuti:
    470

    15 Novembre 2008

    L'odore di zolfo,simile o proprio di zolfo stesso, potrebbe essere stato emaneto da diverse cose che bruciarono o semplicemente si sbriciolarono nella caduta delle torri.

    L'odore di zolfo in se non dice molto...
     
  13. Coldwing

    Coldwing
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    22 Agosto 2008
    Messaggi:
    369
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    15 Novembre 2008

    Che l'apparato difensivo dello spazio aereo del Paese più potente al mondo (il NORAD), venga violato da aerei subsonici, di facile abbattimento, uno dopo l'altro, è incredibile, da non credere.

    Potrei capire il primo, ma un caccia supersonico in scramble ci mette pochissimi minuti a intercettare un grosso e lento aereo di linea.

    Poi cè la contraerea, un missile antiaereo vola a velocità i-p-e-r-s-o-n-i-c-h-e, sarebbe bastato schiacciare un pulsante. Invece non è stato fatto.
     
  14. Gian_Ibanez

    Gian_Ibanez
    Expand Collapse
    mattagazzu titoletto

    Registrato:
    25 Novembre 2006
    Messaggi:
    3.584
    "Mi Piace" ricevuti:
    613

    15 Novembre 2008

    in effetti hai ragione, che ci vuole!! potevano far saltare in aria i dirottatori assieme agli ostaggi in mezzo a una zona abitata!! così si che nessuno si sarebbe lamentato!!
     
  15. Coldwing

    Coldwing
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    22 Agosto 2008
    Messaggi:
    369
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    15 Novembre 2008

    Per quello verso il Pentagono non ci sarebberp stati problemi ... poi che discorso è? Il secondo lo fai schiantare contro le Twin Towers (perché hai la certezza che lo farà, dato che il primo lo fece), per non far cadere i detriti sulle case? Poi hai idea del calore sviluppato sommando il kerosene bruciato e la carica esplosiva del missile? Le parti non metalliche si volatilizzano, mentre l'aereo è come una bomba: le ali sono il più grande serbatoio, il resto della carlinga ha il carburante sotto i passeggeri ... si smembrerebbe in pezzi di piccola taglia, al massimo quello che potrebbe arrecare più danni sarebbe il sistema timone oriz.-vert.
     

Condividi questa Pagina