1. Il regolamento del Forum è stato ripristinato e aggiornato, lo puoi trovare in ogni momento in basso a destra cliccando su "Termini e Condizioni d'uso del sito". Ti preghiamo di leggerlo e di rispettarlo per mantenere il forum un luogo piacevole ed accogliente per tutti. Grazie!
    Chiudi

Opeth

Discussione in 'Progressive' iniziata da Paolettometal, 17 Giugno 2004.

  1. Evilsatcho

    Evilsatcho
    Expand Collapse
    Active Member

    Registrato:
    4 Dicembre 2007
    Messaggi:
    1.581
    "Mi Piace" ricevuti:
    7

    27 Marzo 2009

    sapessi quanti ne spari tu:hihi:cmq so bene qule che dico ma se si ha il paraocchi,capisco che posso sembrare eretico
     
  2. Vittorio

    Vittorio
    Expand Collapse
    Poi vediamo.
    Membro dello Staff Moderatore

    Registrato:
    15 Marzo 2006
    Messaggi:
    34.834
    "Mi Piace" ricevuti:
    21.907

    27 Marzo 2009

    Boh, per me il prog metal è un altra cosa...gli stessi Opeth solo con gli ultimi album si sono avvicinati a questo genere ed ancora adesso non li vedo prog al 100%.
     
  3. Evilsatcho

    Evilsatcho
    Expand Collapse
    Active Member

    Registrato:
    4 Dicembre 2007
    Messaggi:
    1.581
    "Mi Piace" ricevuti:
    7

    27 Marzo 2009

    Infatti secondo me Opeth e DT non centrano una cippa se non per il minutaggio dei brani. Per me il concetto di progressive oggi come oggi puo essere esteso,non posso dilungarmi ma mi piacerebbe continuare questo discorso....
     
  4. Rive

    Rive
    Expand Collapse
    Banned
    BANNATO

    Registrato:
    8 Ottobre 2006
    Messaggi:
    6.056
    "Mi Piace" ricevuti:
    77

    27 Marzo 2009

    Mah, io gli Opeth invece li ho sempre visti prog. Certo raccolgono influenze un po' ovunque e sono senza dubbio più diretti rispetto ai DT, e infatti li preferisco.
     
  5. Evilsatcho

    Evilsatcho
    Expand Collapse
    Active Member

    Registrato:
    4 Dicembre 2007
    Messaggi:
    1.581
    "Mi Piace" ricevuti:
    7

    27 Marzo 2009

    Ma + che diretti sono semplicemente una band che vien dal death metal e quindi + pesanti e quindi + estremi,ma dire che sono diretti non mi sembra proprio
     
  6. Rive

    Rive
    Expand Collapse
    Banned
    BANNATO

    Registrato:
    8 Ottobre 2006
    Messaggi:
    6.056
    "Mi Piace" ricevuti:
    77

    27 Marzo 2009

    Si ma non so se hai notato che il termine di paragone che ho usato sono i Dream Theater :grin:
     
  7. Evilsatcho

    Evilsatcho
    Expand Collapse
    Active Member

    Registrato:
    4 Dicembre 2007
    Messaggi:
    1.581
    "Mi Piace" ricevuti:
    7

    27 Marzo 2009

    Bhè secondo me gli Opeth sono molto + incastrati dei Dream Theater in particolar modo gli ultimi DT
     
  8. clansman93

    clansman93
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    3 Febbraio 2008
    Messaggi:
    2.870
    "Mi Piace" ricevuti:
    1

    27 Marzo 2009

    Gli ultimi DT paragonati a questi Opeth, a quello che ci stanno facendo sentire da quando esistono, non sono niente....un Watershed batte cento Systematic Chaos, e non so se su questo abbiate qualcosa in contrario...
    Sul discorso del prog penso che gli Opeth nei primi due album erano decisamente più progressivi, avevano dei cambi di ritmo continui, mentre ora sono un po' meno prog rispetto agli inizi....
     
