1. Il regolamento del Forum è stato ripristinato e aggiornato, lo puoi trovare in ogni momento in basso a destra cliccando su "Termini e Condizioni d'uso del sito". Ti preghiamo di leggerlo e di rispettarlo per mantenere il forum un luogo piacevole ed accogliente per tutti. Grazie!
    Chiudi

Anticristianesimo

Discussione in 'Nordheim' iniziata da MetalWarrior87, 23 Marzo 2004.

  1. Elnarion

    Elnarion
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    12 Maggio 2005
    Messaggi:
    1.069
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    29 Settembre 2008

    Rover il tuo discorso non fa una piega, come al solito, l'unico problema è che parte sempre da presupposti che , per chi non è cristiano, non sono veri, e quindi il tutto cade..non è questione che hai torto o ragione, semplicemente quello che dici non corrisponde a verità per un non cristiano, il problema è che tu continui a voler CONVINCERE..

    per me l'essere anticristiano non significa affatto andare contro TUTTI gli insegnamenti della chiesa e della Bibbia (quindi forse di Gesù), se no è fanatismo, e tu spesso cadi in questa incomprensione. E' logico che il cristianesimo contiene in se principi giusti, il punto non è questo, il punto stà nell'andare contro ad una ipocrisia e anacronismo oggi che mette le radici dal principio di questa religione (ho fatto un discorso lunghissimo su ciò..che però non è stato compreso). i principi "giusti" del cristianesimo esistevano anche prima di esso

    per un cristiano essere anti cristiano vuol dire essere satanico, ma in realtà non c'è stata nessuna seduzione, nessuna separazione..nella maggior parte dei casi è stato proprio il conoscere meglio il cristianesimo a far allontanare chi poi non è più cristiano..e poi qualcuno sedotto dal diavolo (ovvero separato da Dio) dovrebbe andare incontro ad una vita vuota e buia..ma perchè io sono così felice? perchè mi sembra di aver riacquistato nuova vita e vista?perchè ho una spiritualità rinnovata e forte più di prima?

    si badi che io non sono un veemente anticristiano, semplicemente in questo forum ho preso una posizione che più si avvicinava al mio pensiero..io non sopporto esclusivamente quando il cristianesimo e la chiesa pretendono di influenzare ambiti nella quale non tutti hanno quel pensiero ..e poi naturalmente non "sento" il Dio cristiano e non "sento" giuste la maggior parte dei principi che costui ci avrebbe trasmesso (in senso letterale)


    DREKI: sei molto bravo a criticare oggettivamente le tesi altrui, ma vorrei allora che anche tu esponessi il tuo pensiero a riguardo in maniera chiara, sono molto curioso ormai:)
     
  2. Elnarion

    Elnarion
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    12 Maggio 2005
    Messaggi:
    1.069
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    29 Settembre 2008

    Dreki

    ho capito alcune cose:

    1. il linguaggio del forum così frammentato e sparso nel tempo non peremette assolutamente di spiegare concetti così complessi in maniera esauriente

    2. Apprezzo tantissimo il fatto che tu sia così interessato a capire il pensiero altrui, ma sto cominciando a capire che non riusciamo ad intenderci su alcune cose fondamentali, soprattutto nell'ottica storica

    provo a riassumere nella maniera più chiara possibile:

    - il cristianesimo oggi non lo approvo per: anacronismo del significato delle sacre scritture, molti principi tendenti semplificare la realtà, a soffocare sessualità e ricerca interiore, innalzamento dell'uomo sopra ciò che è, mantenimento di una istituzione ,la chiesa, che ha in se una forte puzza di ipocrisia.

    - a ciò si è arrivato tramite una catena di eventi storici che hanno reso il cristianesimo quello che è oggi, passando per periodi molto più oscuri e deprecabili di questo e partendo da un origine che non ritengo funzionale per l'evoluzione sociale e spirituale di un popolo

    non so più di così per ora non riesco;)
     
  3. cattivone

    cattivone
    Expand Collapse
    Maledetta tana delle tigri.

