1. Il regolamento del Forum è stato ripristinato e aggiornato, lo puoi trovare in ogni momento in basso a destra cliccando su "Termini e Condizioni d'uso del sito". Ti preghiamo di leggerlo e di rispettarlo per mantenere il forum un luogo piacevole ed accogliente per tutti. Grazie!
    Chiudi

Calcio: sport o pretesto per massacrarsi?

Discussione in 'Intrattenimento' iniziata da MilleniumSun, 13 Novembre 2008.

  1. MilleniumSun

    MilleniumSun
    Expand Collapse
    CaccaPisciaculoMerda

    Registrato:
    1 Dicembre 2006
    Messaggi:
    7.014
    "Mi Piace" ricevuti:
    139

    13 Novembre 2008

    Apro questo topic per sapere un po' cosa ne pensate voi del calcio.
    So che è lo sport nazionale, ma dopo episodi come quello riportato qui sotto, non riesco più a concepirlo come tale.
    Per me andrebbe abolito dall'Italia!
    Non si possono massacrare persone solo perchè tifano una squadra diversa.

    TRATTO DA CALCIMERCATO.COM
    G.M. ha 15 anni. E’ seduto su un seggiolino di formica nella sala d’attesa del reparto di rianimazione dell’ospedale Maggiore di Bologna. Una porta a vetri che si apre solo dall’interno, e dopo aver suonato un campanello, è il fossato che lo divide dal padre tenuto in coma farmacologico e in prognosi riservata: è stato colpito da un pugno con una pietra in pieno volto. La colpa: tifare Juventus a Bologna.

    Che cosa è successo?

    "Mancavano pochi minuti alla fine della partita e con mio padre e un nostro amico abbiamo deciso di uscire dal settore distinti del Dall’Ara. Dovevamo tornare a Modena, dove viviamo, e volevamo evitare il traffico. Mentre uscivamo, un uomo, sulla trentina, mi ha detto di levarmi la sciarpa della Juve: “Ti conviene farlo”".

    E tu?

    "Gli ho mostrato due dita per ricordargli il risultato. Lui ha preso il telefonino dicendomi che me l’avrebbe fatta pagare. E’ come se avesse voluto avvisare qualcuno".

    Poi che cosa avete fatto?

    "Abbiamo percorso la strada che fiancheggia lo stadio Dall’Ara per tornare all’auto. Ci siamo immessi in una strada poco illuminata assieme a tante altre persone".

    Tutto normale quindi?

    "No, perché continuavano tutti a offendermi. Vedevano la sciarpa e me ne dicevano di tutti i colori. Io rispondevo a tono, ma non pensavo potesse succedere quello che è successo appena siamo entrati in quella strada. Mi hanno strappato la sciarpa da dietro mentre altri mi davano dei buffetti sulla faccia minacciandomi".

    Come hanno reagito tuo padre e il vostro amico?

    "Il mio amico era bloccato dalla paura, mentre mio padre si è messo in mezzo per difendermi. Quando mi hanno strappato la sciarpa tutto è precipitato in un attimo: una persona si è avvicinata a mio padre e lo ha colpito al volto con una pietra. Lui è stramazzato a terra, immobile".

    Che cosa hai fatto?

    "Non ho capito più nulla. Mio padre era per terra, sanguinava. Mi sono chinato su di lui, cercavo di parlargli e attorno a me la gente continuava a offenderci. Mentre ero chino su di lui ho preso anche dei calci da quelli che passavano".

    Nessuno si è fermato per aiutarvi?

    "Sembravano degli animali. Mio padre era privo di sensi, io urlavo e attorno a me la gente ci insultava".

    Poi che cosa è successo?

    "Sono passati circa venti minuti, poi ho deciso di lasciare mio padre lì per terra, con il mio amico sconvolto a vegliarlo, e di correre a chiedere l’intervento di una pattuglia. Solo una persona in quei momenti mi abbracciava e mi ripeteva di stare calmo. Uno sconosciuto che poi è sparito".

    Dove hai passato la notte?

    "Due poliziotti sono venuti a prelevare in ospedale me e il mio amico. Ci hanno fatto vedere fotografie e filmati fino alle 5 del mattino. Speravano che riuscissimo a riconoscere i responsabili del pestaggio. Credo che abbiano dei sospetti su qualcuno. Il mio amico ricorda bene la faccia di chi ha colpito mio padre".

    Come sta tuo padre?