  9. Francis

    Francis
    Expand Collapse
    Member

    Registrato:
    10 Febbraio 2002
    Messaggi:
    760
    "Mi Piace" ricevuti:
    6

    27 Marzo 2009

    Ho riascoltato Watershed e confermo la mia prima impressione che si tratti di un disco di mestiere (che non per forza deve essere inteso negativamente visto che i mesterianti sono gli Opeth), ma nulla di più! Per chi conosce gli Opeth è un album immediato, nulla a che vedere con ghost reveries in cui gli Opeth hanno osato evolvendo, anche se non in maniera drastica o immediatamente evidente, il loro sound! Con watershed si è fatto un passo indietro andando sul sicuro.
     
  10. clansman93

    clansman93
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    3 Febbraio 2008
    Messaggi:
    2.870
    "Mi Piace" ricevuti:
    1

    27 Marzo 2009

    Un passo indietro??? io Watershed lo trovo diverso da tutti gli album che hanno fatto, prima di tutto dall'utilizzo moderato del growl e poi perchè è stato fatto in maniera diversa....io la ritengo un evoluzione pure questa...
     
  11. Francis

    Francis
    Expand Collapse
    Member

    Registrato:
    10 Febbraio 2002
    Messaggi:
    760
    "Mi Piace" ricevuti:
    6

    27 Marzo 2009

    Mah, io non la penso così clansman....Quest'album è un mix tra deliverance e damnation (con il sound spostato verso l'acustico damnation), nulla di più! Forse hanno calcalto la mano su certi assoli acustici che ricordano il prog rock, ma di certo questo non significa che si siano evoluti! Ripeto ghost reveries lasciava intravedere un sound futuro che non ha nulla a che vedere con questo watershed; ripeto, secondo me non hanno voluto osare...
     
  12. clansman93

    clansman93
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    3 Febbraio 2008
    Messaggi:
    2.870
    "Mi Piace" ricevuti:
    1

    27 Marzo 2009

    Le parti di Damnation e di Deliverance non le ho assolutamente viste in Watershed...quest'ultimo album lo trovato in certi punti molto prog rock (vedi burden), come hai detto tu, e in altri un prog death melodico fatto molto bene...ma Deliverance non è melodico quanto Watershed...sono due cose diverse...io la vedo così....però è un album sicuramente molto molto bello, che sia o no un passo indietro....
     
  13. Sent

    Sent
    Expand Collapse
    Spiaze

    Registrato:
    30 Agosto 2003
    Messaggi:
    20.492
    "Mi Piace" ricevuti:
    12.658

    27 Marzo 2009

    A me sembra totalmente il contrario invece. Ghost reveries peccava un po' di "immobilismo" mentre in Watershed gli opeth hanno osato di più sperimentando nuove soluzioni.
     
  14. Akerfeldt

    Akerfeldt
    Expand Collapse
    Member

    Registrato:
    21 Settembre 2006
    Messaggi:
    449
    "Mi Piace" ricevuti:
    13

    29 Marzo 2009

    Parto rispondendo alla discussione sul prog/non-prog:

    Ma gli Opeth son prog? Ma gli Opeth sono death? Ma gli Opeth sono più prog o più death?

    Ragazzi... Gli Opeth sono gli Opeth e basta...Sono unici, sanno creare atmosfera... Lasciate perdere il genere e fatevi cullare dalla loro musica...

    Secondo me Watershed e Ghost Reveries sono quasi sullo stesso livello... Solo che Watershed osa un pò di più... Già The Lotus Eater con quello stacco dal sapore Fusion è una delizia, condita con blast beat... La parte Doom iniziale di Heir Apparent... L'inusuale Coil...

    Ripeto, gli Opeth stanno aprendo un nuovo corso... Successe con My Arms, your Hearse... E guarda caso in quel momento cambiarono due membri della formazione con l'entrata di Martin Mendez al basso (Che non lo suonò perchè non era ancora pronto) e Martin Lopez alla batteria... Lo stile si affinò ancora di più con Still Life...

    Quindi My arms, your hearse lo possiamo vedere come l'album di assestamento del cambio di line-up e Still Life come l'affinamento del nuovo corso...

    Ora Watershed sarà l'assestamento e il prossimo sara quello che affinerà il nuovo corso, almeno io la vedo cosi...
     