    Registrato:
    7 Luglio 2008
    Messaggi:
    13.443
    "Mi Piace" ricevuti:
    11.249

    29 Settembre 2008

    Il fatto è che per un cristiano D.O.C. non esistono le sfaccettature: ogni cosa è bianca o nera, nemmeno il grigio è contemplato.
    Ci credo che hai una spiritualità più forte di prima, ci sono passato anche io, se guardi per un attimo le cose da un punto di vista extracristiano ti rendi conto che ti hanno inculcato solo scemenze... Nel mio caso quel che c'era di buono da prendere dalle scritture è rimasto, per il resto, soprattutto a livello di chiesa... rigetto totale
     
  4. Guest_001

    Guest_001
    Expand Collapse
    Banned
    BANNATO

    Registrato:
    26 Febbraio 2008
    Messaggi:
    2.713
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    29 Settembre 2008

    L'ultimo intervento di Rover84 è il compendio perfetto del mio non credere nel dio cristiano.
     
  5. Rover84

    Rover84
    Expand Collapse
    Schöne Seele

    Registrato:
    23 Febbraio 2005
    Messaggi:
    4.076
    "Mi Piace" ricevuti:
    54

    29 Settembre 2008

    In chi o cosa credi, tu?
     
  6. Elnarion

    Elnarion
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    12 Maggio 2005
    Messaggi:
    1.069
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    29 Settembre 2008

    finalmente una domanda sensata..è già molto meglio di tutti i papiri che scrivi, almeno ti sei aperto ad una domanda..

    io credo in una entità infinita ed eterna, assolutamente al di là della nostra comprensione, entità che da osservatore ha determinato l'esplosione di materia (vedi esperimento di copenaghen), che da essenza era lo stesso caos primordiale e definitore di tutto ciò che è (leggi naturali e temporali ecc), assolutamente amorale, neutrale, naturale o altrimenti a noi inconoscibile se non nella infinitesima parte che rimane in noi (la coscienza, l'immaginazione, la concezione di infinito, la fantasia creativa..) ecco cos'è Dio per me, nessun uomo che pretenda di rappresentarlo o peggio di essere Dio, nessun rito, se non nel più intimo di me stesso in una preghiera scagliata nel buio dell'universo. Non escludo la presenza di entità diverse dalle conosciute (gli "dei" quali entità viventi di forma vitale diversa), non escludo altre forme di vita biologica nell'universo oltre la nostra..in poche parole il cristianesimo mi sembra molto piccolo e ottuso
     
  7. Guest_001

    Guest_001
    Expand Collapse
    Banned
    BANNATO

    Registrato:
    26 Febbraio 2008
    Messaggi:
    2.713
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    30 Settembre 2008

    io credo nel fatto che ognuno a casa propria sia libero di fare i cazzi propri, senza che altri debbano ficcarci il naso (come si può ben notare, non amo particolarmente i concetti di evangelizzazione e conversione).

    in primis.



    salvo che non si commettano reati, nella COMPLETA e LIBERA espressione di tutto ciò che può dar gioia all'essere umano(in TUTTE le sue forme - sesso in tutte le sue varianti ed affini compresi).

    in secundis.



    Il resto viene di conseguenza.
     
  8. Guest_001

    Guest_001
    Expand Collapse
    Banned
    BANNATO

    Registrato:
    26 Febbraio 2008
    Messaggi:
    2.713
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    30 Settembre 2008


    ah, Rover, poi spiegami questa frase, perchè sto pensando veramente MOLTO male...:shutup::shutup::shutup:


    (PS: come se gli uomini invece non potessero essere oggetti di passione... mai letto Titus et Bérénice di Jean Racine, tanto per fare un esempio?).
     
