1. Il regolamento del Forum è stato ripristinato e aggiornato, lo puoi trovare in ogni momento in basso a destra cliccando su "Termini e Condizioni d'uso del sito". Ti preghiamo di leggerlo e di rispettarlo per mantenere il forum un luogo piacevole ed accogliente per tutti. Grazie!
    Chiudi

Film sui vichinghi

Discussione in 'Nordheim' iniziata da Thor'sHammer, 16 Dicembre 2006.

  1. Fenrir

    Fenrir
    Expand Collapse
    Hammerheart

    Registrato:
    1 Settembre 2001
    Messaggi:
    4.868
    "Mi Piace" ricevuti:
    148

    23 Dicembre 2006


    :applause: gli svedesi erano vichinghi tanto quanto i fenici erano greci :D


    :shutup:
     
    #31
  2. ReineMetal

    ReineMetal
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    22 Febbraio 2006
    Messaggi:
    126
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    23 Dicembre 2006

    Sul fatto che popolazioni svedesi come i Gauti non fossero vichinghe tutti d'accordo; ovviamente però esistevano popolazione vichinghe stanziate in Svezia(nord ed est), che erano molte e molto attive da un punto di vista commerciale, bellico etc. Parte delle città russe sul baltico sono state colonizzate proprio da loro. A me non pare abbia proprio senso mettere sullo stesso piano da un lato popoli comunque vicinissimi come i vichinghi e gli altri popoli germanici stanziati al nord, dall'altro genti di origine indoeuropea(Greci) con altre di origine semitica(fenici). Forse scherzavi, boh ?
    Comunque, per tornare IT(che non è quello degli Abruptum, ma In Topic:happy:): o Fenrir, tu l'hai visto il film che ho consigliato ?
     
    #32
    Ultima modifica: 23 Dicembre 2006
  3. ReineMetal

    ReineMetal
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    22 Febbraio 2006
    Messaggi:
    126
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    23 Dicembre 2006

    Dunque, la questione è complessa: la più antica fonte documentaria sul diritto (e in generale sulle usanze e costumi) dei popoli germanici è senza ombra di dubbio il De Origine Et Situ Germanorum di Tacito, il quale estende la sua opera etnografica fino circa ai confini del Baltico ed è una documentazione imprescindibile, frutto di quell'interesse misto a timore che i Germani suscitavano ancora dopo la clamorosa battaglia di Teutoburgo. L'altro testo davvero completo e attendibile(ovviamente ce ne sono altri, come quelli di Nestore di Kiev) è senza ombra di dubbio le Gesta Danorum del Saxo Grammaticus, che davvero mostra una società mutata, ma una tradizione, una struttura politica, un diritto che possono essere chiaramente ricondotti alla stessa cultura germanica comune di cui parlavano gli storici romani. Gli si può imputare talora l'ingenuità di storicizzare il mito norreno, ma in generale, pur trattandosi di un cristinao, la sua è un'analisi corretta e puntuale. Non dimentichiamoci che il diritto cosiddetto "vichingo"(che effettivamente non era una serie di leggi codificate, ma canoni di comportamento tramandati oralmente) confluirà nella cultura europea normanna.
     
    #33
  4. Ragnarok

    Ragnarok
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    17 Agosto 2004
    Messaggi:
    941
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    23 Dicembre 2006

    Il solito...
     
    #34
  5. Doom_Sword

    Doom_Sword
    Expand Collapse
    Active Member

    Registrato:
    17 Gennaio 2004
    Messaggi:
    2.966
    "Mi Piace" ricevuti:
    16

    23 Dicembre 2006

    scherzava, le faccine esistono apposta no? :)

    Reine, grazie per quanto scritto ma volevo sapere sul diritto anglosassone antico, quello diciamo vigente nell'isola fino al 1.100 (ed oltre, presumo). Mi sai dire qualcosa? Anche due parole, giusto sapere se si fondava sempre sulla consuetudine e cambiamento diventato consuetudine introdotto via via da delibere di varie figure di potere come re etc.., sulle assemblee in armi etc.. o se magari furono trascritti dei codici di norme.

    In realtà credo che la mia domanda si risponda da sola...

