1. Il regolamento del Forum è stato ripristinato e aggiornato, lo puoi trovare in ogni momento in basso a destra cliccando su "Termini e Condizioni d'uso del sito". Ti preghiamo di leggerlo e di rispettarlo per mantenere il forum un luogo piacevole ed accogliente per tutti. Grazie!
    Chiudi

Politica italiana

Discussione in 'Attualità e Cultura' iniziata da Daniele "dani66" D'Adamo, 3 Novembre 2008.

Status Discussione:
Chiusa ad ulteriori risposte.
  1. HeadlessChild

    HeadlessChild
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    20 Gennaio 2003
    Messaggi:
    5.565
    "Mi Piace" ricevuti:
    11

    16 Luglio 2009

    C'è un problema di fondo: la sinistra (dai radicali a diliberto) da sola senza la margherita non ha mai superato il 40% dei voti. Questo è un dato di fatto...
     
  2. feanor1986

    feanor1986
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    29 Aprile 2005
    Messaggi:
    258
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    16 Luglio 2009

    eheh già! anche a me non dispiace Marino.. certo mi piacerebbe prendesse posizioni chiare anche su altre questioni oltre che sulla laicità, ma rispetto agli altri due.. cmq le sue posizioni sulla legge sulle intercettazioni mi lasciano speranzoso.. una legge davvero terrificante.. detto questo non so se andrò a votare alle primarie..
     
  3. nosferatu666

    nosferatu666
    Expand Collapse
    Giuda Ballerino!

    Registrato:
    28 Settembre 2007
    Messaggi:
    9.259
    "Mi Piace" ricevuti:
    21

    16 Luglio 2009

    Ma per votare per le primarie del Pd bisogna essere iscritti prima del 21 Luglio?
     
  4. HeadlessChild

    HeadlessChild
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    20 Gennaio 2003
    Messaggi:
    5.565
    "Mi Piace" ricevuti:
    11

    16 Luglio 2009

    No no! Le primarie sono aperte a tutti.
    Solo che per presentarsi alle primarie bisogna sottoporsi ad un voto tra gli iscritti. Per quello serve la tessera entro il 21 luglio.
    La cosa tra gli iscritti comunque non dovrebbe essere drammatica dal momento che a passare sono i primi tre, a patto che prendano almeno il 5% dei consensi. Non credo che venga superato da adinolfi e faccia meno del 5%...
     
  5. nosferatu666

    nosferatu666
    Expand Collapse
    Giuda Ballerino!

    Registrato:
    28 Settembre 2007
    Messaggi:
    9.259
    "Mi Piace" ricevuti:
    21

    16 Luglio 2009

    Aaaaahn... quindi volendo io posso andare a votare nella sede del Pd della mia città per la segreteria del partito?:sgrat:
     
  6. feanor1986

    feanor1986
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    29 Aprile 2005
    Messaggi:
    258
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    16 Luglio 2009

    é vero, la sinistra ha dei problemi che si è portata avanti a causa di errori commessi sin dal dopoguerra.. Ma il motivo per cui credo che la sinistra non riesca ora ad essere una forza credibile è dovuto alla sua totale incapacità di dare delle risposte condivise e ATTUALI ai problemi della gente..

    La lega da risposte, sbagliate, opinabili, incoerenti, superficiali, demagogiche ma da risposte e allora ecco che l'operaio della Fiom va a votare lega..
    Il pdl da risposte, imbarazzanti, ma vengono percepite come soluzioni,,
    La sinistra no! o si chiude in un identitarismo auto referenziale oppure rincorre affannosamente soluzioni che non sono proprie della sua cultura politica; dalla laicità alla sicurezza; dalla politica economica alla politica estera.

