1. Il regolamento del Forum è stato ripristinato e aggiornato, lo puoi trovare in ogni momento in basso a destra cliccando su "Termini e Condizioni d'uso del sito". Ti preghiamo di leggerlo e di rispettarlo per mantenere il forum un luogo piacevole ed accogliente per tutti. Grazie!
    Chiudi

Droghe: svago innocente o crimine da punire?

Discussione in 'Attualità e Cultura' iniziata da Asperger, 5 Luglio 2008.

  1. Sixx77

    Sixx77
    Expand Collapse
    Man Must Explore...

    Registrato:
    8 Novembre 2004
    Messaggi:
    12.522
    "Mi Piace" ricevuti:
    463

    20 Marzo 2009

    Non c'è niente che faccia più a pugni con il concetto di Democrazia della droga.

    Il problema vero è riuscire a far fronte ad un problema pratico(di idiozia e disonestà di chi fa uso e alimenta il mercato) rispettando un corretto problema morale.

    evidente c'è chi considera, a torto o a ragione(non sono io ne tu ne qualsiasi sito internet a poter dire cosa sia giusto), che esiste un problema morale legato al fatto di tollerare l'abuso di sostanze stupefacenti.

    facile sparare sentenze e criticare le posizioni e le decisioni di chi deve affrontare in pratica il problema (a mente lucida e non fumata) considerandone ogni minimo aspetto al di sopra delle parti e non pensare solo al fatto che l'importante è che io mi possa fare quante canne voglio(come se adesso fosse impossibile).

    Beh...
    A me non risulta che nessuno abbia interesse nel sequestrare merci ad un elettricista o ha un fruttivendolo...
    Forse qualcuno pensa che un negozio che vende TUTTO quello che gira attorno al fumare cannabis, compresi i semi di canapa (che servono a far crescere la cannabis, che e una sostanza illegale) forse sia una cosa che fa a pugni con il concetto di legalità e che forse necessitano dei controlli.

    Far scoppiare autobombe è illegale! ...avere un negozio che vende tutto il necessario per fabbricarne una, compreso libri di istruzioni, componenti chimiche e elettroniche,ecc ecc e magari si chiama anche "Autobomba fai da te", e magari fa anche una pubblicità in cui dice:"Ti sta sulla balle qualcuno?? mettigli una bomba in macchina!", ma gari può anche essere legale.
    MA forse è il caso di evitare... no??

    Esiste gente che passa il proprio tempo a impegnarsi a favore della cannabis come se fosse una causa sociale!!!
    Occupa il proprio tempo convincendosi che la cannabis sia una "causa sociale" per cui combattere...

    credo che al mondo esistano battaglie ben più importanti.
    Invece di occupare il proprio tempo e denaro creare siti idioti e pieni di teorie fantasocio poitiche, potrebbero preoccuparsi di problemi ben più gravi.
    Vadano a tenere compagnia ad un disabile o vadano alla protezione animali e porti a spasso un cane...
    Occupino il tempo che sfruttano a mettere online siti di stronzate tenendo compagnia ad un malato... se vogliono impengarsi nel sociale.

    Invece di pensare a difendere il proprio supposto diritto a consumare una sostanza stupefacente.

    forse sei tu che non vedi la gravità morale che è dietro tutto ciò.
    Se uno vuole abusare di queste sostanze lo faccia prendendosene le proprie responsabilità legali e morali, e se vuole essere coerente, si risparmi di prendere la cosa come un impegno sociale.

    A) Io non devo portare nessuno studio... Le tue teorie "revisioniste" sugli effetti della cannabis le hai maturate sui siti internet che posti sempre o per caso hai chiesto ad un dottore tossicologo?
    Vuoi fare "un studio"? Comincia con il chiedere chiarimenti a chi è esperto in materia e non a siti internet "Pro-legalizzazione" infarciti di scritti firmati da signori nessuno.

    B)Per il concetto di "verità assoluta" rispedisco abbondantemente al mittente.

    conosco benissimo la situazione,le "regole" e le dinamiche.

