1. Il regolamento del Forum è stato ripristinato e aggiornato, lo puoi trovare in ogni momento in basso a destra cliccando su "Termini e Condizioni d'uso del sito". Ti preghiamo di leggerlo e di rispettarlo per mantenere il forum un luogo piacevole ed accogliente per tutti. Grazie!
    Chiudi

Anticristianesimo

Discussione in 'Nordheim' iniziata da MetalWarrior87, 23 Marzo 2004.

  1. Mope

    Mope
    Expand Collapse
    Member

    Registrato:
    9 Gennaio 2006
    Messaggi:
    690
    "Mi Piace" ricevuti:
    1

    19 Settembre 2008

    La verità solo nel nome...
     
  2. Heavy_metal_Maniac

    Heavy_metal_Maniac
    Expand Collapse
    CHE VE DEVO DI'?

    Registrato:
    18 Giugno 2006
    Messaggi:
    4.960
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.120

    19 Settembre 2008

    :rotfl::rotfl::rotfl::rotfl:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Parabola_del_fariseo_e_del_pubblicano

    quindi i preti pedofili essendo detentori della verità non possono essere criticati......e per fortuna che siamo tutti uguali :rotfl::rotfl::rotfl::rotfl:
     
    #9032
    Ultima modifica: 19 Settembre 2008
  3. ela_ganza

    ela_ganza
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    15 Marzo 2008
    Messaggi:
    93
    "Mi Piace" ricevuti:
    1

    19 Settembre 2008

    e dopo son gli altri che son arroganti...
    hai fatto un discorso in generale in quel post, sull'andazzo delle conversazioni nelle ultime pagine. e io ti ho risposto sempre riguardo le ultime pagine. rileggile bene e capirai perchè ho scritto quello che ho scritto, perchè credo che tu non lo abbia fatto con attenzione visto che non ti sei accorto che sono già intervenuta.
    io non mi ergo a giudice semmai, l'hai fatto tu date le righe che ho sottolineato quando ti ho citato.
    se volevi far riferimento agli interventi solo di alcune persone, la prossima volta sii più preciso perchè in questo topic ci scrivono decine e decine di persone, è difficile stare dentro la tua testa.
     
  4. ela_ganza

    ela_ganza
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    15 Marzo 2008
    Messaggi:
    93
    "Mi Piace" ricevuti:
    1

    19 Settembre 2008

    mm.. temo che ti debba dar ragione...almeno per la realtà che vivo io è così
     
  5. ela_ganza

    ela_ganza
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    15 Marzo 2008
    Messaggi:
    93
    "Mi Piace" ricevuti:
    1

    19 Settembre 2008

    naaaa..conosco un paio di preti che van matti per Ronnie James Dio...quei preti che sostengono che il rock o il metal è musica del demonio son paragonabili ai monaci del nome della rosa che proibivano la lettura di testi che suscitano il riso perchè leva il timor di Dio...assolutamente dissacrante!:D
     
  6. REINHART

    REINHART
    Expand Collapse
    Sommo Doomster

    Registrato:
    12 Settembre 2003
    Messaggi:
    3.698
    "Mi Piace" ricevuti:
    73

    19 Settembre 2008

    Dunque sarebbe meglio assoggettare l'intero stato ai dettami del cattolicesimo? E dove sarebbe la democrazia, poi? Sarebbe una tirannia, dove il dissenso non sarebbe tollerato, ma verrebbe punito, e dove ci sarebbe totale e obbligatoria uniformità del pensiero. Io sono sempre più senza parole, lo sconcerto ormai ha superato il livello di guardia.

    Abbiamo capito che ritieni di essere testimone dell'unica verità, e dunque di essere custode dell'unica possibile chiave di lettura del mondo. Ce l'hai ripetuto fino alla nausea (per l'appunto). Ora che vuoi? Un premio? Davvero: qual è il tuo scopo? Evangelizzarci? Credo sia ormai palese che, se quello era l'intento, sia del tutto fallito.

    D'altro canto tu, invece, dovresti aver ben capito che delle tue verità assolute a noi non interessa nulla. I tuoi deliri di onnipotenza sono diventati delle ripetitive parodie che non fanno che incancrenire la conversazione, riportandola in continuazione su binari già triti e ritriti, che abbiamo abbondantemente appurato che non conducono a nulla. Se non sei in grado di contribuire in modo costruttivo alla discussione (ed è ormai evidente che non ne sei capace), abbi almeno la grazia di non disturbare gli interessanti dibattiti che il buon Dreki sta costruendo.
     
