1. Il regolamento del Forum è stato ripristinato e aggiornato, lo puoi trovare in ogni momento in basso a destra cliccando su "Termini e Condizioni d'uso del sito". Ti preghiamo di leggerlo e di rispettarlo per mantenere il forum un luogo piacevole ed accogliente per tutti. Grazie!
    Chiudi

Iron Maiden

Discussione in 'Heavy Metal' iniziata da Daniele "dani66" D'Adamo, 22 Settembre 2011.

  1. Mordred87

    Mordred87
    Expand Collapse
    The Pumpkin King

    Registrato:
    13 Aprile 2005
    Messaggi:
    8.352
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.845

    3 Settembre 2021

    il primo disco mi ha lasciato un pochino sul "meh" ma a quanto pare non sono l'unico. Mi aspetto molto di più dal secondo. Produzione non buona cmq e bruce non è ben bilanciato nel mix (oltre che ha perso parecchia potenza vocale)
     
  2. The Eternal Wayfarer

    The Eternal Wayfarer
    Expand Collapse
    Member

    Registrato:
    5 Luglio 2015
    Messaggi:
    17.601
    "Mi Piace" ricevuti:
    22.739

    3 Settembre 2021

    Dopo tre ascolti completi e altri di singoli pezzi mi sento di dire la mia.

    Parto dal dire che secondo me avrebbero fatto meglio a
    • pubblicare due dischi distinti, una sorta di Senjutsu pt. 1 nel 2020 (?) e un Senjutsu pt. 2 nel 2021
    • tagliare in toto Lost in a Lost World, che con Stratego se la gioca con ampio distacco per la palma di peggior pezzo del lotto (e almeno Stratego dura 4 minuti)
    Il primo punto si spiega con la lunghezza del prodotto e soprattutto la sua struttura. Tre brani di complessivi 34 minuti, per di più con struttura simile, posti in chiusura sono troppo... troppo.
    Il secondo, invece, con il giudizio gravemente insufficiente che do al pezzo: non bastano una interessante intro acustica, che rimanda un po' a Omega di Accident of Birth, e una buona strofa finale a salvare un pezzo che per il resto è un palese collage di idee appiccicate alla bell'e meglio, condite peraltro da un ritornello orrendo. Di Stratego basti quello che ho detto in precedenza: canzone sciapa, senza mordente, a tratti persino incompleta.

    Il resto.
    Il resto è aperto da un'interessante title track, che non a opener più "classiche" (Futureal, The Wicker Man, Wildest Dreams, Different World, The Final Frontier) strizza l'occhio, preferendo ammiccare (strutturalmente parlando) a If Eternity Should Fail e a Sign of the Cross.
    Seguono Stratego e Lost in a Lost World, di cui ho già detto, inframmezzate dall'orecchiabile The Writing on the Wall.
    Arriva quindi Days of Future Past, un po' la sorellina di When the River Runs Deep, di gran lunga il pezzo più lineare del lotto, e a ruota The Time Machine, pezzo che a mio parere soffre dello stesso grande difetto di Lost in a Lost World: le idee, che in questo caso sarebbero anche singolarmente buone, sembrano appiccicate l'una all'altra e la somma non è maggiore delle singole parti.

    Il secondo disco si apre con un ottimo lentone, Darkest Hour, fino ad ora il pezzo migliore per distacco. Anche qui le strizzatine d'occhio al Bruce solista non sono poche.
    Death of the Celts se la gioca con la precedente come miglior pezzo del lotto. The Clansman parte 2, non che sia un problema.
    The Parchment mi ha lasciato stupito, un mid-tempone lungo e oscuro che mi è piaciuto ben più del previsto - ma rimane forse dietro la precedente. Ha però sicuramente bisogno di più ascolti e non dubito che possa scalare le graduatorie.
    Hell on Earth è l'erede di The Red and the Black e s'inserisce in una tradizione di brani che risale a Seventh Son of a Seventh Son, vale a dire pezzo che Harris scrive a tavolino con un bel corone da cantare tutti assieme e una parte strumentale lunghissima per far rifiatare Bruce. Ecco, a differenza di The Red and the Black, gravemente insufficiente nella prima sezione ma molto buona nella seconda, in questo caso ho gradito il brano in toto fino al punto in cui la band si ferma di botto per riprendere la sezione acustica. È un espediente che non ho mai gradito - in generale. Piuttosto mettici una progressione discendente e chiudi sulla tonica con una jam per poi, eventualmente, riprendere l'intro.