    "Oggi sciolgono la prognosi. Non è in pericolo di vita".

    Cos’è per te il calcio?

    "Era un sogno. L’attesa per poter vedere la Juventus a Bologna è stata emozionante. Ho sempre pensato a uno stadio pieno di famiglie. Quello che è accaduto, per colpa di quei vigliacchi, mi fa chiedere di chiudere gli stadi. Le partite si giochino senza pubblico: chi vuole, se la guardi in tv. Le mie passioni sono la Juve e le ragazze. Avevo la sciarpa bianconera appesa al muro di camera mia. Me l’hanno rubata, ora se la possono tenere. Mi interessa soltanto che mio padre guarisca. Ha rischiato di morire e ancora non riesco a capire perché". (La Stampa)


    NON HO PAROLE!
     
    #1
  2. Elrond

    Elrond
    Expand Collapse
    Paua bello, prog brutto!

    Registrato:
    28 Maggio 2004
    Messaggi:
    8.392
    "Mi Piace" ricevuti:
    108

    13 Novembre 2008

    Uno dei motivi per cui non mi interesso più di calcio....
    Quel ragazzo ha tutta la mia comprensione, spero che il papà non abbia conseguenze dopo ciò che gli è successo...

    Io posso capire che durante una partita ci sia "antagonismo" tra le tifoserie, i coretti e gli sbeffeggi vari... ci stanno. Ma finiti quelli stop! Basta! Amici come prima... La violenza che viene scatenata è da animali, non da esseri umani con un cervello e la ragione nella testa.... Ste cose che si sentono mi fanno solo incazzare! Sono totalmente d'accordo con quello che dice il ragazzo nell'intervista, se uno vuole vedersi la partita della sua squadra, la guardi in TV. Basta gente negli stadi che si ammazza!
    Ma avete mai visto una partita di pallavolo, basket o rugby che finisce a botte tra i tifosi??? No mai!
    Perché invece con il calcio succede?
     
    #2
  3. Sixx77

    Sixx77
    Expand Collapse
    Man Must Explore...

    Registrato:
    8 Novembre 2004
    Messaggi:
    12.525
    "Mi Piace" ricevuti:
    467

    13 Novembre 2008

    Semplicemente tutte e due...

    Poi che non si dica che, è solo una cosa "isolata", non sono mica mancate le volte che la situazione degenerava verbalmente anche su questo forum...
    Da qui, agli insulti e alle botte(se si è dal vivo!) è un attimo.

    soluzione??
    ciulare!
     
    #3
  4. SMIZ

    SMIZ
    Expand Collapse
    te lo burro

    Registrato:
    24 Maggio 2006
    Messaggi:
    3.459
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    13 Novembre 2008

    certo che si invece :)
    la coglioneria è insita nell'essere umano, non nel modo in cui si usa un pallone per far punti. semplicemente il calcio è lo sport più seguito al mondo,e statisticamente ci sono quindi più coglioni che ci si ammazzano
     
    #4
  5. Kaihansen85

    Kaihansen85
    Expand Collapse
    Kill your idols

    Registrato:
    12 Aprile 2004
    Messaggi:
    14.327
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.104

    13 Novembre 2008

    Inzomma... pure nel basket succede, anche se evidentemente parlarne non fa comodo alle tv come può essere per il calcio.
    Poi vabbè, negli USA nell'NBA può capitare che siano direttamente i giocatori a salire sugli spalti e picchiare dei tifosi, però sono dettagli :D
     
    #5
  6. Elrond

    Elrond
    Expand Collapse
    Paua bello, prog brutto!

    Registrato:
    28 Maggio 2004
    Messaggi:
    8.392
    "Mi Piace" ricevuti:
    108

    13 Novembre 2008

    D'accordo ma sono casi più unici che rari! Invece quasi ogni partita di calcio qui in Italia finisce a botte! Non trovi che ci sia qualcosa che non funziona poi così correttamente???????
     
    #6
  7. Sixx77

    Sixx77
    Expand Collapse
    Man Must Explore...

    Registrato:
    8 Novembre 2004
    Messaggi:
    12.525
    "Mi Piace" ricevuti:
    467

    13 Novembre 2008

    So bene che anche nel Basket esistono questo genere di tifoserie...
    ma io gente di gente appassionata di basket ne ho conosciuta tanta, nessuno sia è mai scannato parlando di una partita.

    qua da noi non è mai successo perchè non è possibile per i giocatori raggiungere gli spalti, la in inghilterra ogni tanto capita.
     
