1. Il regolamento del Forum è stato ripristinato e aggiornato, lo puoi trovare in ogni momento in basso a destra cliccando su "Termini e Condizioni d'uso del sito". Ti preghiamo di leggerlo e di rispettarlo per mantenere il forum un luogo piacevole ed accogliente per tutti. Grazie!
    Chiudi

Anticristianesimo

Discussione in 'Nordheim' iniziata da MetalWarrior87, 23 Marzo 2004.

  1. Elnarion

    Elnarion
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    12 Maggio 2005
    Messaggi:
    1.069
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    23 Settembre 2008

    se vedi la religione come strumento creato dall'uomo..si e io la vedo così

    non faccio finta di non sapere, il punto è prorpio quello, uno strumento di conquista..rimane sempre uno strumento umano (e creato dall'uomo), da qualsiasi parte lo si voglia vedere, uno strumento per fini spirituali, o politici, o sociali..(e certo anche il paganesimo lo era, ben chiaro)

    una religione è sempre indissolubolmente legata al popolo, se no è spiritualità privata (che io considero migliore)
     
    #9166
    Ultima modifica: 23 Settembre 2008
  2. ela_ganza

    ela_ganza
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    15 Marzo 2008
    Messaggi:
    93
    "Mi Piace" ricevuti:
    1

    23 Settembre 2008

    credo di aver risposto più o meno a questa cosa qualche post fa:
    la parte sottolineata è quella che indica cosa un credente ritiene "infallibile".

    il discorso che hai fatto prima sinceramente non mi convince: secondo te il Cristianesimo ha introdotto dei concetti sbagliati come il sesso prima del matrimonio inteso come grave peccato ecc.., giusto? eppure questa ostilità nei confronti del rapporto sessuale c'è anche in culture non cristiane: tutt'ora ci sono popolazioni africane che praticano l'infibulazione (mamma mia per carità!!!:nono:) onde evitare che le ragazze abbiano rapporti prima del matrimonio.
    se vogliamo fare un discorso terra terra, se dovessi scegliere preferisco una bacchettata da un prete...:hihi:
    scherzi a parte, non è detto che senza il cristianesimo il rapporto con la sessualità sarebbe stato sereno..
     
  3. Pier79

    Pier79
    Expand Collapse
    Starless One

    Registrato:
    5 Giugno 2007
    Messaggi:
    2.379
    "Mi Piace" ricevuti:
    27

    23 Settembre 2008

    Nono. Non ho detto che è superficiale, ho detto che è semplicistico (non è la stessa cosa). Lo è nella misura in cui semplifichi (appunto) una faccenda piuttosto complessa come l'affermarsi dei valori cristiani riducendo tutto ad rapporto unilaterale causa/effetto (tra l'altro, UNA causa e UN effetto). Trovo giusto (giustissimo) cercare di individuare anche le possibili ragioni storico-sociali dell'affermarsi del messaggio cristiano, solo non puoi pretendere di ridurre tutto alla sottomissione da parte di una potenza "straniera". Mi pare forzato, tutto qui. Per il resto quoto quanto detto sopra da Dreki, che ha espresso più che bene anche le mie perplessità.

    Mica volevo offenderti eh!;)
     
  4. Elnarion

    Elnarion
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    12 Maggio 2005
    Messaggi:
    1.069
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    23 Settembre 2008

    aspettate ragazzi..si chiarissima una cosa..speravo fosse scontata..io non cerco UNA causa unica ed UN effetto unico nel cristianesimo..ma che scherziamo!!??

    però..oh qui si parla di Cristianesimo, non è che possiamo srotolare tutto il papiro della storia!

    Pier non mi ero offeso tranquillo, ma anche la semplificazione purtroppo a volte mi viene inevitabile ..altrimenti devo fare come Rover..e non ho intenzione

    e chi ti assicura che la Chiesa ha basi divine? le scritture? ma sono scritte da uomini..e la chiesa è fondata da san Pietro, non da gesù Cristo..e san Pietro era un uomo (e anche Gesù per me..ma è per ME)..quindi siamo da capo a dodici..in ogni caso Rover docet: le decisioni prese ex catherdra sono diretta ispirazione divina..le crociate fatte da UOMINI erano indette da Papi..ex cathedra..e allora?non c'è un po di confusione in tutto ciò?
     
