1. Il regolamento del Forum è stato ripristinato e aggiornato, lo puoi trovare in ogni momento in basso a destra cliccando su "Termini e Condizioni d'uso del sito". Ti preghiamo di leggerlo e di rispettarlo per mantenere il forum un luogo piacevole ed accogliente per tutti. Grazie!
    Chiudi

Metallo Progressivo

Discussione in 'Progressive' iniziata da Ares982, 30 Dicembre 2003.

  1. VentoGrigio

    VentoGrigio
    Expand Collapse
    :facepalm:

    Registrato:
    30 Gennaio 2006
    Messaggi:
    12.655
    "Mi Piace" ricevuti:
    370

    24 Settembre 2006

    Vabbè, per quello indagherò in pvt. Grazie della risposta, papy.
    Uhm, bel problema quello del bollino siae... avevo già acquistato dei dischi di importazione senza il bollino siae o con il bollino siae attaccato sul celophane, o peggio ancora con il bollino siae di altre cose che non c'entrano nulla... se passano per copie illegali mi incavolo non poco, visti i soldi che ci ho speso...:roll:
     
  2. RayHartmann

    RayHartmann
    Expand Collapse
    Banned
    BANNATO

    Registrato:
    22 Luglio 2005
    Messaggi:
    1.858
    "Mi Piace" ricevuti:
    2

    7 Ottobre 2006

    Un discozzo da aggiungere in questo angolo della news:è ovviamente quello che ho in sign, il nuovo dei Prymary, band di Chris Quirarte
    (batterista dei Redemption) parallela ai Redemption stessi, dei quali riprende sonorità oscure e sofferte rileggendole però in una chiave più profonda e riuscendo a diversificarsi piuttosto nettamente dall'altro progetto. Non per niente l'intero platter tratta di un tema delicatissimo come l'abuso su minori che la moglie di Quirarte, Valerie, ha subito durante l'infanzia.
    Grande prestazione di Di Sarro alla voce, ispirato come pochi, band sugli scudi, grande attenzione ad evitare l'ipertecnicismo fine a sè stesso, mettendo invece la perizia strumentale al servizio della storia che viene raccontata durante tutta la durata del platter senza mai risultare banale o noiosa. Echi di Fates Warning per un Disco con la D maiuscola. Consigliatissimo.
     
  3. ShredderManiac

    ShredderManiac
    Expand Collapse
    The Darkitecht

    Registrato:
    13 Novembre 2003
    Messaggi:
    2.453
    "Mi Piace" ricevuti:
    1

    8 Ottobre 2006


    Appena posso lo prendo. L' esordio in fondo era buono; quello che me li rendeva un pò invisi era che non facevano proprio un prog-metal tiratissmo, come piace a me, c' erano degli sconfinamenti prog-rock/neo-prog (non che sia un male assoluto, sia ben chiaro, è solo male per me). Ma in effetti si percepiva che avevano stoffa.


    Poi volevo aggiungere qualcosa: gli Spheric Universe Experience. Ancora loro, ebbene sì. Cercate di dargli una possibilità. Più ascolto il loro esordio (!), più ne rimango catturato. Rispetto all' ultimo commento aggiungo che in effetti in alcuni pezzi (tipo "Echoes Of The Stars") il cantante ha un accento inglese che suona "strano" anche a me che sono italiano. Questo è l' unico difetto (?) che ho notato. Ah sì, poi avrei voluto ascoltare qualche solos in più del chitarrista Vincent Benait proprio perchè quando entra nel pezzo lo fa con grande perizia, ma in generale l' album è più tastieristico che chitarristico. Questo non è un male, perchè vi accorgerete che tipo di tastierista c'è in questo gruppo...

    Ancora l' amico Armando mi ha segnalato un gruppo di cui finora non si è parlato, anche se hanno 2 dischi alle spalle. Si chiamano Hourglass. Io sto ascoltando "Subconscious" (che è il 2° album); anche se ho ascoltato poco, direi che anche loro hanno stoffa. Per adesso vale apparentemente quanto dicevo per i Prymary. Poi mi auto-smentirò...