    #7
  8. Sixx77

    Sixx77
    Expand Collapse
    Man Must Explore...

    Registrato:
    8 Novembre 2004
    Messaggi:
    12.525
    "Mi Piace" ricevuti:
    467

    13 Novembre 2008

    In ogni caso ritengo con ferma convinzione che la situazione in generale sia esponenzialmente peggiorata nell'ultimo decennio con gente come Moratti,Sensi,ecc e sopratutto la stampa a far loro da grancassa alle provocazioni e alle illazioni palesi di sporcizia e illegalità sportiva.

    Dovrebbero essere le società in primis a placare gli animi, invece scapestrati del genere non hanno fatto altro che aizzare la folla già di suo perennemente inferocita e dar loro delle pseudo motivazioni per scatenare violenze.

    è contro gente come moratti che a mio avviso andrebbero presi provvedimenti perchè uno non può essere così demente da non capire che genere di gravi ripercussioni possano avere certi atteggiamenti e sparate idiote.
     
    #8
  9. MilleniumSun

    MilleniumSun
    Expand Collapse
    CaccaPisciaculoMerda

    Registrato:
    1 Dicembre 2006
    Messaggi:
    7.014
    "Mi Piace" ricevuti:
    139

    13 Novembre 2008

    Si ma non mi sembra possibile che lo sport divenga un pretesto per mettersi ad alzare le mani contro la tifoseria avversaria.
    e' una cosa totalmente incvile e disumana.
    Poi vabbè, io sono donna gli sport violenti (pugilato, wrestling ecc..) non li sopporto a prescindere, però quando sento che ad una partita di clacio è morta della gente mi viene vermaente da vomitare.
    Mia sorella (17 anni x 1.70 x 90 Kg, e state attenti che se me fate incazzà la chiamo :dx:) gioca a Rugby ed è appassionatissima di questo sport, e mi ha detto che mai e poi mai, succede che tra tifoserie ci si scanni a rischio morte.
    E' sport, prima di tutto servirebbe per la salute delle persone, secondo per divertirsi, perchè ammazzarsi???
     
    #9
  10. Kaihansen85

    Kaihansen85
    Expand Collapse
    Kill your idols

    Registrato:
    12 Aprile 2004
    Messaggi:
    14.327
    "Mi Piace" ricevuti:
    3.104

    13 Novembre 2008

    Ma il rugby è frutto di una cultura sportiva totalmente diversa, una cosa che qui in Italia non abbiamo, e spero che con il boom che sta avendo il rugby nel nostro paese non vada a corrompere pure quest'"isola felice"...
     
    #10
  11. Rasputin

    Rasputin
    Expand Collapse
    Active Member

    Registrato:
    6 Luglio 2004
    Messaggi:
    614
    "Mi Piace" ricevuti:
    45

    13 Novembre 2008

    La prima cosa da fare sarebbe abolire i programmi che parlano di calcio.
    Il calcio è la partita. Punto.
    Commenti, litigi, frecciate, insinuazioni, moviole, tutte stronzate.
    La cosa più bella (a parte andare allo stadio) è gustarsi la partita senza ascoltare i commentatori e una volta finita, spegnere la tv.
    Già questo atteggiamento dimezzerebbe i casini.

    I vandali troverebbero altri pretesti ma a quel punto basterebbe trattarli come delinquenti, senza atteggiamenti di favore.

    Il problema è che da noi non va in galera neanche chi ruba miliardi, figuriamoci chi si limita a distruggere stazioni, auto, ecc.
     
    #11
  12. kiowa

    kiowa
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    29 Gennaio 2008
    Messaggi:
    3.234
    "Mi Piace" ricevuti:
    13

    13 Novembre 2008

    un caiser

    l'episodio riportato è di una vigliaccheria mostruosa, ma vivere la curva è anche momento di aggregazione per tanti tanti e tanti ragazzi che non sono questi teppisti che si vogliono dipingere...come in ogni cosa c'è il bene e il male

    perchè i giornalai non parlano dell'iniziativa degli ultras ternani, che hanno organizzato un torneo con ultras di tutta italia, la domenica non entrando allo stadio, per 2 mesi circa, il cui ricavato è andato ai famigliari del rogo della thyssen a torino?o dei genoani che in concerto con l avis organizzano raccolte davanti alla curva?o dei veneziani che finanziano un campo di calcio in chiapas?o delle mille altre raccolte fondi per telefoni blu, verdi e quanto altro?