    #9169
    Ultima modifica: 23 Settembre 2008
  5. Elnarion

    Elnarion
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    12 Maggio 2005
    Messaggi:
    1.069
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    24 Settembre 2008

    volevo dire che di questi argomenti sarebbe mooolto meglio parlare di persona, scommetto che troveremmo molte cose in comune, nonostante ci scanniamo (in senso buono) qui!un forum non permette discorsi continui e coerenti, e soprattutto permette di sottrarsi a domande scomode, che inconversazione non puoi fare..ma è comunque un piacere confrontarmi con voi ragazzuoli

    a vaga a lèt
     
  6. ela_ganza

    ela_ganza
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    15 Marzo 2008
    Messaggi:
    93
    "Mi Piace" ricevuti:
    1

    24 Settembre 2008

    in quello che ha detto Rover io proprio non mi ci immischio...non per cattiveria, ma se in passato mi son allontanata dagli ambienti cristiani eheh è anche per persone come lui...ma questo è un altro discorso...

    delle due nature della Chiesa ne parla anche Cristo, ma se la mettiamo sul piano "gli evangelisti erano uomini dunque potevano sbagliare" allora non si dà alcuna affidabilità a ciò che ha scritto l'uomo...questo dubbio è lecito ovvio, e il discriminante è sempre lo stesso: la FEDE. non ti posso dare nè prove scientifiche nè tantomeno logiche dell'esistenza di qualcosa al di fuori dell'esperibile. è anche assurdo provarci. questo è il messaggio di Dio, puoi abbracciarlo oppure fregartene, è una scelta di vita che si fa.

    perchè uno dovrebbe aver fede? per la mia esperienza, perchè A PARER MIO trovo che il Cattolicesimo dia delle direttive che più vanno incontro alle esigenze dell'uomo, per quanto vi possa sembrare assurdo. ovvio, non sono d'accordo in tutto e per tutto, ma capisco e condivido la maggior parte dei principi di questa dottrina. sta di fatto che da agnostica che ero son tornata cristiana senza nessuna forzatura, solo fermandomi a pensare quale secondo me poteva essere la via giusta. che l'abbia fatto per comodità, perchè avevo bisogno di un punto di riferimento? magari per alcuni sì, potrei essere una perfetta "mediocre" per dirla con Nietzsche...eppure io sono ben convinta della scelta che ho fatto e so che l'ho fatta consapevolmente. tuttavia non voglio precludermi il dialogo con chi la pensa diversamente da me, anche perchè agnostica ero...e tante domende che son uscite qui erano le mie.
     
  7. Elnarion

    Elnarion
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    12 Maggio 2005
    Messaggi:
    1.069
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    24 Settembre 2008

    [QUOTEEle_ganza]Cattolicesimo dia delle direttive che più vanno incontro alle esigenze dell'uomo, per quanto vi possa sembrare assurdo. ovvio, non sono d'accordo in tutto e per tutto,[/QUOTE]

    e sei sicura che quelle "buone" direttive non siano semplicemente ciò che il buon senso ci dice di fare? e che siano prioprio quei punti che hanno in comune un po tutte le religioni?

    sulla fede non faccio nessuna obiezione, è assolutamente una questione privata, ma sull'adesione ad una confessione religiosa, di cui "qualcosa si condivide" e "qualcosa no"..mi sembra un po il discorso del partito politico..volgio dire se il Cristianesimo ci offre la certezza della verità perchè essa è in Dio e con Dio..trovo più coerente il discorso di Rover, lui vive in tutto e per tutto questa fede, che si rispecchia nella religione..ed è proprio per questo che non sono cristiano..nella religione non esiste un po si e un po no..come dice Rover..bianco o nero
     
  8. Dreki

    Dreki
    Expand Collapse
    Heart of Steel

    Registrato:
    28 Giugno 2005
    Messaggi:
    10.375
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.492

    25 Settembre 2008

    uhm.
    questo è un discorso che, pur restando MOLTO comprensibile... è assai complesso.