    Nel complesso mi sembra un lavoro confezionato meglio del precedente dal punto di vista tecnico, ma pesante, e la sua pesantezza deriva proprio dalla lunghezza dei suoi componenti. Mi è piaciuto, ma penso che lo apprezzerei di più entrando nell'ottica che si tratta di due dischi distinti, e non di due parti di un medesimo disco.

    Il grande difetto risiede però nella band, che palesemente vorrebbe, ma non può andare oltre un certo punto a causa di oggettive carenze.
    Si sente tanto la mancanza di un arrangiatore SERIO, di una cultura compositiva che vada oltre il solito giretto di accordi e i soliti schemi prestabiliti. Far presentare i temi musicali del brano dagli strumenti può funzionare, ma a quel punto è inutile che gli stessi strumenti suonino anche le linee vocali cantate da Bruce mentre le canta Bruce. Pari pari tra l'altro, mentre sarebbe interessante sentire qualche variazione, qualche arrangiamento un po' più propositivo.

    E si sente la mancanza di un pezzo di Murray.

    Top 3: Senjutsu, Darkest Hour, Death of the Celts
    Flop 3: Stratego, Lost in a Lost World, The Time Machine (salvabile)

    Da riascoltare con attenzione: The Parchment
     
    #12107
    Ultima modifica: 3 Settembre 2021
  3. Vittorio

    Vittorio
    Expand Collapse
    Poi vediamo.
    Membro dello Staff Moderatore

    Registrato:
    15 Marzo 2006
    Messaggi:
    34.834
    "Mi Piace" ricevuti:
    21.907

    3 Settembre 2021

    L’ho ascoltato distrattamente un paio di volte.

    L’impressione è stata buona.
     
  4. TheWorld

    TheWorld
    Expand Collapse
    Trallallà Metaller

    Registrato:
    6 Giugno 2004
    Messaggi:
    6.019
    "Mi Piace" ricevuti:
    409

    4 Settembre 2021

    L'ho ascoltato anche io tre volte e la penso in maniera simile alla tua (anche se a me Stratego piace XD). Credo che the parchment possa crescere veramente molto, con quelle sue atmosfere egizie. Al terzo ascolto mi ha veramente preso. Al momento il disco mi sembra inferiore a the book of souls, ma vedremo se i pezzi cresceranno.

    Un pò tutti gli ultimi dischi dei Maiden sono strutturati così, per i miei gusti:
    - Una serie di pezzi "okay". Li ascolto, non mi fanno schifo (non ci sono pezzi dei Maiden post-reunion che reputi orribili), ma se potrebbero non esserci. E' il caso di the final frontier, el dorado, e così via.
    - i pezzi buoni, anche ottimi, che magari non cambiano la vita ma fanno la loro porca figura. Tears of a clown, from here to eternity, ad esempio.
    - Quel paio di pezzi fenomenali, che per me potrebbero andare tranquillamente fissi in setlist e non sfigurano accanto ai classici. The Book of Souls, The Talisman, Dance of Death... in ogni disco ce ne sono stati diversi. E' questo che mi porta ad essere molto "buono" con gli Iron. Nonostante i difetti, innegabili, degli ultimi dischi, c'è sempre qualche pezzo che trovo straordinario.

    Qui, al momento, non ho ancora trovato pezzi di questo tipo. Spero che una tra le ultime tre (ottime) tracce cresca fino a questi livelli.