  15. Faber de Andrè

    Faber de Andrè
    Expand Collapse
    Io ti denuncio

    Registrato:
    24 Marzo 2006
    Messaggi:
    4.062
    "Mi Piace" ricevuti:
    413

    29 Marzo 2009

    quoto akerfeldt.

    gli Opeth hanno si può dire 4 fasi ben distinte.

    ORCHID e MORNINGRISE: in questi album erano presenti Nordin alla batteria e DeFarfalla al basso, sostanzialmente i 2 album sono più death oriented visti i precedenti lavori quando michelino faceva solo chitarrista e alla voce c'era Isberg, dopo l'abbandono dei 2 Akerfeldt la prese talmente male che il gruppo cessò di esistere e solo per un fortuito caso un certo DAN SWANO riportò Akerfeldt e Lindgren in sala, sia registrando quel demo con gli STEEL, sia aiutando Mike con la composizione del futuro MAYH con l'implemento di Mendez al basso e di Lopez alla batteria.

    MAYH, SL, BWP: qui gli Opeth forti delle influenze prog di Mike e quella possente macchina da groove che era Lopez iniziano un nuovo corso inserendo melodie prog oriented nbei loro pezzi, magistrale caso è la citazione di Never Let Go dei CAMEL in Benighted. E questo passo lo dimostreranno nei 2 album seguenti.

    DELIVERANCE E DAMNATION: qui la band si trova in un bel dilemma "fare 1 album da 140 minuti o 2 album da 70? L'aiuto viene da un signor WILSON che aiuta Mike a scindere le due anime dello stesso materiale, quella cinica e nichilista di DELIVERANCE e quella maestosa, avvolgente e penetrante di DAMNATION, avendo però il budget di un solo album. Soprattutto nel secondo caso la volontà di apparire più orientati verso band come Genesis e Pink Floyd si fa più forte inserendo un nuovo membro nei concerti PER WILBERG che darà un contributo di non poco conto nell'album successivo.

    GHOST REVERIES: album della riscoperta? della contaminazione o del fallimento? Questo lavoro, l'ottavo per la band, è stato punto di molte controversie su tantissimi aspetti. C'è chi dice sia un album di plastica, chi che è un capolavoro e chi dice che è un album standard fatto per fare soldi. In realtà a mio modesto parere solo il secondo caso: è un capolavoro come tutti gli album. Qui la band mostra una maggiore consapevolezza nelle composizioni e nel misurare l'anima più death oriented da quella più soft inserendo anche nelle parti più dure un hammond che sa di anni '70. Purtroppo questo lavoro segna l'abbandono di una colonna del gruppo LINDGREN, e del batterista che forse è riuscito a dare di più alla band LOPEZ.

    WATERSHED: non a caso significa spartiacque. Nulla negli Opeth è a caso. Questo è un album che taglia decisamente di netto col passato, oramai della formazione originale rimane solo Mike, depositario di una memoria immensa che ha segnato , per la seconda meta dei '90, una svolta a livello musicale. Qui la musicalità non si evolve bensì muta completamente, gia nelle clean vocals si sente la differenza con Mike che sporca la voce a differenza dei precedenti lavori nei quali teneva la voce molto sofr e strapiena di riverberi e chorus, qui la voce è secca REALE per certi versi. Il growl è più ferale e greve che mai. Le tastiere stanno al posto giusto nei momenti giusti sia con i suoi accompagnamenti che i solo. TUTTO E' AL POSTO CHE GLI COMPETE.

    Insomma secondo me gli Opeth hanno raggiunto una qualità musicale compositiva ed emozionale che è difficile essere definita una band di plastica. Sebbene gli album abbiano delle connessioni preferisco, e credo di riuscirci visti tutti i miei post precedenti, considerarli tutti come lavori a se stanti, solo in questo modo si riesce ad apprezzare questa band per quello che è, non per quello che si vorrebbe che fosse.
    E' vero che ognuno di noi ha delle preferenze di sound o liriche, ma in questo caso la band è da seguire sempre e comunque, ogni album degli svedesi è perfetto sotto tutti i punti di vista; basti pensare alle varie cose succedute nel tempo, basti pensare che quelo capoolavoro che è Still Life è stato registrato tra il 15 aprile e il 29 maggio del 1999, ossia con sole 6 settimane di lavoro.
     

Condividi questa Pagina