    ...vabbhè faccio prima ad andarmi a comprare dei testi specialistici, lo farò di sicuro ma non ho tempo in questi mesi :o
     
    #35
  6. Fenrir

    Fenrir
    Expand Collapse
    Hammerheart

    Registrato:
    1 Settembre 2001
    Messaggi:
    4.868
    "Mi Piace" ricevuti:
    148

    23 Dicembre 2006

    Ma sì, ovviamente scherzavo. Ma il fondo c'era. Gran parte delle popolazioni che al tempo risiedevano in Svezia, come dicevi anche tu Raine, erano assolutamente dedite al commercio più che alla baraonda o alla conquista. Non a caso tutta la roba più cerimoniale (che non è stata razziata) è stata trovata in Svezia centro-meridionale, nel [SIZE=-1]Mälaren e in tutte quelle zonacce là... e le spade cerimoniali, i monili, gli ammennicoli, le tombe clamorose (esclusa Kaupang) e tutta l'altra roba da arredo/corredo funebre/cerimoniale/simbolico di ricchezza sono tutte di quelle zone là.
    Ma direi che gli svedesi (e qui non scherzo), fonti, saghe e compagnie belle alla mano (anche il nostro amato sassone e l'immortale Gabrieli che ha dipinto con chiarezza la situazione) sono in assoluto coloro che rappresentano di meno l'immaginario comune del vichingo predone e scopritore. Erano buoni a tassare i poveri finni e a instaurare rotte commerciali efficacissime, ma la maggior parte delle attività si fermava lì. Sarà che di "vik" ne avevano pochi, e che tutto sommato la Svezia è l'unica regione non aperta all'oceano... per loro era più semplice andarsene con legna e incartamenti a Baghdad o in Russia piuttosto che fare scorrerie omicide come i Danesi e i Norvegesi, o andarsene a scoprire l'America, l'Islanda o Jan Mayen come i Norski.

    Tornando a bomba, il film che hai tirato fuori dall'elmo non l'ho mai visto, ma l'ironia della sorte vuole che solo poche ore prima del tuo intervento mi era stata raccontata parte della trama da un ubriacone su IRC. Devo dire che assomiglia davvero molto a Kristin Lavransdatter, anche se gli mancano quei rigurgiti paganoidi che sembrano abbondanti nel tuo film. Desumo abbia pure una certa età come film, no? Un'occhiata non mi dispiacerebbe dargliela.
    [/SIZE]
     
    #36
  7. ReineMetal

    ReineMetal
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    22 Febbraio 2006
    Messaggi:
    126
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    23 Dicembre 2006

    Beh, se parliamo di diritto nell'isola una data fondamentale è quella della concessione, da parte di Giovanni Senzaterra, della Magna Charta Libertatum nel 1215, sotto le pressioni del popolo e(soprattutto) dei baroni: essa stabiliva alcune regole generalissime sulla retribuzione, sulla giustizia e sul commercio. Questa è la prima traccia documentata di diritto in Gran Bretagna, ma un diritto nell'isola e in Irlanda esisteva già prima della cristianizzazione e dell'invasione(nel V-VI secolo) da parte degli Angli, dei Frisoni, degli Juiti e dei Sassoni, un diritto tramandato oralmente legato alle popolazioni celtiche(insediate nell'sola dal VIII secolo a.c.) e custodito dai famigerati drudi. La cristianizzazione non portò certo legge e civiltà: le nuove comunità anglosassoni che avevano soppiantato quelle celtiche si organizzarono in sette regini indipendenti(Wessex, Essex, Kent, Sussex etc...) che poi confluirono nell'ordinamento monarchico-feudale inglese nel X secolo, con l'invasione normanna e l'incoronazione di Guglielmo il Conquistatore. Nel periodo antecedente alla seconda invasione(quella normanna), vige nell'Inghilterra anglosassone la cosiddetta common law, una serie di leggi consuetudinarie amministrate in maniera strumentale dal potere aristocratico, che presiedeva assemblee popolari(i famosi moots) atte a risolvere le controversie attraverso metodi discutibili come i giuramenti e le ordàlie(del resto le uniche possibili in assenza di leggi scritte). Fu proprio Guglielmo ad introdurre un feudalesimo fortemente decentrato e un'amministrazione della giustizia che faceva capo alla curia regis, che permetterà alle istituzioni della common law di evolversi fino alla sistematizzazione avvenuta nel XII sec. con il trattato di Glanvill. Tuttavia è solo dal 1215 in poi che si potrà parlare di diritti e di libertà del cittadino in Inghilterra. Spero di aver chiarito i dubbi. :)
     
    #37
  8. ReineMetal

    ReineMetal
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    22 Febbraio 2006
    Messaggi:
    126
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    23 Dicembre 2006

    Hai fotografato benissimo gli svedesi del tempo in poche righe: hai detto davvero bene. Del resto città come Novgorod le hanno fondate loro, e anche in futuro saranno fra i principali interlocutori della Lega Anseatica. Erano commercianti, anche relativamente sedentari rispetto a tutti i popoli dediti al commercio che si sono succeduti sullo scenario della storia(pensiamo alle immani rotte di Greci e Fenici).
    Il film è del 1960 e, anche se vinse l'Oscar(non che sia un punto a favore) come miglior film straniero l'anno seguente, è spesso stato considerato marginale nella filmografia di Bergman(non ai livelli di mostri sacri come il Settimo Sigillo, per intenderci): se non sbaglio in Italia fu censurato o proprio proibito per il traviamento morale e spirituale che poteva indurre nelle pecorelle democristiane, mentre oggi (non che ci sia una maggior libertà di pensiero in Italia) viene ampiamente rivalutato. Io lo considero uno dei film più drammatici(nel senso letterale di "azione") e allo stesso tempo riflessivi di sempre. Non dovresti avere difficoltà a trovarlo: se sei un vero pagano e odi le banalizzazioni, i falsi strumentali, le ricostruzioni errate, questo film ti garberà non poco.
     