    Quello però che penso da ieri è, un pò come dici tu, che manchi una figura che diriga un pò tutti, Harris compreso. Qualcuno che aiuti nell'arrangiamento e nella selezione delle idee migliori. Anche nei pezzi peggiori del disco, che per me sono tutti in seconda metà del primo cd, ci sono idee veramente buone. Lost in a Lost World ha un intro e un outro fantastico, ma poi strofe molto discutibili e una sezione centrale che mi sembra veramente presa pari pari da when the wild wind blows (dopo le riascolto vicine per confermarlo). The time machine ha delle belle strofe, ma anche qui sento troppi dejavu da book of souls e dance of death, nell'intro e nelle parti strumentali a metà.

    Invece di fare un disco da 80 minuti, selezionare solo i pezzi migliori, unire (rilavorate, chiaramente) le idee buone che ci sono nei pezzi meno riusciti, magari anche tenersi qualcosa per un disco futuro, avrebbero reso il disco (e anche i precedenti) nettamente migliore, secondo me. Nessuno dice che bisogna rilasciare un disco lunghissimo ogni 5 anni. Probabilmente facendone uno di 50 min ogni 3 anni avremmo risultati migliori.

    In ogni caso, per il momento il disco è decisamente buono per me. Con gli ascolti magari arriverò a considerarlo anche "ottimo", ma come per i precedenti, molto probabilmente finirò a fare una playlist accorciata.
     
  5. maxthecat

    maxthecat
    Expand Collapse
    The Great Oracle

    Registrato:
    27 Marzo 2003
    Messaggi:
    16.105
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.101

    4 Settembre 2021

    sicuramente ti sei confuso con If Eternity Should Fail :ejasi:
     
  6. sciacallo010

    sciacallo010
    Expand Collapse
    MungoPolipiPerSoldi
    Membro dello Staff Webmaster

    Registrato:
    4 Maggio 2009
    Messaggi:
    21.045
    "Mi Piace" ricevuti:
    15.057

    4 Settembre 2021

    Dopo averla riascoltata bene devo dire che Hell on Earth è un pezzone :sisi:
     
    A Shadow Hunter, Scorpions73 e The Eternal Wayfarer piace questo elemento.
  7. maxthecat

    maxthecat
    Expand Collapse
    The Great Oracle

    Registrato:
    27 Marzo 2003
    Messaggi:
    16.105
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.101

    4 Settembre 2021

    Darkest Hour è da pelle d'oca!! Lo sto ascoltando ora!!!!! Per ora al primissimo ascolto non sopporto proprio Senjutsu.... un mattonaccio assurdo in apertura... Queste sono emozioni in presa diretta.... con più ascolti farò una sorta di mini recensione personale!!!!
     
  8. TheWorld

    TheWorld
    Expand Collapse
    Trallallà Metaller

    Registrato:
    6 Giugno 2004
    Messaggi:
    6.019
    "Mi Piace" ricevuti:
    409

    4 Settembre 2021

    Colpa dell'età :lookaround:
     
    A maxthecat piace questo elemento.
  9. blackalba

    blackalba
    Expand Collapse
    Amorino Pannocchiuto

    Registrato:
    30 Novembre 2004
    Messaggi:
    13.780
    "Mi Piace" ricevuti:
    36

    4 Settembre 2021

    Sto ascoltando a ripetizione solo le prime cinque canzoni nel terrore che le successive possano affossare inesorabilmente un disco che, fino a questo momento, non ha difetti....intendendo i Maiden della Reunion.
    Non riesco a immaginare cosa ci si potesse aspettare di più da questi sei tizi ad oggi, c'è pure stratego che è una tipica canzone Maiden che più Maiden non si può.
    Qualche spruzzata di x factor e ci butto la provocazione....ma far cantare qualche piccola parte che gli si addice anche al povero Blaze?
    Fantascienza, vabbè per quest'anno ci accontentiamo di Kiske.
     