    #9203
    Ultima modifica: 30 Settembre 2008
  9. Rover84

    Rover84
    Expand Collapse
    Schöne Seele

    Registrato:
    23 Febbraio 2005
    Messaggi:
    4.076
    "Mi Piace" ricevuti:
    54

    30 Settembre 2008

    Anche io credo che ognuno dovrebbe imparare ad essere libero. Ma per poterci comprendere mia cara dobbiamo capire questo: cosa è per te libertà, cosa significa essere liberi?
    Riguardo al ficcare il naso solo chi ha qualcosa da nascondere o qualcosa della quale ha paura o vergogna di mostrare ad altri si pone questa preoccupazione. Ossia: solo chi non è realmente libero si pone il problema che qualcuno possa interferire o che stia guardando ciò che compie. Chi è libero, agisce senza tali preoccupazioni. La paura è sempre incompatibile con la vera libertà.

    Strano che sia un non cristiano a parlare di gioia: infatti il cristianesimo è proprio la religione della gioia, più di tutte le altre essa pone al centro della questione e al centro del cuore umano questo sentimento così bello: la gioia e la sua espressione che è il sorriso. Carissima! Se sei così interessata alla gioia, se combatti in maniera così accanita perchè tutte le persone possano essere nella gioia tu non sei affatto lontana da me, da noi. Mi viene in mente una cosa per te: leggi il bellissimo documento del Concilio Vaticano II intitolato proprio Gaudium et spes - Gioia e speranza...di certo lo troverai interessante a questo punto!
    Ma di nuovo ti chiedo: cosa è per te la gioia? Tu sei gioiosa? Provi gioia? Quando? E perchè? La gioia che provi è una gioia che dura ed è radicata nel cuore o è solamente effimera e passa via se sopraggiungono mutamenti esterni a te o interni?
    Alcune cose delle tue parole mi fanno pensare: tu dici tutto ciò che può dar completa e libera gioia all'essere umano. Tu con queste parole hai dato senza volerlo una definizione di Dio, lo sai? Il risultato dell'amore di Dio è proprio questo: una completa e libera gioia all'essere umano, io stesso non ho saputo nel corso della discussione dirlo in maniera così semplice e sintetica, bravissima!
    Sesso? Ma perchè mai pensate che il cristianesimo sia contro la sessualità? Ovviamente perchè non avete la benchè minima idea di cosa sia il cristianesimo. La religione cristiana è la più carnale di tutte. Dio stesso si è fatto carne e uomo con tutti i bisogni, i limiti, le fragilità, i sentimenti, le speranze e le angosce umane e voi continuate a blaterare sostenendo che il cristianesimo è contro il corpo e la sessualità. Davvero non sapete quello che dite! Io amo con tutto il mio corpo e il mio spirito: un cristiano conosce benissimo le gioie e i piaceri dell'amore e del sesso, essi sono infatti un meraviglioso dono di Dio all'uomo, a testimonianza della sua infinità bontà.

    La donna è colei che per sua natura, più dell'uomo, subisce la passione, ad essa si abbandona, di essa è vittima. Poichè la sua natura è più fragile di quella dell'uomo: ma attenzione

    La fragilità del cristallo non è la sua debolezza
    ma la sua raffinatezza


    La delicatezza di una donna cede presto davanti alla forza travolgente della passione: in lei vi è un istinto al darsi e al concedersi, a lasciarsi inondare, all'abbandonarsi all'onda della passione. Essa è come un fiore fragile che deve essere colto. Intendi bene: non sto affatto dicendo che una donna non possa essere forte. Probabilmente la sua grande forza risiede proprio in questa fragilità.
    Gli uomini posso essere certamente preda di passione, ma si relazionano a questa in modo differente dalle donne. NON A CASO quella poesia è stata scritta da una donna (Saffo) e non a caso è ancora una donna ad essere una delle più grandi poetesse di tutti i tempi e a saperci parlare d'amore con una delicatezza e un abbandono pari a nessun altro. Mi riferisco ad Emily Dickinson, puoi leggere alcuni suoi versi nella mia firma, te la consiglio...tutto questo per farti intendere quanto io, ed ogni cristiano, ami le donne (in esse vedo mia madre Maria Vergine) e come ogni forma di misoginia è del tutto estranea al cristianesimo...Cristo ha amato moltissimo le donne e ha dato loro compiti di assoluta importanza per la prima volta nella storia: ad esse è apparso per prime al momento della resurrezione e ad esse ha dato il compito di andare a riferire lo straordinario evento agli altri discepoli: e questo in un'epoca (circa 2000 anni fa) in cui la considerazione della donna era per molti aspetti piuttosto differente rispetto alla nostra...altro che le stronzate odierne del femminismo e della emancipazione che finiscono solamente per voler fare della donna ciò che essa in realtà non è e che la danno solo illusione e distorta concezione di ciò che è libertà finendo per fare di essa solamente un oggetto da esporre in vetrina...contente voi.
     