    INfatti...
    quella "buona" la si va a comprare dallo spacciatore che lavora in casa(senza nessun rischio.)...
    Ma immagino che quella buona invece non alimenti ne finanzi la criminalità organizzata vero??? è tutto tarallucci e vino!

    No!
    Danni causati dal "Finto proibizionismo".

    a)quale politica proibizionista?
    b)Quando il proibizionismo serio sulle droghe esisterà forse potremmo giudicarne gli effetti. Ma visto che praticamente non esiste ne è mai esistito...

    e non lo dice certo uno che è a favore del proibizionismo in termini di principio... ma il vittimismo di chi si lamenta e poi è puntualmente sempre libero di fare quel cazzo che vuole mi pare un tantino ipocrita.
     
    #1486
    Ultima modifica: 20 Marzo 2009
  2. Nausea

    Nausea
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    25 Febbraio 2009
    Messaggi:
    86
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    20 Marzo 2009

    Ho letto solo il messaggio di Sixx , quoto tutto.

    In una societa' del genere, lo stato non aspetta altro di rincoglionire la gioventu', dapprima coi spinelli, e poi col resto.
    Sappiamo tutti che la gente e' portata a trasgredire, se fosse legalizzata, tutti andrebbero oltre, dalla cocaina in pochi mesi tutti passerebbero alle pere di ero..
    Adesso immagino ''Ma lo spinello non e' una pera etc''..
    Tutti cosi hanno iniziato credo i tossici..
    Difficilmente uno arriva ad una pera senza passare dal giro di comitive spinellare, poi li c'e' il tossico ( che ancora nella fase novellino puo' risultare affascinante) e via via eccovi tutti infognati.
    Lo stato, la sinistra ci ride su, vi lascia i SErt aperti, che piu' che aiutare un giovane , lo rendono una larva imbottito di metadone ovvero ero sintetica, chiedete ad un raga del sert, fate statistica su quanti hanno seguito un programma di pochi mesi (ovvero cosi come dovrebbe essere in altri paesi ),e su quanti , visto che il metadone da ancora piu' assuefazione dell' ero, sono rimasti al sert per anni e anni, rincoglioniti totalmente da droga gratis regalata dallo stato.
    No alla droga, leggera o pesante che sia.
     
  3. angusyoung

    angusyoung
    Expand Collapse
    Active Member

    Registrato:
    6 Maggio 2002
    Messaggi:
    1.788
    "Mi Piace" ricevuti:
    4

    20 Marzo 2009

    forse è meglio che sostituisci con no ad alcune droghe, quelle che a me non piacciono e che non uso.

    quella dello spinello che porta alla coca e poi all'ero è talmente vecchia e grossa che secondo me non ci crede più neanche giovanardi.
     
  4. angusyoung

    angusyoung
    Expand Collapse
    Active Member

    Registrato:
    6 Maggio 2002
    Messaggi:
    1.788
    "Mi Piace" ricevuti:
    4

    20 Marzo 2009

    visto che sostieni che in italia ci sia un finto proibizionismo, spiegami il concetto che hai tu di vero proibizionismo
     
  5. Sixx77

    Sixx77
    Expand Collapse
    Man Must Explore...

    Registrato:
    8 Novembre 2004
    Messaggi:
    12.522
    "Mi Piace" ricevuti:
    463

    20 Marzo 2009

    Premessa: sostanza proibita.

    Conseguenza:
    a)In TV non si deve permettere a nessuno di farne pubblicità o anche solo di sostenere di esserne un consumatore(che equivale ad ammettere in TV di compiere abitualmente un atto illegale...).

    b)Spaccio e consumo puniti severamente come chi, all'interno del proprio locale fa finta di non vedere.
    In pratica non dovrebbe essere possibile che esistano posti dove abitualmente qualcuno vada a spacciare o a drogarsi e venga tollerato.
     