    La domanda che fa Elnarion (e la sua risposta) è molto giusta: "si può essere cristiani al... che so, 70%?"
    Di principio, la risposta DEVE essere: no.
    No, assolutamente NO: non si può essere "cristiano, ma solo su certe cose". Altrimenti, tutti sarebbero/saremmo "cristiano al 15%", "al 80 %"... e via dicendo.

    Tu dici: la fede è fede.
    Vero: ma allora, se è tale, non ammette "paletti".
    Se tu CREDI in Dio... nel Dio cristiano, dico... allora DEVI credere alla Bibbia, e atutto quello che il Cristianesimo comporta. Sennò, resti agnostica: un'agnostica che all'entità divina ha dato un nome... ma quello rimane un "dio" tutto tuo, che non è quello dei critsiani.

    Se tu credi il QUEL Dio... credi (DEVI credere) che ciò che la Chiesa cristiana insegna è la sua Parola -TUTTO, nessuna esclusione.


    ATTENZIONE però.
    Non bisogna confondere il dogma cristiano con cose come i comandamenti.
    In due parole: credere non significa obbedire.
    Io posso credere che Dio abbia davvero condannato, per dire, il disprezzo per i propri genitori o il sesso fuori dal matrimonio. E cedere, consapevole, alle tentazioni. Sapendo che sto sbagliando.

    Il discorso ha un oceano di derivazioni... perché il Cristianesimo perdona il peccatore pentito.
     
  9. Dreki

    Dreki
    Expand Collapse
    Heart of Steel

    Registrato:
    28 Giugno 2005
    Messaggi:
    10.375
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.492

    25 Settembre 2008

    ok, ho capito il punto.
    fin dove la poni tu, è "logicamente" corretto, se uno assume la tua prospettiva.
    ma allora com'è che il Cristianesimo è giunto così a noi? In teoria, una volta ottenuta la sua "vittoria"... non avrebbe nuovamente dovuto incattivirsi?

    La civiltà cristiana si è espansa eccome: di pulsioni forti, chiamale vitali se vuoi, ne aveva. Perché non è mutato lo sguardo verso Dio?
     
  10. THUNDERWOOD

    THUNDERWOOD
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    8 Agosto 2008
    Messaggi:
    359
    "Mi Piace" ricevuti:
    24

    25 Settembre 2008

    Parti dal presupposto che la chiesa cristiana sia quella cattolica, ma sei sicuro che il genuino messaggio di Cristo sia giunto ai nostri giorni tramite il papa e la chiesa di Roma? Ci sono tante altre chiese che si definiscono cristiane e che pertanto come minimo vanno rispettate! Il male può essersi insinuato nella chiesa delle origini e sicuramente non è l'uomo che può giudicare, ma sarà compito di Dio farlo. Gesù ha detto che riconosceremo i suoi discepoli dai frutti e credo proprio che la chiesa cattolica nei secoli abbia dato più cattivi che buoni frutti, quindi non giudichiamo nulla prima del tempo: si vedrà!
    Se si crede in Dio ed in Cristo come unico intercessore tra Lui e noi...allora SI... si è cristiani anche al di fuori di una qualsiasi chiesa (cattolica o protestante che sia), tutto il resto sono solo interpretazioni umane!
     