    La colpa di ciò secondo me risiede principalmente nella classe politica che (come a mio avviso è inevitabile) ha perso di vista il suo compito e non riesce ad avere creatività e lungimiranza per dare risposte a problemi reali.. è da questo che nasce la mancanza di contenuti dell'attuale sinistra italiana..

    questo nel migliore dei casi ovviamente! nel peggiore c'è sempre D'alema! ;)
     
  7. HeadlessChild

    HeadlessChild
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    20 Gennaio 2003
    Messaggi:
    5.565
    "Mi Piace" ricevuti:
    11

    16 Luglio 2009

    Si. E' esattamente come è stato nel 2007: Il 25 ottobre i circoli e le sedi saranno aperti e raccoglieranno voti dei cittadini (che si spera in buonafede siano simpatizzanti PD e non altro). Basta andare con un documento d'identità e pagare due euro. Almeno, così è previsto per ora.
    Si vota per il segretario, nonché per una lista di persone a lui collegate che andranno a comporre, in maniera proporzionale ai voti, l'assemblea nazionale. Chi prende il 50% + 1 diventa segretario. Se nessuno supera il 50% allora sarà l'assemblea nazionale a scegliere in ballottaggio il segretario.
    L'assemblea nazionale poi, dovrebbe presumibilmente votare anche la direzione nazionale, che è un organo di un centinaio di persone e delibera sui temi importanti.
    La grandezza di questo organi li rende anche deboli, nel senso che non è che si riuniscono dal nulla 100 o 1000 persone in una stanza a discutere, sarebbe un delirio (la direzione nazionale ad esempio può dover deliberare da un giorno all'altro). Di fatto sono i "capoccia" a presentare le mozioni/le liste di nomi/ecc.. che devono essere votate. Inoltre, votare ad esempio Franceschini significa votare un gruppo che va dalla Binetti alla Serracchiani passando per Fassino.. quindi, per quanto si possa impegnare, non esattamente una "linea precisa".
    Fatti questi distinguo, si può affermare che teoricamente il 25 ottobre si potrebbe rivoltare il partito come un calzino, in un processo democratico senza pari in Italia.
     
    #6772
    Ultima modifica: 16 Luglio 2009
  8. nosferatu666

    nosferatu666
    Expand Collapse
    Giuda Ballerino!

    Registrato:
    28 Settembre 2007
    Messaggi:
    9.259
    "Mi Piace" ricevuti:
    21

    16 Luglio 2009

    Wow grazie per la completezza della risposta:)
     
  9. Darkstar

    Darkstar
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    20 Agosto 2005
    Messaggi:
    6.516
    "Mi Piace" ricevuti:
    1

    17 Luglio 2009

  10. angusyoung

    angusyoung
    Expand Collapse
    Active Member

    Registrato:
    6 Maggio 2002
    Messaggi:
    1.788
    "Mi Piace" ricevuti:
    4
  11. Byford86

    Byford86
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    1 Febbraio 2005
    Messaggi:
    18.223
    "Mi Piace" ricevuti:
    7.273

    17 Luglio 2009

  12. dreamtheater84

    dreamtheater84
    Expand Collapse
    Satur9, LA PATENTEEE

    Registrato:
    2 Dicembre 2005
    Messaggi:
    15.781
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.432

    17 Luglio 2009

  13. nosferatu666

    nosferatu666
    Expand Collapse
    Giuda Ballerino!

    Registrato:
    28 Settembre 2007
    Messaggi:
    9.259
    "Mi Piace" ricevuti:
    21

    18 Luglio 2009

    Nel frattempo Vernola del Pdl ha denunciato in un intervista il fatto che é stato escluso dalle liste europee perché "Tu mica c'hai le poppe!" a detta di Denis Verdini, coordinatore del partito.. riportato dalla Repubblica, anche se non riesco a trovare la notizia nel sito a parte che qua
     
  14. ShadowHorns

    ShadowHorns
    Expand Collapse
    Guest

    18 Luglio 2009

    il cosidetto "doppio stato"

    e stavolta per il Papi sarà dura farsi una legge ad personam...

    speriamo bene anche se ho i miei dubbi che la giustizia possa arrivare a fare il suo lavoro..tenteranno in tutti i modi di metterle i bastoni tra le ruote
     
