1. Il regolamento del Forum è stato ripristinato e aggiornato, lo puoi trovare in ogni momento in basso a destra cliccando su "Termini e Condizioni d'uso del sito". Ti preghiamo di leggerlo e di rispettarlo per mantenere il forum un luogo piacevole ed accogliente per tutti. Grazie!
    Chiudi

Avantgarde

Discussione in 'Black Metal - Avantgarde' iniziata da Zoidberg 88, 23 Giugno 2006.

  1. Fleba_il_Fenicio

    Fleba_il_Fenicio
    Expand Collapse
    Deepest Imago

    Registrato:
    12 Febbraio 2006
    Messaggi:
    14.819
    "Mi Piace" ricevuti:
    211

    19 Luglio 2006

    post per tutti

    Ho piluccato fra le vostre parole. l'Avant è una mia spina nel fianco da mesi. Pregiudizio: l'elettronica. Confutazione dell'ignoranza: arcturus (solefald).

    Il cammino parallelo e spontaneo di qualche ascolto black (non estremo)mi porta a fare qualche considerazione.

    Contaminazione e straniamento.
    Ma Zoidberg che in materia arcturusiana non è novizio ha colto bene l'idea di un punto di partenza: il black. Credo che la sua notazione non voglia imporre una regola, un punto fisso e circoscritto proprio alla varietà di un nuovo "genere" che ama per tale intrinseca qualità.
    Ricordo shadowhorns -eri te?- quando mi raccontava sul topic degli Arct. di come volessero iniziare col black (e death!?).

    Bisogna tener conto qui della base del black (e della provenienza di molti musicisti da quell'ambito) solo come un punto di partenza.

    Noto nella discussione, a livello germinale dell'indagine sul senso di questo genere e della parola una somiglianza con quello che Riccardo Angelini definì in una recensione - e a little bit polemicamente eheh - lo spirito nascente del progressive (filo scriveva qui di progressione...eri tu?): progressione appunto. Successivamente questa progressione, invece di restare elemento variabile all'interno di quel tipo di musica si cristallizzò, divenendo una struttura prevedibile dell'imprevedibile.

    Qui l'argilla è ancora fresca invece.

    opeth e Nevermore; prog molto ma molto varigato e proteiforme ed heavy-thrash metal.
    Maestri del noto?
    Qualcuno scriveva in termini di sensazioni confrontandoli con l'ascolto degli arcturus. E' vero, sono emozioni diverse ma la diversità non impone a forza scale di valore, piuttosto un completamento emotivo.

    Li tengo tutti sullo stesso piano: Op Nev Arct.

    Solefald: Red for Fire. Quanto ho dovuto ascoltarlo!
    il punto d'innesto di una riflessione sull'avant partendo da quest'album è in "queen of ice", la sua situabilità nell full lenght, incastonata fra pezzi molto tirati -vedi i primi due-; non è la classica ballad a metà album; è qualcosa di più programmatico di un break; è commistione, imprevedibilità -vera- e leggenda.

    Bravo Zoid davvero che apri topic come questi; a me serviva e serve ancora, essendo uno che ignora.

    Stimarti non era solo simpatia arcturusiana.

    Non ci crederai ma ho da due mesi la masquerade ma non oso ancora ascoltarlo:sgrat:
     
    #31
  2. ShadowHorns

    ShadowHorns
    Expand Collapse
    Guest

    19 Luglio 2006

    io invece sono mesi che lo ascolto ma non riesco ancora a farmelo piacere come gli altri..ha delle specie di messaggi subliminali e devi decifrarli per apprezzarlo a pieno :)
    continuerò ad ascoltarlo ancora (master of disguise ha una specie di effetto ipnotico su di me..:roll: )
     
    #32
  3. Fleba_il_Fenicio

    Fleba_il_Fenicio
    Expand Collapse
    Deepest Imago

    Registrato:
    12 Febbraio 2006
    Messaggi:
    14.819
    "Mi Piace" ricevuti:
    211

    19 Luglio 2006

    A parte le mie troppe avversative:) devo avere spazio dentro per calarmi in quell'atmosfera. L'ho beccato il 3 giugno da Mariposa Duomo insieme con altre rarità che ho dovuto lasciare lì-_-
    Verrò a discuterne su ambo i topic.

    Oggi riascoltavo a manetta tha sham mirrors, commosso dalle innumerevoli inversioni proprie di canzoni come radical cut (dove la matrice black è riconoscibilissima persino a me salvo l'esplodere delle tastiere -giubilo!- verso il termine!) o la follia di star crossed.