  11. Dreki

    Dreki
    Expand Collapse
    Heart of Steel

    Registrato:
    28 Giugno 2005
    Messaggi:
    10.375
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.492

    25 Settembre 2008

    1) IO non parto da nessun presupposto simile: quello al massimo è il presupposto da cui parte un cattolico che crede; io mi sono limitato a rispondere a un post che parlòava di una fede... a zig-zag

    2) il messaggio del papa (per un credente) DEVE essere quello di Cristo, visto che (per un credente) Dio parla attraverso di lui e questi (per un credente) ne è il vicario, il portavoce
    se questo assunto lo relativizziamo, possiamo pure gettare tutto alle ortiche



    ah beh, vero... ma se è solo per questo, il topic su cui postiamo si chiama "anti-CRISTIANESIMO", non "anti-CATTOLICESIMO"... eppure è palese che si parla sempre o quasi di cattolicesimo, compresi preti, papi e via dicendo.
    ;)



    per un credente (cattolico, va benissimo specificarlo) questa qui è... come dire... una ca:shutup::shutup:ta



    se distingui tra le chiese cristiane, ti capisco. io addirittura ho provato, qua, a fare un discorso più o meno simile coi monoteismi.
    e ho capito che non serve, tanto qua esiste "un anti-cristianesimo" che su questo fronte fa un po' di... minestrone.
    e allora mi ci sono adeguato.
     
  12. cattivone

    cattivone
    Expand Collapse
    Maledetta tana delle tigri.

    Registrato:
    7 Luglio 2008
    Messaggi:
    13.218
    "Mi Piace" ricevuti:
    10.984

    25 Settembre 2008

    Insomma... o tutto, o niente.
    Questo assolutismo e uno dei motivi per cui ho abbandonato il cristianesimo.
    Ma insomma Dreki, anche tu allora sei un agnostico?
     
  13. Dreki

    Dreki
    Expand Collapse
    Heart of Steel

    Registrato:
    28 Giugno 2005
    Messaggi:
    10.375
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.492

    25 Settembre 2008

    Io? No, io sono politeista: venero i ManowaR. :happy:

    Sono 4 semidei di nome Joey, Eric, Karl e Scott che vivono nella Dimora della Morte dove banchettano notte e giorni assieme ai guerrieri che costituiscono l'Armata degli Immortali.

    Quando verrà il giorno del giudizio e verrà la Chiamata alle Armi, risuonerà l'Inno degli Immortali. E al di sotto dell'unica bandiera recante l'Effige del martello, tutti i Guerrieri del Mondo attraverseranno il Ponte della Morte fianco a fianco con i loro quattro Dei della Guerra.

    Con le Spade al Vento, intoneremo i nostri Inni di Battaglia mentre il Sangue dei Nostri Nemici bagnerà la terra ed essi conosceranno il Potere della Spada. Se alcuni tra i fratelli cadranno, la nostra Guerra Sacra diventerà una Marcia di Vendetta.

    Nel Sorgere della Battaglia le nostre spade berranno sangue, e sarà morte - fin quando il sangue sulle nostre lame sarà Sangue di Re.

    Ti basta come risposta?
    :D
     
  14. cattivone

    cattivone
    Expand Collapse
    Maledetta tana delle tigri.

    Registrato:
    7 Luglio 2008
    Messaggi:
    13.218
    "Mi Piace" ricevuti:
    10.984

    25 Settembre 2008

    Molto, molto soddisfacente
    Anche se al posto di Karl ci vedrei meglio Ross...
    Vabbe' OT a parte anche io sono politeista, anche se i miei dei non hanno nome.
     
  15. margauswe

    margauswe
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    18 Settembre 2007
    Messaggi:
    1.634
    "Mi Piace" ricevuti:
    62

    25 Settembre 2008

    Manowar a parte... credo che qui il problema di fondo sia distinguere tra cattolici (di qualunque confessione) praticanti, cattolici non praticanti e dubbiosi, cattolici anticlericali, atei, e varie dove per varie intendo tutte quelle forme di spiritualità interiore che non necessariamente si rifanno ad una religione determinata.
    Per quanto ho visto nei periodi passati nelr egno unito e negli stati uniti, ritengo che non sia possibile fare discorsi generici sulle varie confessioni? cattoliche. Ad esempio, un accusa di maschilismo può andare bene per la chiesa cattolica romana e quella ortodossa, ma assolutamente non per la religione anglicana e che ne so..la presbiteriana. Trovo che alcuni dei punti che io contenso maggiormente alla chiesa romana santa e apostolica siano stati "corretti" in diverse delle chiese protestanti.
     

Condividi questa Pagina