    #9204
    Ultima modifica: 30 Settembre 2008
  10. Guest_001

    Guest_001
    Expand Collapse
    Banned
    BANNATO

    Registrato:
    26 Febbraio 2008
    Messaggi:
    2.713
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    30 Settembre 2008

    Rover84

    Ossia: solo chi non è realmente libero si pone il problema che qualcuno possa interferire o che stia guardando ciò che compie. Chi è libero, agisce senza tali preoccupazioni. La paura è sempre incompatibile con la vera libertà.


    dysphoria_noctis risponde: oppure, solo chi non è libero può preoccuparsi di cosa fanno gli altri partendo dalla propria morale o dalle proprie credenze


    Rover84

    Strano che sia un non cristiano a parlare di gioia: infatti il cristianesimo è proprio la religione della gioia


    dysphoria_noctis risponde: una religione della gioia, che ha come suo simbolo supremo uno strumento di tortura quale la croce, con un uomo agonizzante spataccato sopra?

    no grazie.

    Gli unici strumenti di tortura che mi garbano sono quelli del sadomaso.




    ti faccio conoscere qualche lesbica camionara qua di Bologna, poi vediamo cosa ne pensi :rotfl::rotfl::rotfl::sadic::sadic::sadic::sadic:
     
    #9205
    Ultima modifica: 30 Settembre 2008
  11. Guest_001

    Guest_001
    Expand Collapse
    Banned
    BANNATO

    Registrato:
    26 Febbraio 2008
    Messaggi:
    2.713
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    30 Settembre 2008


    Certo, il cristianesimo è favorevolissimo al sesso.


    Tranne quello prematrimoniale.

    Tranne quello dove si usano anticoncezionali.

    Tranne quello omosessuale.

    Tranne quello bisessuale.

    Tranne quello pansessuale.

    Tranne quello polisessuale e/o orgiastico.

    Tranne quello feticistico.

    Tranne quello sadomasochista.



    Ps: ah, siccome invece di rispondermi continui a modificare i tuoi post sperando forse che non ti "sgami" (tranquillo, ti sgamo benissimo), per la cronaca, il diritto di voto alle donne è stato ottenuto grazie alle femministe (o suffragette, che dir si voglia), non grazie ai preti. Ed il diritto di divorziare da mariti violenti, pure...

    non sputare su un piatto dove non sai nemmeno che pietanza c'è, grazie.
     
    #9206
    Ultima modifica: 30 Settembre 2008
  12. Rover84

    Rover84
    Expand Collapse
    Schöne Seele

    Registrato:
    23 Febbraio 2005
    Messaggi:
    4.076
    "Mi Piace" ricevuti:
    54

    30 Settembre 2008



    Rover corregge: partendo non dalla propria morale o dalle proprie credenze (avresti ragione in tal caso) ma dalla Verità, da Colui che è Verità e del quale il cristiano è testimone e annunciatore. Come la mettiamo? Non mi hai risposto carina: hai girato le mie parole evitando la domanda che c'è in esse. Tu sei sicura di non avere mai paura di ciò che gli altri pensano di te? Io non ne ho affatto: molti mi attaccano e mi contestano qui ma non importa. E tu? Sei veramente libera?