    #9036
    Ultima modifica: 2 Febbraio 2010
  7. Necrophelia

    Necrophelia
    Expand Collapse
    Sleepwalker

    Registrato:
    23 Giugno 2007
    Messaggi:
    6.144
    "Mi Piace" ricevuti:
    1

    19 Settembre 2008


    Hai ragione, infatti è bigotto...:hihi:
     
  8. ela_ganza

    ela_ganza
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    15 Marzo 2008
    Messaggi:
    93
    "Mi Piace" ricevuti:
    1

    19 Settembre 2008

    straquoto :)
     
  9. VentoGrigio

    VentoGrigio
    Expand Collapse
    :facepalm:

    Registrato:
    30 Gennaio 2006
    Messaggi:
    12.655
    "Mi Piace" ricevuti:
    370

    19 Settembre 2008

    Sono sostanzialmente d'accordo con REINHART.
    Riprendendo l'esempio più che ecclatante dei medici antiabortisti fatto qualche post fa, non vedo nemmeno una ragione che possa parlare in difesa di queste persone, dal mio punto di vista. Se un medico antiabortista lavora in una struttura privata, nessun problema: ho la più totale libertà di non andarci, ma vorrei sapere per quale ragione dovremmo pagare con i soldi pubblici, i soldi delle nostre tasse, una persona che non fa del tutto il suo dovere. Perché il fatto che ci sia un medico che si rifiuta di offrire alcuni tipi di prestazioni mediche significa da una parte venir meno al proprio compito (non credo che non fornire la pillola del giorno dopo a una ragazzina spaurita significhi far star bene le persone; nel peggiore dei casi significa farla andare da una mammana qualche mese dopo, ma qui siamo ai limiti), dall'altro, nel migliore dei casi, significa far fare più lavoro ad altre persone.
    Non a caso parlando di queste cose con il mio medico, mi ha spiegato che esistono alcuni suoi colleghi che, pur di non finire a fare aborti 24/7 perchè sono in pochi a farlo grazie agli obiettori di coscienza, si dichiarano contrari a loro volta.

    Ora, in che modo è ingiusto volere che lo stato e i servizi che offre siano scevri dall'influenza cattolica?
     
  10. Necrophelia

    Necrophelia
    Expand Collapse
    Sleepwalker

    Registrato:
    23 Giugno 2007
    Messaggi:
    6.144
    "Mi Piace" ricevuti:
    1

    19 Settembre 2008


    concordo...
     
  11. Elnarion

    Elnarion
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    12 Maggio 2005
    Messaggi:
    1.069
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    19 Settembre 2008

    provo un po a riassumere:

    il cristianesimo in se non porrebbe troppi problemi se non si insinuasse nel tessuto delle regole sociali influenzandone la condotta (come invece ha sempre fatto e stà facendo). Se rimanesse una guida spirituale del credente, che si ne guidi anche la condotta personale, ma lasciasse libero dal giudizio il prossimo (invece il cristiano tende molto spesso a giudicare..vedi Rover..ma soprattutto la chiesa..e DREKI la chiesa volente o nolente è frutto del cristianesimo, è inutile che tenti di dividere le due cose..è chiaro o no?!) sarebbe una religione a mio avviso molto più sana..anche se non ne condividerei comunque i principi, ma quelli sono affari miei e io vivo come voglio, probabiomente non avrei molto da ridire, se non sul piano teologico appunto.

    rimango comunque convinto che storicamente il cristianesimo abbia avuto molti effetti negativi ,diciamo, a lungo termine, sulla società, modificando radicalmente il pensiero dell'uomo in una direzione per me non del tutto costruttiva e saggia...che poi, come si discuteva prima, sia nato prima l'uovo o la gallina..poco importa

    e poi dreki..tu sostieni che l'umanità si sarebbe evoluta così per sua natura..l'umanità (come qualsiasi entità) per evolversi ha bisogno di cambiamenti, di eventi di fatti che portino a cambiarne "strategia" evolutiva..e il cristianesimo, visto che come dice rover, Cristo ha cambiato la vita di mezzo mondo, ne è stato uno degli eventi principali, insieme all'esplosione demografica..e bha la scoperta dell'america tò! quindi il suo ruolo nella sotria è stato centrale..non puoi negarlo..
     