  10. WinterLord

    WinterLord
    Expand Collapse
    Member

    Registrato:
    20 Maggio 2007
    Messaggi:
    61
    "Mi Piace" ricevuti:
    22

    4 Settembre 2021

    Leggetevi la recensione di Joe Strummer su Debaser.

    a me il disco piaciucchia ma sono indubbiamente d’accordo con lui (stranamente)
     
  11. LucaGiulio

    LucaGiulio
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    4 Agosto 2018
    Messaggi:
    1.694
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.782

    4 Settembre 2021

    La tanto temuta "mezz'ora finale di Harris" secondo me da un senso a questo album, oggi in aereo l'ho riascoltato due volte, ed in entrambi gli ascolti quei trenta minuti finali mi hanno preso e portato lontano, come il volo su cui ero.
     
    A maxthecat e TheWorld piace questo messaggio.
  12. AOR Forever

    AOR Forever
    Expand Collapse
    Active Member

    Registrato:
    11 Agosto 2016
    Messaggi:
    665
    "Mi Piace" ricevuti:
    200

    4 Settembre 2021

    Sto ascoltando adesso... “Stratego” è prodotta male ma mi piace. Il ritornello mi è entrato in testa.
    “Darkest hour” è bellissima
     
  13. Peste Noire

    Peste Noire
    Expand Collapse
    Trve Kvlt Member

    Registrato:
    15 Aprile 2013
    Messaggi:
    7.380
    "Mi Piace" ricevuti:
    4.447

    4 Settembre 2021

    Sono piuttosto d'accordo con lui, ha azzeccato il punto.
     
  14. The Eternal Wayfarer

    The Eternal Wayfarer
    Expand Collapse
    Member

    Registrato:
    5 Luglio 2015
    Messaggi:
    17.601
    "Mi Piace" ricevuti:
    22.739

    4 Settembre 2021

    Mi correggo, Shirley aveva pubblicato l'elenco degli assoli su Facebook (ma poi ha eliminato).

    Senjutsu: Smith, Murray, Gers, Smith
    Stratego: Gers
    The Writing on the Wall: Murray, Smith, Gers (?)
    Lost in a Lost World: Murray, Smith
    Days of Future Past: Smith
    The Time Machine: Smith, Murray, Gers
    Darkest Hour: Smith, Murray, Gers (e mi stupirei non poco, perché l'unica opzione sono i filer sotto il ritornello finale)
    Death of the Celts: Smith, Gers, Murray, Smith
    The Parchment: Gers, Murray, Gers, Smith, Gers, Smith
    Hell on Earth: Murray, Smith, Gers

    The Parchment supera Mother Russia e diventa la canzone con più assoli della loro carriera: ben sei.

    :optaMaiden:
     
    A TheWorld piace questo elemento.
  15. Dustx85

    Dustx85
    Expand Collapse
    Well-Known Member

    Registrato:
    14 Giugno 2018
    Messaggi:
    2.135
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.246

    4 Settembre 2021

    Confermo la mia impressione. I tre pezzi lunghi di Harris alla fine rendono un mappazzone un disco che fino a Darkest Hour, nonostante le lungaggini, è risultato abbastanza scorrevole.
    Concordo col trovare abbastanza ingenue ed irritanti le parti di tastiera e chitarra che doppiano il cantato (ci sono tanti modi per usare o non usare tutti quegli strumenti) e la ridondanza di assoli poco ispirati. Per non parlare delle costruzioni macchinose soprattutto degli ultimi tre pezzi con parti incollate di intro/outro.. Ci sono soluzioni interessanti, ma la macchina maiden sembra (a detta di Dickinson) non voler nessun produttore che metta il becco nel loro modus operandi, e da qui appunto tutti quegli "errori" o difetti che in molti abbiamo già notato. Difetti che una band del loro livello non dovrebbe fare.
    A me le varie intro di Death of the celts non disiacciono, nel senso che sembra una costruzione quasi un'ouverture in cui il compositore introduce i temi della sinfonia. Peccato che poi non sia così.
     

Condividi questa Pagina