  15. dreamtheater84

    dreamtheater84
    Expand Collapse
    Satur9, LA PATENTEEE

    Registrato:
    2 Dicembre 2005
    Messaggi:
    15.781
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.432

    18 Luglio 2009

    Pronto a restituire la fascia tricolore al capo dello Stato per protesta
    contro la normativa fiscale che impone la restituzione delle tasse sospese per il sisma


    L'Aquila, l'ira del sindaco Cialente
    "Il governo ci ha abbandonati"






    L'AQUILA - "Se devo essere lasciato in queste condizioni, dismetterò la fascia tricolore di sindaco e la restituirò al capo dello Stato, Giorgio Napolitano". Il primo cittadino dell'Aquila, Massimo Cialenti, è infuriato contro la normativa fiscale che impone ai residenti nei Comuni terremotati la restituzione al 100 per cento, a partire dal prossimo gennaio, delle tasse sospese fino a dicembre per il sisma. "Nel momento in cui il Paese, rappresentato dal governo, decide che L'Aquila è tornata in una situazione di normalità e, quindi, può pagare tranquillamente le tasse: nulla di più falso, qui siamo ancora fermi al 7-8 aprile mattina. Con questa situazione fiscale l'economia aquilana non può ripartire".

    "Non possiamo farcela a pagare queste tasse a gennaio" ha più volte ripetuto Cialente. "Qui ci sono commercianti, artigiani, piccole imprese che non hanno un posto materiale dove lavorare. Figuriamoci se possono restituire un miliardo di euro in due anni. Non possiamo assolutamente farcela" ha ribadito. "E' come prendere il sangue a una persona anemica. Forse non hanno capito che le uniche attività aperte in città sono i chioschetti che vendono arrosticini la sera".
    Il sindaco ha anche sottolineato come "il G8 non ci abbia minimamente coinvolto, eppure abbiamo dimostrato una compostezza unica". "Ora basta - ha esortato - invito tutti gli aquilani a mobilitarsi, altrimenti la città sarà destinata a morire".

    Si unisce alla protesta anche il presidente della società L'Aquila rugby 1936, Giacomo Pasqua, che chiede una maggiore collaborazione per poter andare avanti. "Siamo stati costretti a emigrare nel Comune di Rocca di Mezzo perché non siamo riusciti a trovare un impianto sportivo ma soprattutto delle abitazioni in cui ospitare i nostri 60 atleti. Quello che voglio lanciare - ha proseguito - è un appello alle istituzioni, ai politici, agli imprenditori, alle società che stanno operando nella ricostruzione, affinché si possa restaurare una serie di rapporti commerciali sia per una visibilità degli stessi sponsor, per l'immagine della città, ma soprattutto per ottenere quella giusta serenità che consentirebbe alla società di arrivare alla meta della riconquista del palcoscenico italiano ed europeo".


    Lunedì prossimo la Commissione congiunta di finanze e bilancio discuterà gli emendamenti presentati in Parlamento per modificare i parametri di restituzione degli oneri fiscali non versati. "Allo stato attuale - ha sostenuto il deputato Giovanni Lolli (Pd) - gli aquilani devono restituire il 100% delle tasse e degli oneri previdenziali in 24 rate a partire da gennaio. Ciò vuol dire che fra sei mesi i cittadini, oltre a tornare a pagare i mutui, dovranno versare tasse e oneri, con una maggiorazione di 23 milioni di euro al mese per gli arretrati, per un totale di 513 milioni di euro in più in due anni. E' una zona franca al contrario".

    Gli emendamenti presentati da Pd, Mpa, Udc e Idv chiedono invece un'ulteriore sospensione di sei mesi dei versamenti fiscali e una restituzione forfettizzata al 40% dopo dieci anni, con un regime simile a quello utilizzato per il terremoto in Umbria e nelle Marche. Sarà discusso anche un emendamento in proposito del deputato Marcello De Angelis (Pdl).
     
Status Discussione:
Chiusa ad ulteriori risposte.

Condividi questa Pagina