    E finisco con una domanda: qualcuno ha ascoltato l' ultimo disco (2°) dei Mindflow? Ne abbiamo parlato qualche posts addietro insieme a quell' altra promettente band di giovanissimi brasiliani, i Thessera. Il disco si chiama "Mind Over Body", si dovrebbe trattare di un concept-album piuttosto particolare. Io non ne so di più, ma magari qualcun' altro sì.
     
  4. RayHartmann

    RayHartmann
    Expand Collapse
    Banned
    BANNATO

    Registrato:
    22 Luglio 2005
    Messaggi:
    1.858
    "Mi Piace" ricevuti:
    2

    9 Ottobre 2006

    Notevoli e sottovalutati gli Hourglass, The Journey Into
    forse regala ancor più emozioni del pur ottimo Subconscious; certo, anche loro non fanno quel prog-metal puro che magari tu preferisci , ma hanno idee a profusione ed anche una certa originalità che non guasta mai.
    Il disco dei Prymary non ha quella contaminazione neo-prog dell'esordio, ma rimane comunque un prog metal "pensato", aggressivo sì ma non drastico; d'altronde c'è una storia da raccontare :hihi:
    Ci sono comunque momenti davvero accattivanti ed altri più soft (come la dolcissima The Miracle, che regala anche un ispiratissimo assolo finale di chitarra), ma in linea di massima il sound mi pare si sia "indurito" e quindi credo che il disco ti piacerà molto.
    Sui Mindflow ancora non mi esprimo,
    troppi pochi ascolti per commentare quello che comunque sembra un disco eccellente. Di sicuro il disco di esordio (Just the Two of Us..eccetera eccetera) era un piccolo gioiellino davvero degno di attenzione, un disco realmente progressivo che spazia tra territori diversi senza mai perder eil filo del discorso, sfoggiando tra l'altro grande competenza non solo tecnica ma anche compositiva (Honesty credo sia emblematica in questo senso).

    Gli Spheric Universe Experience rullano.:headbang:
     
  5. RayHartmann

    RayHartmann
    Expand Collapse
    Banned
    BANNATO

    Registrato:
    22 Luglio 2005
    Messaggi:
    1.858
    "Mi Piace" ricevuti:
    2

    9 Ottobre 2006

    Magari ne avete già disquisito in passato, ma credo siano meritevoli di ascolto anche i due dischi degli Akashic, A Brand New Day e Timeless Realm; propongono un prog-metal non troppo intricato ma molto piacevole all'ascolto, con richiami a Enchant, qualche fuga che ricorda gli Artension e talvolta una sorta di "light version" dei Symphony X; come detto,niente di troppo impegnativo od ipertecnico, un progmetal solido, musicisti in gamba, assoli di chitarra e tastiera che si intrecciano e danno vita a trame interessanti ben sostenute da una sessione ritmica energica e mai sopra le righe. Non troverete follie sonore, ma soltanto tracce ben eseguite e ben cantate, con ogni cosa al suo posto. Piacevoli, ecco. Dategli un ascolto se volete. Sono brasiliani anche loro, e visto che eravamo in tema ho deciso di parlarne, anche se credo che Shredder già li conosca :hihi:
     
  6. dreamtheater84

    dreamtheater84
    Expand Collapse
    Satur9, LA PATENTEEE

    Registrato:
    2 Dicembre 2005
    Messaggi:
    15.781
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.432

    9 Ottobre 2006

    scusate l'ignoranza..... ma cosa significa quando una band sta entrando in fase d "pre-produzione" di un album?
     
  7. RayHartmann

    RayHartmann
    Expand Collapse
    Banned
    BANNATO

    Registrato:
    22 Luglio 2005
    Messaggi:
    1.858
    "Mi Piace" ricevuti:
    2

    9 Ottobre 2006

    Credo sia la fase che precede l'entrata in studio per la registrazione del disco, e che si articola in varie fasi, un pò come nel cinema; stesura dei pezzi, scrittura dei testi, decisioni varie su strumentazione, scelta dello studio, fondi disponibili per la produzione, insomma è la fase logistica.
     