    #9041
    Ultima modifica: 19 Settembre 2008
  12. Pier79

    Pier79
    Expand Collapse
    Starless One

    Registrato:
    5 Giugno 2007
    Messaggi:
    2.379
    "Mi Piace" ricevuti:
    27

    20 Settembre 2008

    Ad ogni buon conto il fatto che nel nostro paese le posizioni cattoliche abbiano tanto peso nelle scelte politiche/legislative non è assolutamente di per se un fatto "antidemocratico". Al contrario, è null'altro che una conseguenza del processo democratico. E' ovvio insomma: visto che i cattolici in Italia sono una percentuale molto alta (da non identificarsi ovviamente con quella dei battezzati, ma comunque molto alta) è assolutamente normale che molta parte dei politici tenda ad ingraziarseli per ottenere il loro voto, il che porta ad un'influenza molto forte della cultura cattolica nella vita politica (e non solo) del paese.

    Pur non essendone io personalmente entusiasta, non posso che riconoscere che fa parte delle regole del gioco.
    L'Italia è (dovrebbe essere) uno stato laico, ma IN DEMOCRAZIA la maggioranza conta più della minoranza, e non c'è un cazzo da fare. E' inevitabile che le posizioni cattoliche siano tenute in grande considerazione all'interno di un paese in cui moltissima parte della popolazione votante (probabilmente la maggioranza) è cattolica. E' normale che abbiano ora come ora più peso delle altre (in futuro chissà:sadic:). Questione di numeri. Non è questo che mi fa incazzare, e non dovrebbe fare incazzare nessun altro non credente. Ripeto: fa parte delle regole del "gioco della democrazia". Quello che legittimamente potrebbe farmi (farci) incazzare è la pretesa, che ogni tanto salta fuori, di imporre per legge ai non cattolici divieti che derivano dalla morale cattolica.

    Insomma, il fatto di essere un paese a maggioranza cattolica non significa cazzarola che i non cattolici debbano essere obbligati per legge a conformarsi alle idee cattoliche (ad esempio vietando -di nuovo- l'aborto o il divorzio, reintroducendo l'obbligatorietà dell'ora di religione und so weit). Stesso discorso, specularmente, per i cattolici, che non devono essere obbligati a fare qualcosa che va contro la loro fede. Semplicemente, ad "entrambe le parti" dovrebbe essere garantita la libertà di scegliere come comportarsi seguendo il proprio credo o le proprie idee. Libertà di scelta che in alcuni ambiti (eutanasia per dire il primo che mi viene in mente) ancora non è possibile. Ma quì il discorso si farebbe troppo lungo e troppo OT, perciò chiudo.

    Scusate l'OT, davvero, non ho resistito a dire la mia su certi punti che sono emersi nelle ultime pagine.:)
     
  13. RideTheSky

    RideTheSky
    Expand Collapse
    New Member

    Registrato:
    2 Aprile 2007
    Messaggi:
    2.270
    "Mi Piace" ricevuti:
    0

    20 Settembre 2008

    Allora, entro qui dopo essermi fatta due sane risate nel topic dei libri...premetto che:
    1: generalmente sono una persona tollerante e civile
    2: generalmente come da punto uno pratico l'arte difficile del 'vivi e lascia vivere'
    3: avendo riscontrato parecchie incongruenze con la fede che per anni hanno tentato di inculcarmi, mi sono affidata il Ba ad altri Dei
    4: nonostante questo, mi piace comunque confrontarmi con persone dalla religione differente dalla mia (non importa quale) civilmente e senza voler assolutamente imporre il mio punto di vista