    Notavo anche il connubio con l'elettronica (e sintetizzatori?) nel break di nightmare heaven (che venero) poco prima del giro di chitarra lento e penetrante (quello che ho più marchiato a fuoco dell'intero album; potere della soggettività) fu oggetto anche di buona parte dell'elbum dei Tristania -world of grass-: mi chiedevo allora quanto possa esserci, in un esperimento poco riuscito come quello dei tristania (ma senza toccare la bellissima tender trip on earth)di limitatezza compositiva e quanto invece di mancanza di reale apertura mentale: credo sia qui il punto di forza dell'avantgarde (almeno di quella briciola che ho potuto conoscer eio sinora).

    Anche l'introduzione di una vera e propria teatralità (quale è riferita alla masquerade) scalza il classico recitativo, o il cadenzato incedere accompagnato da arrangiamenti musicali che pervade spesso le nostre cave auricolari; mi sembra un elemento che gli arcturus hanno saputo far loro, proprio mescolandolo al loro modo di comporre per immagini legato alla sideralità che li attrae inevitabilmente.
    Sotto questo aspetto sono superiori ai Solefald; per loro il black mi sembra ancor più che un punto di partenza (mi riferisco sempre a red for fire; ho letto da qualche parte che i due folli fanno di ogni album cosa diversa..).
     
    #33
  4. Zoidberg 88

    Zoidberg 88
    Expand Collapse
    La Sfiga

    Registrato:
    7 Aprile 2005
    Messaggi:
    4.914
    "Mi Piace" ricevuti:
    4

    21 Luglio 2006

    dai, che divento rosso, l'adulazione mi dà alla testa :grin::grin:

    comunque ancora non hai ascoltato LMI?

    secondo me dovresti iniziare a farlo, visto che per iniziare a girarti bene ti ci vorranno dei mesi...

    sapete invece cosa ho fatto io? :hihi:

    mi sono messo in astinenza forzata di Sideshow Symphonies, mi sto imponendo di riprendere a drogarmi nel periodo autunnale, in modo che il disco diventi un pochino "nuovo". le sto provando tutte pur di riuscire a provare, almeno in parte, le emozioni dei primi ascolti. credo sia impossibile però :(

    e poi attendo con "grande pazienza" sto dvd-chimera... :(
     
    #34
  5. Fleba_il_Fenicio

    Fleba_il_Fenicio
    Expand Collapse
    Deepest Imago

    Registrato:
    12 Febbraio 2006
    Messaggi:
    14.819
    "Mi Piace" ricevuti:
    211

    22 Luglio 2006

    Zoid eheh!

    nonchè autodelapidatore della sua salute mentale

    Lo sono anch'io; motivo per cui la mia presunta adulazione non è credibile:rotfl: :rotfl: :sadic:

    Non so se questo è il periodo esatto. Non è l'unico album intonso che ho sullo scaffaletto.

    Quando un album è importante, si teme anche di non saper scegliere il giusto tempo. Si teme l'interruzione, lo scasso, il famigerato supper's ready e menate varie.


    C'è poi anche il fatto che sham mirrors l'ho riascoltato l'altroieri con nuove impressioni (star crossed, radical cu t e la seconda perte dell'album me l'ero un po perse sempre dopo lo straripamento emotivo di nightmareH. e successiva perla:per me l'acmè dell'album). C'è anche che sideshow symphonies continua a sembrarmi sempre stramaledettamente nuovo.


    Quali gruppi avantgarde annoverate sulla scena oltre a Solefald e Arcturus?

    così la discussione si riaccende ed io becco qualche nuova pista dai più Anziani:sgrat:
     
    #35
  6. Immortal 7

    Immortal 7
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    17 Marzo 2004
    Messaggi:
    4.265
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    22 Luglio 2006

    Prova con Blood Inside degli Ulver. Una pazzia musicale molto avantgarde e a primo impatto molto indigesta,ma poi...

    se no vai sul blando con perdition city;fantastico album,sempre dei lupi, che ti strasporta per le vie semi-illuminate di una metropoli, che ha sempre qualcosa da svelare se la si osserva con un altro occhio.
     
    #36
  7. AlbumDesiderium

    AlbumDesiderium
    Expand Collapse
    Sadder than sadness.

    Registrato:
    6 Febbraio 2003
    Messaggi:
    3.111
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.909

    22 Luglio 2006

    Beh io devo dire che in realtà Blood Inside lo trovo molto black metal, sicuramente se si mette a confronto con Perdition city. Ora, non fraintendetemi, non parlo strettamente a livello di suoni (in realtà un pò anchecome vengono usati i vari suoni), ma trovo che l'attitudine, le emozioni che ti trasmette, il senso di allontanamento e di distacco dal resto del mondo che provi quando lo ascolti lo renda un album maledettamente black.