  8. goldfingers88

    goldfingers88
    Expand Collapse
    Member

    Registrato:
    13 Settembre 2005
    Messaggi:
    635
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    16 Ottobre 2006

    Me ne sto accorgendo!!:shock: :shock:
    Per la cronaca si chiama Fred Colombo e ha 23 anni...comincio col dire che ha dei suoni veramente belli pur non avendo migliaia di tastiere e rack e ha una tecnica veramente sopraffina e spazia veramente in moltissimi generi musicali ("halleygretto"...per gradire un pò di musica classica :) ).
    Tornando invece al disco, devo dire che è un grandissimo album!! In particolare mi hanno colpito le parti strumentali del disco (oltre alle tracce totalmente strumentali già citate in precedenza)...per esempio la parte strumentale di "So cold" ,prima con assoli alternati (in cui il chitarrista tira giù un miliardo di note alla velocità della luce con una precisione impressionante!) e con unisono (dove mi scende sempre una lacrimuccia per quanto è bello) mi mandano in estasi!!
    Mi unisco all'invito di Shredder di dar loro un ascolto approfondito!
     
  9. ShredderManiac

    ShredderManiac
    Expand Collapse
    The Darkitecht

    Registrato:
    13 Novembre 2003
    Messaggi:
    2.453
    "Mi Piace" ricevuti:
    1

    17 Ottobre 2006

    Quoto tutto e anche di più.
    Poi fanno un uso particolarmente efficace delle ritmiche. In questo mi ricordano vagamente gli Zero Hour, ma mentre là le successioni creano un pathos claustrofobico, qui inducono una sensazione completamente opposta, di apertura, di luce. Mi riferisco in particolare all' interludio strumentale dell' opener "So Cold", ed al passaggio tra 2° parte e 3° (strumentale) della title track. Ed in generale il batterista è molto, molto bravo: peccato che il mix abbia enfatizzato troppo casse e rullante. Poi tante influenze, veramente, seppure integrate in uno stile coeso. Anche "Echoes Of The Stars" che è la parte meno tirata, più soave e riflessiva del platter, mi ha convinto: lunghi stacchi di piano classicheggianti, eppoi quello solo finale di Benait, pieno di slides, così espressivo...
     
  10. Savior

    Savior
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    29 Giugno 2002
    Messaggi:
    1.245
    "Mi Piace" ricevuti:
    54

    19 Ottobre 2006

    Vi segnalo due dischi dal passato recente, secondo me decisamente gradevoli:

    Magnitude Nine - Decoding The Soul, prog metal alla Symphony X, molto bravo il cantante e melodie piacevoli da riascoltare anche a ripetizione;

    Poverty's no crime - The Chemical Chaos, di scuola Dream Theater ma con personalità. Bravissimo il cantante, decisamente "energico" per il genere, ed il tastierista, molto "seventies".

    Si tratta di due dischi di prog-metal come piace a me, ovvero melodico e memorizzabile.
     
  11. RayHartmann

    RayHartmann
    Expand Collapse
    Banned
    BANNATO

    Registrato:
    22 Luglio 2005
    Messaggi:
    1.858
    "Mi Piace" ricevuti:
    2

    19 Ottobre 2006

    Molto belli, preferisco i Poverty, che hanno una discografia di tutto rispetto.(seppur non vastissima :sadic:)
     
  12. Hayato

    Hayato
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    3 Novembre 2002
    Messaggi:
    338
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    23 Ottobre 2006

    Ciao,

    ho visto su qualche shop online una versione di Redemption - The Fullness Of Time con una bonus track, tale The Real Thing... Qualcuno l'ha sentita? vale la pena di spendere qualche € per prendere la versione con bonus o no?
     