  6. angusyoung

    angusyoung
    Expand Collapse
    Active Member

    Registrato:
    6 Maggio 2002
    Messaggi:
    1.788
    "Mi Piace" ricevuti:
    4

    20 Marzo 2009


    per il punto a) ti riferisci al servizio delle iene? perchè non mi viene in mente altro.


    spaccio e consumo in italia sono puniti molto più che severamente, dai 6 ai 20 anni. se mi trovi una legislazioine occidentale più severa ti faccio i complimenti.

    se poi in italia la giustizia non funziona, le forze dell'ordine neanche e come al solito si prende il caprio espiatorio e lo si rovina e gli altri si lasciano indisturbati non vuol dire che c'è un finto proibizionismo, vuol dire semplicemente che è uno stato che non funziona.

    comunque le galere sono piene di tossicodipendenti, che sono malati, non criminali e di semplici consumatori, quindi sulle droghe ci si mette comunque un impegno in più per controllare rispetto ad altre cose ben più gravi.
     
  7. angusyoung

    angusyoung
    Expand Collapse
    Active Member

    Registrato:
    6 Maggio 2002
    Messaggi:
    1.788
    "Mi Piace" ricevuti:
    4

    23 Marzo 2009

    California, idea anticrisi «Tassate la marijuana

    Il progetto L'iniziativa di un deputato democratico: un dollaro a spinello
    California, idea anticrisi «Tassate la marijuana»
    Il provvedimento potrebbe portare nelle casse dell'erario 1,3 miliardi di dollari ogni anno

    WASHINGTON — E se fosse la marijuana a salvare la California dalla bancarotta, rimettendone a posto il disastrato bilancio? Dopotutto, la cannabis è già il pezzo forte del comparto agro-alimentare del più grande Stato americano: secondo il Department of Agricolture, genera infatti introiti annuali per 14 miliardi di dollari, seguito a distanza da latte e derivati, con 7,3 miliardi. Non è solo una boutade provocatoria. Per Tom Ammiano, deputato democratico californiano, lo spinello come strada maestra al risanamento finanziario è una cosa maledettamente seria. E il suo progetto di legge, presentato il mese scorso al Parlamento dello Stato, prevede proprio la legalizzazione della marijuana e la contemporanea introduzione di un'accisa sulla vendita, che secondo gli esattori delle tasse potrebbe portare ogni anno oltre 1,3 miliardi di dollari nelle casse dell'erario.

    Ossigeno (o in questo caso tetracannabinolo) provvidenziale per uno Stato, dove il governatore Schwarzenegger è stato costretto ad affondare il bisturi, tagliando servizi essenziali nella finanziaria appena approvata. «Lo Stato della California è in caduta libera — ci spiega Ammiano al telefono —, siamo praticamente nella cacca. Licenziamenti e pignoramenti sono all'ordine del giorno, chiudiamo le scuole o le facciamo funzionarie 4 giorni la settimana, la disoccupazione non è mai stata così alta. La gente dice che bisogna pensare fuori dalle categorie tradizionali, essere creativi. Depenalizzare, regolare e tassare la vendita di marijuana rientra in questi criteri». La California fu uno dei primi Stati, nel '96, a legalizzare la cannabis per uso medico. Attualmente, se ne vende a questo scopo per circa 200 milioni di dollari. Se la proposta AB390 firmata da Ammiano fosse approvata, lo Stato diventerebbe monopolista del mercato, un po' come avviene già per l'alcol: gli introiti sarebbero assicurati da una tassa di 50 dollari l'oncia, grosso modo 1 dollaro a spinello, imposta sulla vendita, che comunque sarebbe proibita ai minori di 21 anni. Come per molte altre cose, lo Stato dell'Ovest diventerebbe un laboratorio: «Dove va la California, va il Paese », ricorda Ammiano.