    ci sono episodi che a me fanno venire il voltastomaco come a coi, ma penso pure che (non in tutti i casi comunque questo è certo) i tifosi rappresentino l'unica parte pulita del calcio, oggi
     
    #12
    Ultima modifica: 13 Novembre 2008
  13. Zoker

    Zoker
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    31 Ottobre 2008
    Messaggi:
    40
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    13 Novembre 2008

    Un discorso del tipo: "Secondo me il calcio dovrebbero abolirlo perchè ormai è solo un pretesto per massacrarsi" non ha nessun senso. Il calcio è fatto di partite e di tifosi che le vanno a vedere allo stadio o da vent' anni a questa parte le guardano anche in tv. Ma dato che il calcio è anche lo sport più seguito e più bello del mondo è ovvio che la percentuale di gente imbecille che si interessa a questo sport sia più alta che in qualsiasi altro caso. Abolire il calcio significa spostare l' attenzione (nel breve o lungo tempo) su altre piazze che finirebbero inevitabilmente per fare la stessa fine. Inoltre la cultura di un popolo c' entra ben poco con la violenza negli stadi: in Inghilterra fino a meno di quindici anni fa la violenza degli hooligan la faceva da padrona sugli spalti e tutt' ora non mancano scontri tra le tifoserie; allo stadio però, oggi, regna la pace più assoluta. Questo non significa certo che il popolo inglese in quindici anni sia passato dall' essere un popolo barbaro all' avere un livello di civilizzazione superiore: i tifosi oggi anzichè picchiarsi allo stadio si organizzano per farlo altrove. E' esemplare il caso di un professore di storia che nei weekend faceva proprio da promotore a scontri di questo tipo. Questo per dire che il problema non risiede nel quoziente intellettivo di un popolo o nella sua cultura. In realtà io credo che in Inghilterra si sia risolta la situazione esclusivamente grazie ai forti investimenti che si sono attuati. Nel Regno Unito il calcio è uno sport nato ricco, con stadi da sempre di proprietà delle società e presidenti pronti ad investire nello sport (direi anche per il bene di esso). In Italia il calcio non è nato ricco e anche se ora il giro di milioni è così elevato, nessuna società è proprietaria dello stadio in cui gioca ed è in grado di controllarne appieno la sicurezza. Ammetto in ogni caso che dopo dieci anni di stadi tranquilli e sicurezza ai massimi livelli oggi in Inghilterra la gente ha iniziato a capire come trattare lo sport; in Italia per il momento siamo ad anni luce da questo.

    Riguardo al fatto, poi, che nel calcio circolino troppi soldi, secondo me questo è un discorso abbastanza superfluo da fare; voglio dire, il calcio è seguito da milioni e milioni di persone e per questo il giro di denaro è altissimo. Alla gente piace il cinema? Ebbene gli attori ricevono pacchi di soldi. La gente si è stancata del cinema? Ci sono tagli alla produzione e scioperi degli attori. E' una legge dell' economia, nè più nè meno. Il problema per me quindi non risiede in questo.
     
    #13
  14. Pier79

    Pier79
    Expand Collapse
    Starless One

    Registrato:
    5 Giugno 2007
    Messaggi:
    2.379
    "Mi Piace" ricevuti:
    27

    13 Novembre 2008

    Quello che io mi domando è perchè alcune persone sentono il bisogno di elevare la propria squadra favorita ad oggetto di fede cieca e quasi "religiosa", trasformandola in una sorta di totem da adorare e difendere a priori, al di la di ogni ragionevolezza, anche arrivando all'uso della violenza nei confronti di persone colpevoli solamente di tifare per una squadra diversa, proprio come in una crociata. Ma le vite di queste persone -che, ne sono certo, rappresentano una sparuta minoranza dei tifosi- sono davvero così vuote? (domanda volutamente provocatoria)
     
    #14
  15. Daws85

    Daws85
    Expand Collapse
    In thrash we trust!

    Registrato:
    10 Dicembre 2004
    Messaggi:
    8.694
    "Mi Piace" ricevuti:
    135

    13 Novembre 2008

    totalmente daccordo con te :roll:

    se poi aggiungiamo che spesso queste persone si trovano a contatto con veri e propri criminali che si nascondono dietro la facciata di "Ultrà" abbiamo la risposta al quesito iniziale
     
    #15

Condividi questa Pagina