  13. ShredderManiac

    ShredderManiac
    Expand Collapse
    The Darkitecht

    Registrato:
    13 Novembre 2003
    Messaggi:
    2.453
    "Mi Piace" ricevuti:
    1

    23 Ottobre 2006

    Ciao Hayato.
    In effetti quell' album è, oltrechè bellissimo, piuttosto bizzarro nella distribuzione che n'è stata fatta. Per cui c'è una versione USA (Sensory Records), una francese (Replica Records), una per il resto d' Europa (Massacre Records), più altre sparse in diversi paesi del sudamerica. Non so quale delle tante (forse quella francese) contiene in via del tutto straordinaria la bonus track "The Real Thing" che citavi tu, che in realtà è una cover dei Faith No More. Non so dirti com' è la versione dei Redemption, perchè non l'ho mai ascoltata. Forse in termini di collezionismo però quella ed. tra un pò di tempo potrebbe essere significativa.
    :)
     
  14. Hayato

    Hayato
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    3 Novembre 2002
    Messaggi:
    338
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    24 Ottobre 2006

    Grazie Shredder,

    se a qualcuno interessasse la versione con bonus si compra su play.com a prezzo standard. Io passo, vista la natura della cover preferisco prendere la versione normale su the end records assieme a un altro cd (forse la nuova edizione con bonus track di Vision Divine - The Perfect Machine, che ho saggiamnete deciso di non comprare appena uscito :P), che risparmio qualcosa.
    Ultimamente sono ritornato a sonorità prog, dopo che per un annetto abbondante ho privilegiato roba più semplice. Ho riascoltato TFoT e, finalmente, con la giusta disposizione ad ascoltare non ho potuto che restare immediatamente affascinato da Sapphire. Che melodia magica il chorus!
    Anche i restanti pezzi non sono niente male, spero "crescano" come quelli di Awake, Burn The Sun e compagnia bella...

    Ad ogni modo una cosa la devo proprio dire. Sul web si trovano recensioni entusiastiche di album di nuovi gruppi prog metal come Dreamscape, Circus Maximus, Wingdom, Solid Vision... Francamente, per quanto possa concedere che siano album sostanzialmente validi, ascoltabili (i bei sonni, vabbé....), per me è impossibile metterne uno qualsiasi sullo stesso piano di TFoT, come ho visto fare. Basta un solo ascolto per accorgersi che i Redemption al di là di qualche citazione/omaggio ai Symphony X non vanno. Non cercano di imitare nessuno e hanno riff e melodie piuttosto fresche e personali. Negli altri gruppi si sentono collage pazzeschi di stili, riff, melodie e soluzioni prese da DT, SX, Fates Warning, ecc. E' lampante. TFoT dà veramente poca sensazione di già sentito.
    Magari se avessi una cultura prog più vasta ne sentirei, di citazioni, ma il divario con gli altri gruppi resta comunque imbarazzante.
     
    #1529
    Ultima modifica: 24 Ottobre 2006
  15. RayHartmann

    RayHartmann
    Expand Collapse
    Banned
    BANNATO

    Registrato:
    22 Luglio 2005
    Messaggi:
    1.858
    "Mi Piace" ricevuti:
    2

    25 Ottobre 2006

    Beh, diciamo che in ambito progmetal la sopravvalutazione di una band è una moda piuttosto abusata. Penso proprio ai Circus Maximus, incensati da mezzo mondo del web: carini, per carità, bravi, ma anche piuttosto banalotti; ogni minuto la sensazione di deja-vu si affaccia puntuale, e tutto il disco è ben suonato ma anche abbastanza fragile.
    Il fatto è che spesso basta ascoltare l'assolone di turno o la suite incasinatissima per bollare una band come grandiosa, e l'andazzo è alquanto sbagliato, anche perchè si parla di un genere che non può essere giudicato soltanto dopo pochi fugaci ascolti. C'è anche da aggiungere che più passano gli anni e più è difficile creare qualcosa di veramente rinfrescante in un panorama tipicamente citazionista come quello del progressive metal. Quello che è indubbio è che TFoT è un disco eccellente e, parere strettamente personale, uno dei migliori dischi del genere di sempre.
     

Condividi questa Pagina