    Il suo Marijuana Control, Regulation and Education Act cade in un clima politico favorevole. Pochi giorni dopo essersi insediato al Dipartimento della Giustizia, il nuovo Attorney General Eric Holder ha detto che agli Stati sarà lasciata piena libertà su come regolarsi con l'uso medico della marijuana: con Barack Obama è finita cioè la linea dura dell'amministrazione Bush, che spesso ordinava raid federali nei dispensari che distribuivano l'erba, su ricetta medica, per uso terapeutico. La svolta è segnalata anche dalla designazione a zar federale della droga di Gil Kerlikowske, l'ex capo della polizia di Seattle, dove sin dall'inizio disse chiaramente che la caccia ai consumatori di spinelli non era fra le sue priorità. Ma le difficoltà economiche dello Stato non convincono tutti. E la proposta di Ammiano solleva forti polemiche e perplessità. «L'ultima cosa di cui abbiamo bisogno è legalizzare un altro stupefacente, abbiamo già abbastanza problemi con l'abuso di alcol», dice John Lowell, lobbista per la California Peace Officer's Association. Anche la scienza si dice contraria: secondo Joel W. Hay, professore di economia farmaceutica alla University of South California, «la marijuana è una droga che annebbia la mente, indebolisce la capacità di concentrarsi o di reagire ed è pericolosa non solo per chi la usa, ma anche per chi interagisce con loro, basta guardare ai danni causati da altre due droghe legali come l'alcol e il tabacco».

    Corriere.it
    Paolo Valentino
    16 marzo 2009
    http://www.corriere.it/cronache/09_m...4f02aabc.shtml
     
  8. Sixx77

    Sixx77
    Expand Collapse
    Man Must Explore...

    Registrato:
    8 Novembre 2004
    Messaggi:
    12.522
    "Mi Piace" ricevuti:
    463

    24 Marzo 2009

    see...
    magari fosse solo quello...
    quello è l'unico che ho trovato su youtube(tra l'altro per caso).

    quindi, in soldoni:
    fai quel cazzo che vuoi e non ti succede niente!
    Che cosa cambia???

    che cos'è questa battaglia con tro le leggi proibizioniste?? una specie di "questione di principio"?
    io capisco poco.

    Io ho un amica australiana, li il consumo è molto più tollerato ma in galera ci vanno tanti di quei consumatori che a confronto(ovviamente in proporzione) noi facciamo ridere.
    Se ti beccano al volante con un dose di qualsiasi sostanza in macchina vai direttamente in galera senza passare dal via.

    Per non parlare di paesi tipo cuba, che hanno la nomea di paesi molto libertini su queste cose.
    Fatti beccare con la canna, entri in galera e non sai quando esci.

    L'italia è il paradiso per chi vuole consumare droghe senza rischiare un cazzo...

    a)le galere sono piene di "Ogni ben di...", altro che tossicodipendenti, e anche se fosse non ne vedo un grosso problema.Uno quando sceglie di consumare, a dispetto di ciò che dice la tv o dei merdosi siti internet, sceglie di compiere un illecito, quindi sa che "potenzialmente" potrebbe incorrere in questo rischio... poi... povero sfigato quello che ci va! sarà uno su 100.000 consumatori.

    b)sulla base di quale dato sostieni che ci siano, per esempio, più tossicodipendenti che spacciatori? e quale attindibilità ha questa notizia...

    c)I reati per droga non sono gravi?? mah!
    abbiamo un concetto molto particolare di reati gravi allora...
     
  9. raffomaster

    raffomaster
    Expand Collapse
    Banned
    BANNATO

    Registrato:
    3 Febbraio 2007
    Messaggi:
    15.406
    "Mi Piace" ricevuti:
    1

    24 Marzo 2009

    Consumare non può essere considerato reato, a mio parere.
    E' come se bevessi vino e dovessi illegalizzare la vigna :sadic:

    Spacciare, e tutto quello che ne consegue, sono da considerare reati. Ma il consumo no. (e' sempre una mia opinione)
    E poi, le leggi in Italia sono ultraproibizionistiche, pochi cazzi sixx77. Qui non si ragiona, questo è un fatto obbiettivo.
    Non è la legge, ma sono i tutori della legge che non fanno molte volte nulla di fronte a queste cose.

    A Roma sai quanta gente ho visto che fumava tranquillamente per strada, OVUNQUE, anche con i carabinieri o la polizia che passava? Eppure le leggi ci sono, sono quelle... ci sarà un motivo: fregarsene oppure, cosa molto più importante, "fare finta di non vedere" per non mettersi contro qualcuno di pericoloso... :)
     
  10. Sperelli

    Sperelli
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    10 Novembre 2008
    Messaggi:
    123
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    24 Marzo 2009

    Io credo che la distinzione tra droghe leggere e pesanti vada fatta, legalizzando le prime e continuando a proibire le seconde.
    Se poi si fa il discorso che la droga, qualsiasi droga, fa male... beh, tra sigarette e alcool i danni sono anche maggiori, però chissà perchè sono legali, mentre la cannabis no.
     