    bene, non condivido affatto ciò che si è detto di Corrado Augias qui e nell'altro topic. Augias è uno dei pochi giornalisti capaci di avere una grandissima ampiezza di vedute ed è estremamente corretto....cosa che un certo Joseph non è ;)
    A parte questo piccolo O.T. vorrei dire che per quello che mi riguarda Stato e Religione dovrebbero essere separati, senza ingerenze della religione nei campi e nelle competenze che spettano invece allo Stato (e non tiro fuori esempi, già ne ho letti fin troppi negli ultimi 5/6 post ;) ). Negli stati civili avviene questo, infatti: ognuno segue privatamente e per gli affari suoi la religione che più gli aggrada, ma guai a mescolare il diritto civile con il diritto canonico...qui in Italia, la situazione è leggermente diversa: santa mamma chiesa insinua i suoi tentacoli un po' ovunque, cominciando dalla scuola dove vorrebbe rimettere l'obbligatorietà dell'ora di regione, passando per il sacrosanto diritto che ha una donna a voler tutelare la propria salute fisica e mentale e quindi a dire NO ad una gravidanza indesiderata (e se nasce un figlio non accetto voi, buoni samaritani ve ne fate carico, vero?...quando la miseria e il degrado bussano, colpa anche di uno stato imbelle, da chi va la gente a piangere? da santa mamma chiesa...e cosi aumentano gli introiti d'anime...e il giro d'affari...bravi;) ) per finire con il diritto di ogni essere umano a terminare la propria vita con dignità (voi invece create dei veri e propri zombi, vedasi Eluana Englaro...e poi parlate di 'rispetto della natura'?)


    Come al solito, c'è chi parla di tolleranza,amore, carità, rispetto e si ferma alle parole.Impossibile immaginare qualcosa o qualcuno che tenti di irregimentare la massa umana come fa la chiesa cattolica con la paura del peccato e della morte...

    scusate l'intrusione gente, ma dovevo dire la mia, non ne potevo fare a meno;)
     
    #9043
    Ultima modifica: 20 Settembre 2008
  14. Dreki

    Dreki
    Expand Collapse
    Heart of Steel

    Registrato:
    28 Giugno 2005
    Messaggi:
    10.375
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.492

    20 Settembre 2008

    eh, te sì che hai capito tutto. :applause:

    bel gioco! rispondere ai post praticamente senza aver fatto il minimo sforzo di capire il discorso! beeello!
    posso farlo anche io sai?

    guarda qua: " ma il prete pedofilo non esiste, è una tua opinione e non un fatto!"
    visto? funziona! :lollone:


    La pedofilia è pedofilia. La religione è religione. Se un metalmeccanico della Fiat è pedofilo, la colpa non è della Fiat.
    Per un cristiano (ma questo bisognerebbe capirlo, prima di dire certe menate) un prete non POSSIEDE la verità: ne è veicolo, quando porta la parola di Dio. Fuori da quel ruolo: no.
    Dio non gioca al lotto.
    Dio non gioca a calcetto coi bambini all'oratorio.
    Dio non li adesca o stupra.
     
  15. Dreki

    Dreki
    Expand Collapse
    Heart of Steel

    Registrato:
    28 Giugno 2005
    Messaggi:
    10.375
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.492

    20 Settembre 2008

    Ti faccio un paragone:
    Un papa può dire ai credenti: non abortite.
    Esattamente come un padre può dire a suo figlio: non drogarti.


    Drogarsi è una libertà personale, o no?
    POSSO drogrami, se lo voglio, o no?
    Ma perché un padre dice a suo figlio: "non drogarti"? Perché per lui è male.
    Ora: lo spacciatore, dal punto di vista del padre, è un "peccatore": perché dà la possibilità a suo figlio di drogarsi.

    Uno spacciatore che spaccia fa il suo lavoro.
    Un medico che fa abortire una ragazza/donna, fa il suo lavoro.

    Lo spaccio è illegale.
    L'aborto no.

    Tu accuseresti il padre in questione di essere un bastardo che viola la libertà personale del figlio? O lo giustifichi perché si parla di qualcosa di illegale? Secondo te, se drogarsi fosse legale, il padre farebbe bene a dire a suo figlio "drogati pure!"
    Pensi che chi crede, su queste cose, non faccia una scelta d'amore?



    EDIT:
    ovviamente hai ragione :)
    infatti io sono favorevole all'aborto proprio per questa ragione.

    Vietarlo significherebbe impedire di abortire a chi vorrebbe farlo.
    Mentre consentirlo significa che chi vuole può farlo, e chi non vuole può non farlo.

    MA. Ma questo non toglie che, dal punto di vista cattolico, l'aborto sia un crimine.

    E se un politico, per acchiapparsi i voti dei cattolici, decide di vietarlo... il cattolico che colpa ne ha???
     
    #9045
    Ultima modifica: 20 Settembre 2008

Condividi questa Pagina