    Tu parli di ciò che non sai. La croce è amore. E' espressione dell'amore di Dio che muore dando la vita per i suoi amici. Conosci un amore più grande di questo, dare la vita per i propri amici, morendo da innocente? Conosci qualcuno che lo ha fatto per te o che pensi lo farebbe? Rispondi sinceramente. La croce era uno strumento di tortura. Il sangue del cuore di Cristo ha redento anche la croce stessa: da strumento di tortura e di pena ne ha fatto strumento di amore. Tu sembri una attenta lettrice: hai letto che nel Vangelo di Giovanni si dice che ...ma uno dei soldati con un colpo di lancia gli trafisse il fianco e ne uscì subito sangue ed acqua? Oltre al sangue il cuore di Cristo contiene l'acqua: l'acqua è fonte di vita, è ciò che lava e purifica nel Battesimo e non solo. Tu lavi i panni ogni tanto, da brava donna di casa? Li lavi con l'acqua per farli tornare puliti o no?

    Quanto agli strumenti di tortura io ho l'impressione che potremmo andare più d'accordo di quanto sembra: anche a me piace usare la frusta, ma non per ottenere piacere dall'essere frustato e ferito (il che è quantomai curioso, direi) ma per domare a colpi di frusta le tigri che si vedono in giro.

    Io sto parlando di donne non di donne che si comportano da uomini perchè si sentono uomini per una serie di motivazioni e circostanze. In ogni caso conosco delle lesbiche e dei gay e a parte la curiosa inversione di polarità sono persone belle e che provano sentimenti profondi, anche di passione. Se tu conosci solo camionisti rozzi il problema è il tuo cara. Penso che la causa della loro indelicatezza sia più nel loro duro mestiere che nel loro cuore. E poi da una persona che mostra letture colte come te non mi aspettavo questo stereotipo terra terra sui caminiosti. Anche loro hanno un cuore sai? Più le persone si mostrano forti in apparenza più sono in realtà deboli e fragili.

    P.S. Vedi di non dire stronzate carina, se io edito lo faccio per aggiungere dettagli alle mie spiegazioni, dato che fraintendete praticamente sempre quello che scrivo. Non devo essere sgamato da nessuno. Anzi qui mi annoio un pò ti mando pm con il mio indirizzo mi vieni a trovare così parliamo faccia a faccia e chissà se non potrebbe tornare utile in qualche modo la frusta!
    D'altronde si è detto tanto male del povero Nietzsche e tanto anche lui è stato frainteso ma una cosa bisogna decisamente riconoscergliela:

    Vai a donne? Non dimenticare la frusta

    Certo poverino lui parlava bene ma agiva male. Invece di usare la frusta e domare e sedurre le donne preferiva il più sbrigativo metodo dell'andare per bordelli...e così si ammalò di una malattia per niente carina: sifilide, che probabilmente fu una delle cause che contribuì a condurlo alla demenza nell'ultimo tratto di vita.

    Diritto di voto? Non farmi ridere, se ritieni che libertà ed essere liberi significhi avere il diritto a tracciare una crocetta su quelle che saranno le persone che si occuperanno di prendere provvidementi al posto tuo stai messa proprio male.
     
    #9207
    Ultima modifica: 30 Settembre 2008
  13. Guest_001

    Guest_001
    Expand Collapse
    Banned
    BANNATO

    Registrato:
    26 Febbraio 2008
    Messaggi:
    2.713
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    30 Settembre 2008




    io paura dei cristiani (cattolici, perchè in Italia quello c'è)? mah, a dire il vero ogni volta che aprono bocca non so se ridere o dormire. di solito, però, capita più spesso la seconda.



    ma soprattutto:

    croce simbolo d'amore?

    una persona che muore per me sebbene io me ne freghi altamente, gesto d'amore? (io lo chiamerei in tutt'altro modo, perchè penso sempre male, e per questo sono satanica).