    Ciò non toglie che sia un album STREPITOSO
     
    #37
    Ultima modifica: 22 Luglio 2006
  8. Skoll

    Skoll
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    11 Febbraio 2005
    Messaggi:
    633
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    22 Luglio 2006

    ahuaauhhu lascia stare,tu sei troppo sulla mainstream per capire certi capolavori :P
    comunque accetta questo consiglio , prova ad ascoltarlo con i testi tradotti a fianco , o meglio , se capisci bene l'inglese ti leggi quelli , assolutamene essenziali per capire la completezza del disco , come per qualsiasi album , ma in questo caso direi che ha un'importanza assoluta....e poi il booklet con quelle braccia incatenate tra loro e i membri della band in veste "teatrale",illustrati in pose meravigliose e capaci di incarnare perfettamente lo spirito dell'album.

    Personalmente di quel disco adoro tre pezzi : Ad Astra , The Chaos Path ed Alone... senza nulla togliere agli altri , ma questi mi fanno letteralmente impazzire , sprigionano magia , un album da 100 e lode.
     
    #38
  9. Zoidberg 88

    Zoidberg 88
    Expand Collapse
    La Sfiga

    Registrato:
    7 Aprile 2005
    Messaggi:
    4.914
    "Mi Piace" ricevuti:
    4

    23 Luglio 2006

    eh, ce ne sono moltissimi...ma nessuno raggiunge gli Arcturus ovviamente...io ti consiglierei di provare gli Winds, grandissimi. con grosse influenze di gothic, la loro musica è dolce, soffusa e sognante, sono tra i più calmi e rilassanti della scena. nei dischi c'è sempre un quartetto di archi ad accompagnare la musica... gli archi suonano in modo molto leggero e soffice, mi ricordano una brezza noturna. In the Woods...qui veramente c'è da sbavare. Heart of Ages, il primo, è ancora attaccato a doppio filo a Black, anche se già si sente la progressione. solo non mi vengono parole per descriverlo un po', purtroppo, va ascoltato; Omnio, il secondo album, invece è un capolavoro immortale. il Black Metal è sparito totalmente, qui si parla di puro Avant con un tocco psichedelico e uno più ammaliante, vicino al gothic. anche qui ci sono archi a svolazzare quà e la sulle musiche...è geniale, prendilo subito ad ochi chiusi, non te ne pentirai. il terzo mi manca. poi i Borknagar, che sicuramente già conoscerai...anche loro geniali e immensi. anche l'ultimo Vintersorg dovrebbe meritare, ancora lo devo ascoltare, ma dalle recensioni che ho letto penso che abbia composto dei dischi immensi. poi boh, Age of Silence (ci suona Hellhammer [che strano :grin:] e il tastierista dei Solefald), gruppi che devo approfondire come Lunaris, By Pale Light o gli Spiral Architect, che sono un gruppo sperimentalissimo e progrsessivo al massimo...penso che possano essere anche loro buttati nel calderone bello ampio dell'Avantgarde :grin:



    se mi viene altro in mente lo scrivo...

    sayonara :grin:
     
    #39
  10. Il vecchio filosofo

    Il vecchio filosofo
    Expand Collapse
    Active Member

    Registrato:
    14 Febbraio 2005
    Messaggi:
    815
    "Mi Piace" ricevuti:
    35

    24 Luglio 2006

    Fleba, cervellotico ermeneuta del microcosmo avanguardistico, alcuni nomi che potrebbero fare al caso tuo: RAKOTH "Jabberworks", BORKNAGAR "Empiricism", PRIMORDIAL "Spirit The Earth Aflame", IN THE WOODS .... "Strange In Stereo" e DIABOLICAL MASQUERADE "Nightwork"....................fidati sulla parola (a volte le più grandi scoperte sono figlie di felici intuizioni).
     
    #40
  11. VentoGrigio

    VentoGrigio
    Expand Collapse
    :facepalm:

    Registrato:
    30 Gennaio 2006
    Messaggi:
    12.655
    "Mi Piace" ricevuti:
    370

    24 Luglio 2006

    Uhm... io non considererei gli Spiral Architect come avantgarde... non ci sento nulla di Avantgarde in "A Sheptic's Universe", anche se il cantante ha militato qualche tempo con gli Arcturus. Per me restano solo un gruppo prog metal tendente al math. Per carità, sono bravissimi e li adoro! :happy:
    A proposito, mi sembra (ma mi potrei benissimo sbagliare, in tal caso chiedo venia) che non siano stati ancora citati gli Ephel Duath, uno dei gruppi con più contaminazioni e fuori di testa che abbia sentito, e i loro primi dischi direi che entrano a pieni diritti in questo filone, anche se poi si sono evoluti in qualcosa tanto bello quanto difficile da definire. Un altro gruppo a mio avviso notevole a cavallo tra il prog metal e l'avantgarde sono gli Alchemist: un gruppo australiano formato alla fine degli anni '80 i cui primi dischi come "Jar Of Kingdom" hanno diversi elementi in comune con l'avantgarde, anche se in seguito si sono evoluti verso i prog metal e le sonorità avantgarde sono quasi sparite..
     