    #38
  9. Doom_Sword

    Doom_Sword
    Expand Collapse
    Active Member

    Registrato:
    17 Gennaio 2004
    Messaggi:
    2.966
    "Mi Piace" ricevuti:
    16

    23 Dicembre 2006

    Grazie Reine. Nella seconda parte, chiarito tutto ;)
    Assai interessante anche il profilo degli Svevi, prima o poi dovrò mettermi a leggere e finire il mattone sulla storia vichinga dannazione.

    Molto appetibile il film di Bergman..
     
    #39
  10. ReineMetal

    ReineMetal
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    22 Febbraio 2006
    Messaggi:
    126
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    24 Dicembre 2006

    Prego, figurati. :)
    Per curiosità: che libro è il "mattonazzo" di cui parli ?
     
    #40
  11. Doom_Sword

    Doom_Sword
    Expand Collapse
    Active Member

    Registrato:
    17 Gennaio 2004
    Messaggi:
    2.966
    "Mi Piace" ricevuti:
    16

    24 Dicembre 2006

    figurati. E' un libro molto vecchio (prima edizione 1968) che scovai un paio di anni fa nella libreria di casa, assolutamente non divulgativo e, credo, superato allo stato attuale delle conoscenze. Però è impostato molto bene e denota una grande conoscenza dell'argomento.
    Si intitola "I Vichinghi, avventura di una civiltà" di Gwyn Jones

    Edit: per curiosità ho provato a digitarlo su google. Sembra un libro molto conosciuto, che ha fatto scuola e che all'epoca (del 77 l'edizione italiana) fece parlare (in effetti ricordo che l'autore presenta i vichinghi calcando sul loro lato di commercianti, di pirati e di conquistatori non solo saccheggiatori di chiese, come erano normalmente idealizzati dalla storiografia precedente)
     
    #41
    Ultima modifica: 24 Dicembre 2006
  12. ReineMetal

    ReineMetal
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    22 Febbraio 2006
    Messaggi:
    126
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    25 Dicembre 2006

    Sembra interessante....me lo procurerò !
     
    #42
  13. A past and future secret.

    A past and future secret.
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    28 Maggio 2003
    Messaggi:
    279
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    28 Dicembre 2006

    c'è un film, s'intitola "Alfredo il grande" (non so se è già stato citato), del '69. E' di Clive Donner, c'è dentro Hemmings (l'attore di Blow Up, Profondo rosso).
    Narra la storia del re Alfredo, che riesce a respingere i danesi dal wessex. ehm...dato che in questo forum ci sono esperti in materia...non vorrei dire castronate, ma questi danesi dovrebbero essere i vichinghi...o no?:P
    Non è un film eccezionale, ma è comunque interessante. C'è da dire che è ricostruito bene, e alla fine c'è una bella battaglia.

    Se volete vedere qualche immagine, ecco qui:
    http://www.cinemedioevo.net/Film/cine_alfredo_grande.htm
    http://www.mckellen.com/cinema/alfred/index.htm

     
    #43
  14. ReineMetal

    ReineMetal
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    22 Febbraio 2006
    Messaggi:
    126
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    28 Dicembre 2006

    Si, sono vichinghi, però quel film è una parenetica cristiana dall'inizio alla fine ! :roll: Da un punto di vista della fotografia, dei costumi e degli ambienti il film se la cava, ma per il resto sembra girato dal Vaticano: i danesi sono presentati come i pagani cattivacci invasori, perversi e irragionevoli(falso, queste categorie erano tranquillamente applicabili agli inglesi del tempo) e inoltre il film presenta degli anacronismi paurosi. Un esempio è la presenza di frati, che al tempo non esistevano, dato che gli Ordini di frati nacquero nel basso Medioevo, dopo la predicazione del movimento francescano. Inoltre Re Guthrum si convertì al cristianesimo, ma non certo per convizione profonda (come il film vorrebbe fare apparire): era stato sconfitto, e la conversione rientrava negli accordi stipulati con Alfredo, aveva cioè una funzione puramente politica. E' un ordinario film sul Medioevo degli anni '60-'70, di quelli strapieni di errori e strumentalizzati che però si fanno guardare.
     
    #44
  15. A past and future secret.

    A past and future secret.
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    28 Maggio 2003
    Messaggi:
    279
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    28 Dicembre 2006

    grazie per aver puntualizzato sugli errori...mi ero "fidata" del film senza fare ulteriori ricerche! :)
     
    #45

Condividi questa Pagina