    Cristo mio AMICO? (ma per scegliersi come amici non ci vorrebbe un minimo di reciprocità?)

    io donna di casa?

    le lesbiche che si sentono uomini? (le donne che si sentono uomini si chiamano transessuali FtM, non lesbiche)

    curiosa inversione di polarità? (mai sentito parlare di orientamento sessuale?)



    tesorino mio, vai a nanna, che sei un po' stanco :D


    PS: e mi raccomando, non citare troppo la frusta, che poi mi stimoli... perchè io, a differenza tua, la uso realmente :sadic::sadic::sadic:
     
    #9208
    Ultima modifica: 30 Settembre 2008
  14. Rover84

    Rover84
    Expand Collapse
    Schöne Seele

    Registrato:
    23 Febbraio 2005
    Messaggi:
    4.076
    "Mi Piace" ricevuti:
    54

    30 Settembre 2008

    Questo dormire io lo chiamo fuggire. Ripeto: con te ci vorrebbe un incontro, si sarebbe molto più divertente.

    1.Assolutamente si. Proprio perchè a te non importa l'amore è più profondo. Amare quelli che già ci amano sono capaci più o meno tutti. Amare quelli che ci odiano, pochissimi.
    2.No. Per amare non c'è bisogno di reciprocità. Tu non ti sei mai innamorata di qualcuno senza sapere se esso ti corrispondeva oppure non hai mai amato qualcuno anche se non ti corrispondeva e anzi, proprio per questo rifiuto, amato ancora di più?
    3.Che ne no, ho chiesto. Non poteva essere?
    4.Molte mie amiche e conoscenti lesbiche sono attratte da altre donne e si comportano come un uomo e tendono ad assomigliare ad un uomo nell'aspetto smorzando i tratti di femminilità del loro corpo. Questo intendo.
    5.Si. Per me esistono 2 poli opposti: maschio e femmina. Questi 2 poli opposti si attraggono e sono stati creati per essere uniti. Questo è l'unico l'orientamento per me.
    6.Grazie delle parole dolci zuccherino, mi toccano sempre, anche io ho un lato delicato sai? In effetti durante tutto il giorno lavoro, penso, studio e mi occupo di molte cose a differenza di altri che vivono solo di notte e di giorno dormono storditi da ciò che hanno passato nella notte precedente. Non mi riferisco a te, parlo in genere.
    Ciao carina
    P.s. Io la frusta la uso in senso simbolico ma è come se la usassi realmente. Le parole, i gesti e gli sguardi possono essere esattamente come frustate. E' in certo qual modo divertente vedere l'effetto di queste frustate negli occhi e sul viso di quelle che le ricevono, sai? Prima erano come tigri e graffiavano dopo diventano docili come gattine e fanno le fusa e miagolano.

    Ultima cosa: sei tu che per prima cacci sempre questo diamine di discorso della frusta e poi mi dici non mi stimolare? Siete tutte uguali.
     
    #9209
    Ultima modifica: 30 Settembre 2008
  15. Dreki

    Dreki
    Expand Collapse
    Heart of Steel

    Registrato:
    28 Giugno 2005
    Messaggi:
    10.380
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.495

    30 Settembre 2008

    oh! finalmente un po' di anticristianesimo CON LE PALLE :happy::happy:
    (sono serio)
    (mi ha davvero colpito positivamente quello che hai scritto)


    dysphoria... puoi rispondere alle mie domande di prima?
    in sostanza, ti chiedevo "cosa" nel Cristianesimo ti fa così tanto schifo.
    in parte hai motivato in questi post: vorrei solo... diciamo, una "summa".


    lo so che potresti rispondermi banalmente: "mi fa TUTTO schifo"... ti chiedo solo se puoi argomentare un po'.

    (lo ripeto: sono serio)
    (lo ripeto: mi ha davvero colpito positivamente quello che hai scritto)
     

Condividi questa Pagina