  11. Sixx77

    Sixx77
    Expand Collapse
    Man Must Explore...

    Registrato:
    8 Novembre 2004
    Messaggi:
    12.522
    "Mi Piace" ricevuti:
    463

    24 Marzo 2009


    Premesso che per quanto mi riguarda in termini di logica il consumatore commette già di suo un illecito nel consumare una sostanza proibita...
    Come dire che se io compro un opera d'arte rubata non ho colpe perchè l'ho comprata e non rubata!

    ovvio che le cose devono essere(e sono) su due piani di gravità ben differenti in termini di legge.
    MA per me dire che il consumatore di una sostanza proibita non debba essere punito è un macroscopico nonsense.

    ps.... Pfff ....Beppe grillo....:annoyed:

    quindi concordi!

    Le leggi saranno anche(ammesso e non concesso) che siano ultraproibizioniste ma nei fatti ognuno fa quel cazzo che vuole...

    quindi mi chiedo:
    Di che cosa ci si sta lamentando????
    DI una questione di principio oppure si ha solo voglia di far sempre le vittime?

    In paesi molto più permissivi in termini di leggi non esiste che i ragazzini si facciano canne nel bagno della scuola o che vengano pesati con porcate varie e assortite mentre sono al volante.

    quindi "nei fatti" chi è proibizionista??

    Qualcuno che smetterebbe di essere pericoloso se la gente facesse funzionare il cervello e la smettesse di fare uso di merda!
     
  12. raffomaster

    raffomaster
    Expand Collapse
    Banned
    BANNATO

    Registrato:
    3 Febbraio 2007
    Messaggi:
    15.406
    "Mi Piace" ricevuti:
    1

    24 Marzo 2009

    Fermo restando che anche il tabacco e l'alcool sono droghe di grande portata, senza che dici "sono entrate nella cultura da secoli"
    Ps: beppe grillo si, con quella battuta ha centrato in pieno.

    Lo stato è ultra-proibizionista, ma se non funziona in qualsiasi ambito non è colpa nostra. Lo stato rimane ultra-proibizionista, ma visto che in Italia non funziona nulla....

    Concordo :)
     
  13. Sixx77

    Sixx77
    Expand Collapse
    Man Must Explore...

    Registrato:
    8 Novembre 2004
    Messaggi:
    12.522
    "Mi Piace" ricevuti:
    463

    24 Marzo 2009

    no no... non lo dico...
    Basta dire che non c'entrano una mazza!

    Beppe grillo l'unica cosa che ha centrato con quella battuta è, come suo costume e abitudine, il primo premio della superficialità.

    posso anche essere d'accordo...
    Ma mi chiedo,alla luce di ciò, che cosa ci si lamenta a fare!
     
  14. raffomaster

    raffomaster
    Expand Collapse
    Banned
    BANNATO

    Registrato:
    3 Febbraio 2007
    Messaggi:
    15.406
    "Mi Piace" ricevuti:
    1

    24 Marzo 2009

    Parliamo di droghe. Lo sono, solamente legali :hihi:

    ...ma non credo proprio.

    Ci si lamenta della legge. E non è che la polizia o i carabinieri non svolgano il loro lavoro, dipende in che parti girano. Se stanno nelle parti mafiose di una grande città, non credo proprio che scendano neanche dall'auto. Anzi, non ci entrano nemmeno :hihi:)
     
  15. RUHM & EHRE

    RUHM & EHRE
    Expand Collapse
    Banned
    BANNATO

    Registrato:
    22 Marzo 2009
    Messaggi:
    28
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    24 Marzo 2009

    Fottuta droga chi la usa e chi la spaccia ,fuori dai nostri quartieri !!
    Droga strumento di potere.
    Se siete tanto annoiati andate a lavurar.
     

Condividi questa Pagina