    #41
  12. Fleba_il_Fenicio

    Fleba_il_Fenicio
    Expand Collapse
    Deepest Imago

    Registrato:
    12 Febbraio 2006
    Messaggi:
    14.819
    "Mi Piace" ricevuti:
    211

    24 Luglio 2006

    Il centesimo nome - il centesimo gruppo


    Nomi e nomi. Signori mi avete sommerso e ne sono lieto!

    Credo nell'intuizione più che nel Dio ma senza presunzione caro Epicuro8-]
    Scherzo senza ridere: l'intuizione è parola chiave. L'associazione quando sottomessa è un utile e vitale strumento di espansione mentale (musicale;) ).

    Questi IN THE WOODS tornano tua manu dopo Zoidberg. Sto provvedendo ai Borknagar.
    Naturalmente la maggioranza dei nomi che avete fatto nei negozi non esiste.
    Al momento di ringraziarvi tutti sono nella Casbah Mondiale a caccia di prezzi interessanti:roll:

    Ephel Duath noti di fama; fama Black metal:sgrat:

    Senza troppe cervellotiche deduzioni mi pare di capire che la figliolanza del Black si dirama in AVANTGARDE e VIKING (senza escludere reciproche influenze e mescolanze...RED FOR FIRE...)

    ZOID: il genio di VINTERSORG credo lo abbiamo conosciuto attraverso le stesse parole spese in questo luogo8-] ...non ti nascondo che ho desiderio di ascoltarmelo anch'io. Soprattutto in quell'opera in cui si dedica all'indagine emotiva e musicale del Cosmo (non ricordoa ssolutamente il titolo ma la cover dell'album è verde con spirale).
     
    #42
  13. Consumed

    Consumed
    Expand Collapse
    Listen to Bill Hicks

    Registrato:
    2 Dicembre 2002
    Messaggi:
    3.570
    "Mi Piace" ricevuti:
    6

    24 Luglio 2006

    Ragà, vi dirò: a me i dischi di Vintersorg fanno due palle così!
    Mi sembra un progetto del tutto inutile visto e considerato che la proposta del Vinty è molto simile a quanto fatto ( e ben meglio) coi Borknagar...tra i gruppi che avete citato mi sembrano decisamente i più prescindibili.

    @ fenicio: Io raccoglierei il coraggio e mi butterei di testa nella delirante babele della masquerade...;)
     
    #43
  14. Fleba_il_Fenicio

    Fleba_il_Fenicio
    Expand Collapse
    Deepest Imago

    Registrato:
    12 Febbraio 2006
    Messaggi:
    14.819
    "Mi Piace" ricevuti:
    211

    24 Luglio 2006


    Me tocca:roll:

    Vintersorg appallante? ma siete in combutta?=:rotfl: ho una mia amica qui che alludeva alla medesima sensazione:sadic:
     
    #44
  15. ReineMetal

    ReineMetal
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    22 Febbraio 2006
    Messaggi:
    126
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    25 Luglio 2006

    Una delle band che nel black metal, senza uscire dal genere, ha raggiunto i risultati più avanguardistici per me sono i Joyless(definiti da alcuni, non a torto, "i Velvet Underground del black metal") specie con il disco-capolavoro "Unlimited Hate" del 1999:
    [​IMG]

    Un'altra band favolosa e poco conosciuta sono i Fleurety del magnifico "Min Tid Skal Komme", disco black ma con influenze ambient e fusion:
    [​IMG]

    Davvero due dischi da riscoprire, un approccio spiazzante e complesso, ma estremamente originale al black metal: li consiglio caldamente.

    Ma poi che vuol dire avantgarde e avanguardia ? Per me significa qualcosa che esce al di fuori dei canoni non dico di un genere, ma della musica tutta. Per fortuna non è così per i succitati gruppi: In The Woods, Arcturus, Solefald, Vintersorg, semplicemente pertono da un substrato black o simili per poi accogliere diverse influenze e modellarne i canoni a proprio piacimento, forgiando una musica eclettica, eccentrica e soprattutto "progressiva".
    Per me il termine "avant" è improprio, va piuttosto sostituito da "progressive", il che non sminuisce la portata dell'innovazione e al tempo stesso indica che si rimane ancora in un contesto di musica rock, e precisamente metal.
     
    #45
    Ultima modifica: 25 Luglio 2006

Condividi questa Pagina